GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 Umberto Ballabeni ai mondiali di pesca seniores 2011 di Ostellato... di Admin G.P.O.
 
"
CURIOSITA' Il G.P.O Imolese Tubertini è la società di pesca bolognese nata il 29 gennaio 2010 dalla fusione di due storiche e pluri premiate società con oltre mezzo secolo di storia alle spalle: S.P.S. Gruppo Pesca Ortofrutticolo e S.P.S Imolese

G.P.O. IMOLESE TUBERTINI
"
Seguici: 
Titolo
 
\\ Home Page : Storico : PASTURE e ATTREZZATURA (inverti l'ordine cronologico)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 11/11/2012 @ 12:42:17, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 5431 volte)
NUOVI PRODOTTI TUBERTINI HIGH QUALITY
Articolo di Giuseppe Stagni
Tubertini High Quality e una azienda che da decenni investe in ricerca e propone i migliori prodotti che si possono trovare sul mercato per fare in modo che la nostra passione preferita sia sempre supportata da articoli ottimi e innovativi.
LA MISSIONE DELL'AZIENDA TUBERTINI
La frenetica attivita' agonistica, che costringe a continui confronti serrati con gli avversari, consente all'azienda Tubertini di essere costantemente all'avanguardia nei prodotti da pesca sportiva. L'azienda Tubertini, su consulenza dei suoi agonisti e collaboratori, progetta e realizza articoli competitivi e vincenti, certa che l'agonismo rappresenti la base per l'evoluzione tecnologica dei prodotti e soprattutto conscia del fatto che tali evoluzioni possano regalare piena soddisfazione anche ai pescatori sportivi
LO STAFF DELL'AZIENDA TUBERTINI
L'azienda Tubertini per garantire la massima competenza nel settore pesca sportiva ed agonistica, si avvale di personale altamente specializzato. Piu dell'80% dei dipendenti dell'azienda sono pescatori appassionati, senza considerare lo staff tecnico esterno composto da pluricampioni italiani e mondiali di ogni tipologia di pesca
LA SEDE TUBERTINI DI BAZZANO BOLOGNA
La sede Tubertini si trova a Bazzano in provincia di Bologna, dove si estende per oltre 2.800 mq ed occupa 29 dipendenti. Al suo interno, oltre al reparto stoccaggio e spedizione, vi sono i reparti di produzione dei galleggianti, quello di imbobinamento nylon e l'area per lo studio e l'assemblaggio dei panieri da pesca professionali. A poche centinaia di metri dalla sede centrale, si trova un secondo capannone di 800 mq dedicato alla produzione delle pasture. L'azienda Tubertini si avvale di 19 rappresentanti monomandatari che coprono l'intero territorio italiano servendo piu di 1000 negozi.
Questa lista e una piccola parte dei prodotti innovativi proposti negli ultimi tempi dallazienda di Bazzano:

PASTURE TUBERTINI HIGH QUALITY
PASTURA TUBERTINI MATRIX BLACK in busta da 2kg
Pastura a grana medio fine con un peso specifico relativamente leggero, concepita per essere utilizzata in acque ferme e stata sviluppata per soddisfare gli agonisti piu esigenti. Per la pesca alle breme con l'utilizzo di fouilles e consigliabile l'aggiunta in peso del 50% di terra di somma nera. Invece nella pesca ai carassi ed alle carpe la MATRIX BLACK si presta molto all'aggiunta di bigattini morti. Per aumentarne il potere attirante si possono aggiungere 250 gr di Brasem Tubertini o Touche Tubertini ogni 3 kg di pastura.
PASTURA TUBERTINI MATRIX BROWN in busta da 2kg
Pastura a grana medio grossa con un peso specifico abbastanza elevato e sufficientemente legante per essere utilizzata in acque medio veloci. Si consiglia sempre l'aggiunta in peso di almeno un 30% di terra di fondo (dopo averla bagnata) in questo modo si presta anche all'aggiunta di esche vive come bigattini, caster e fouilles. Per aumentarne il potere attirante e consigliabile aggiungere 250 gr di Brasem Tubertini o Touche Tubertini ogni 3 kg di pastura.

PASTURE MARCEL VAN DEN EYNDE
PASTURA VDE DS Feeder in busta da 1kg
Dutch Special Feeder e una delle pasture da feeder piu' famose, gli ingredienti utilizzati hanno un buon potere legante e si impastano facilmente. Si consiglia di inumidirla piu' o meno, a seconda della tipologia del luogo di pesca: in caso di acque poco profonde la pastura deve esplodere al contatto con la superficie, mentre in acque piu' profonde e in corrente, e' meglio aggiungere piu acqua per ottenere un impasto piu legante, in grado di raggiungere il fondo. Puo' essere tagliata con la pastura Record Zilver e addizionata di esche come vermi, bigattini, caster, pellet, mais ecc...
PASTURA VDE Dynamic Feeder in busta da 1kg
La Dynamic Feeder e' una pastura ideale per essere usata in pasturatori "open end" in acqua corrente. Gli ingredienti sono stati selezionati e miscelati per produrre un effetto estremamente intenso ed immediato per attrarre e stimolare cavedani, carpe, breme, tinche ecc...
PASTURA VDE Super Crack Bream Black in busta da 1kg
Pastura a grana fine mediamente legante ideale per la pesca di breme e carassi in acque ferme o lente, ottima per la pesca di pesci sospettosi o di grossa taglia. Per l'utilizzo in acque veloci e consigliabile l'aggiunta da un 30% ad un 50% in peso di terra di fondo o terra river clay black.
PASTURA VDE Super Crack Bream Brown in busta da 1kg
Pastura a grana fine mediamente legante ideale per la pesca di breme e carassi in acque ferme o lente. Per l'utilizzo in acque veloci e consigliabile l'aggiunta da un 30% ad un 50% in peso di terra di fondo o terra river clay brown.
TERRA VDE River Clay terra disponibile nei due colori black e brown e in busta da 2kg
Queste due terre sono molto versatili e possono essere usate in aggiunta alla pastura per pescare in profondita' o in acqua corrente in modo che, una volta sul fondo le palle di impasto si aprano molto lentamente. In alternativa le River Clay possono essere usare come veicolo per il trasporto delle esche vive come fouilles, ver de vase, bigattini, caster, e vermi sul fondo. Disponibili nella versione marrone e nera.
TERRA VDE Terra Black Earth terra disponibile nel colore black e con due pesi specifici diversi in confezione da 2kg
Queste terre nere possono essere utilizzate singolarmente o miscelate con altre pasture e sono ideali per la pesca in acque molto limpide e quando la pesca si presenta difficoltosa, come durante le competizioni. Usate singolarmente le Black Earth sono perfette per il trasporto di esche vive come fouilles, ver de vase, bigattini, caster e vermi sul fondo del posto di pesca. Si consiglia l'utilizzo della Black Earth quando l'acqua e ferma o lenta (canali, fiumi e laghi) mentre la Black Earth Heavy e ideale se si pesca in acque profonde ed in condizioni di corrente sostenuta.

CANNE DA FEEDER E ACCESSORI
CANNA DA FEEDER TUBERTINI NEXT GENERATION
Canna da feederNext Generation disponibile in 3 misure con 3 potenze diverse e con un assortimento di ben 14 vettini diversi
Prestazioni di altissimo livello, finiture impeccabili e dotazione straordinaria: queste le caratteristiche che pongono le Next Generation ai vertici della collezione feeder Tubertini. Le tre canne sono perfettamente calibrate sul casting riportato, ma la cosa veramente interessante e la straordinaria disponibilita di vettini; infatti oltre alle tre vette in dotazione (3x Multi-Tip Equipped) e disponibile una gamma di ben 14 modelli diversi che consentono al pescatore di porsi nelle migliori condizioni nell'affrontare ogni sessione di pesca.
modello
misura
sezioni
ingombro
potenza
Medium Feeder
3,60 m
3+3
125 cm
60 g
Medium Heavy Feeder
3,90 m
3+3
135 cm
80 g
Heavy Feeder
4,20 m
3+3
145 cm
100 g
Next Generation Tips Vettini per canna da feeder Next Generation
Fast Glass: Vetta interamente realizzata in fibra di vetro a sezione piena, estremamente sensibile.
Carbon Lake: vette in carbonio a sezione piena e profilo ridotto, molto sensibili e leggere.
Spliced: Vette ibride composte da una parte in carbonio tubolare ed una parte in carbonio pieno; ottima sensibilita' di punta e peso estremamente ridotto.
Hollow Carbon: Vette in carbonio tubolari molto leggere edestremamente sensibili sulla spiombata.
River Carbon: Vette interamente realizzate in carbonio a sezione piena; ottima rigidita e robustezza.
modello
pezzi
peso
colore
Carbon Lake
1
1,5 oz
Giallo
Carbon Lake
1
2,0 oz
Giallo
Carbon Lake
1
3,0 oz
Giallo
Spliced
1
1,0 oz
Bianco
Spliced
1
1,5 oz
Bianco
Spliced
1
3/4 oz
Bianco
Hollow Carbon
1
1,0 oz
Verde
Hollow Carbon
1
1,5 oz
Verde
Hollow Carbon
1
3/4 oz
Verde
River Carbon
1
2,0 oz
Rosso
River Carbon
1
3,0 oz
Rosso
River Carbon
1
4,0 oz
Rosso
River Carbon
1
5,0 oz
Rosso
Fast Glass
1
1/2 oz
Arancione

FODERI PORTA CANNE
Portacanne Luis misura 16x160x18 cm
Fodero rigido ideale per il trasporto di canne dotate di mulinello, come bolognesi, inglesi o feeder rods. Estremamente resistente e ben rifinito ha 3 vani separati, manico e tracolla imbottiti, cerniere di qualita' superiore, base in materiale plastico e dorso rinforzato per evitare rotture accidentali.
Portacanne Vertigo misura 18x165x27 cm
Fodero rigido ideale per il trasporto dei kit o delle canne fisse, estremamente resistente e ben rifinito, ha un vano principale dotato di 6 velcro ferma canne, manico e tracolla imbottiti, cerniere di qualita' superiore, base in materiale plastico e dorso rinforzato per evitare rotture accidentali. Nelle due lunghe tasche laterali possono essere riposti accessori vari come picchetti, pali da guadino, ecc..
Portacanne Kobe misura 34x195x16 cm
Fodero rigido ideale per il trasporto di due roubaisienne, estremamente resistente e ben rifinito, ha un vano principale dotato di velcro ferma canne, manico e tracolla imbottiti, cerniere di qualita' superiore, base in materiale plastico e dorso rinforzato per evitare rotture accidentali delle canne da pesca.
Articolo di Giuseppe Stagni

Collegamento esterno al sito di Tubertini High Quality

 
Titolo
 
  
A PESCA CON IL CAMPIONE FRANCESE JEAN DESQUE'
FOUILLIS E VER DE VASE ALLA FRANCESE!
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatoti, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del GPO Imolese Tubertini)
 
L'occasione di incontrare un grande campione su di un campo di gara non e' certo cosa di tutti i giorni, se poi questi e' uno dei piu' forti pescatori francesi, protagonista del palcoscenico alieutico internazionale, ecco che l'opportunita' diventa veramente ghiotta.
Nella settimana precedente la prima prova dell'Elite Nord, a fine marzo, il grande Jean Desque' era di passaggio sui campi gara di Medelana ed Ostellato Covato, e cosi' Umberto Tarterini ed io non ci siamo lasciati sfuggire l'occasione di incontrare il campionissimo transalpino.
Desque', per chi non lo conoscesse, e' una delle icone sportive della nazionale francese, specialista delle pasture, degli ingredienti e di tutti quei prodotti atti ad attirare i pinnuti sul nostro luogo di pesca.; questa volta voglio porre l'accento su di un argomento su cui i francesi sono maestri indiscussi, non foss'altro perche' sono stati tra i primi a trattarlo: la preparazione e l'utilizzo di fouillis e ver de vase, le esche simbolo della pesca agonistica.
Di recente mi ero occupato delle metodiche di raccolta e conservazione delle larvette rosse ed in questa occasione completo il discorso.
Desque' ha iniziato parlando del ver de vase e del modo di conservarlo e trasportarlo. Per fare questo ha sfoderato un paio di bottiglie di plastica, di quelle per l'acqua minerale, all'interno delle quali sguazzavano, nel vero senso della parola, un discreto quantitativo di ver de vase di differente qualita'.
Jean, non dirmi che ora ci facciamo un brindisi al ver de vase?!
Certo che no! Stai semplicemente vedendo il modo piu' semplice ed efficace di mantenere in ottime condizioni i nostri piccoli amici. Qui ce ne sono di due provenienze diverse: dell'autoctono francese e del russo. Puoi vedere la differenza di taglia e di colore. Sono entrambi validi, comunque. Per noi il ver de vase e' l'esca principe, la piu' gradita dai pesci, che la trovano in natura. Dedichiamo grande cura al suo mantenimento e, come hai visto, e' stata la prima cosa che ho preparato. Pensa che quello francese che vedi qui ha gia' un mese; sono stato l'altra settimana in Inghilterra per una prova con la mia nazionale, dopo aver fatto due gare in Francia in precedenza e lo portero' sabato ai miei amici italiani che gareggeranno qui domenica. Come vedi e' ancora molto bello, rosso e vitale ed tutto merito del sistema di conservazione, che va fatta ad una temperatura di 7/8.
Quello russo, invece, famoso per la sua dimensione, solitamente arriva piu' sporco e molle e deve essere lavorato di piu'. Innanzi tutto deve essere pulito e filtrato molto bene, poi va conservato ad una temperatura inferiore, attorno ai 4/ 5. In questo modo la loro pelle si indurisce, si conservano meglio e si innescano piu' facilmente. Il segreto sta nel mantenere la giusta temperatura, nel frigorifero e nella borsa termica, nel cambio frequente dell'acqua e nella pulizia da eventuali residui vegetali e larve morte.
La bottiglia in plastica, e non la carta, e' il modo migliore di mantenere questa esca, che vive in acqua e in acqua si conserva meglio. La bottiglia deve essere riempita al massimo d'acqua con circa un bicchiere o poco piu'  di larve per bottiglia. E importante che rimanga dell'ossigeno all'interno. In questo modo si conservano bene per un paio di giorni, al freddo. Se si ripetono queste operazioni regolarmente la qualita' delle esche migliora e il loro rendimento in pesca aumenta in modo enorme.
La prima operazione di Desque', appena scelto il posto di pesca, e' stata, infatti, la preparazione di una piccola bacinella colma d'acqua con un setaccio a maglie medio/fini, immerso per due dita sotto il pelo dell'acqua. Dopo aver preparato questo ha rovesciato il contenuto di una delle bottiglie sul setaccio ed ha lasciato il tutto in disparte. Subito i ver de vase, per istinto, hanno iniziato a passare attraverso il setaccio per depositarsi sul fondo della bacinella e nel giro di 10/15 minuti in sospensione sono rimaste solo le larve morte o poco mobili.
In seguito, con un setaccio a maglie finissime, ha scolato l'acqua della bacinella recuperando tutte le esche vive e vitali e le ha posizionate in una matrioska ancora con acqua fredda ove conservarle per la pescata.
Jean, per voi il ver de vase l'esca principe
Certo, la prima in assoluto, la preferita dai pesci e dalle breme. Dopo di loro vengono i piccoli lombrichi, poi i caster ed infine il bigattino, ma solo in quarta posizione. Sappiamo che voi usate in prevalenza il bigattino, siete abituati e avete abituato il pesce, che quindi lo mangia bene. Ma in natura la breme mangia prevalentemente ver de vase e lombrichi. Anche il caster non e' conosciuto, ma quando lo conoscono lo mangiano pi volentieri del bigattino.
Parliamo allora dell'innesco del ver de vase
In merito all'innesco, la cosa piu' importante e' che rimangano vivi anche una volta sull'amo. In certi casi di grande densita' di pesci si puo' anche trascurare sulla vitalita', basta il boccone grosso, ma generalmente la vitalita' e' fondamentale. La maniera corretta di innescarlo e' quella di appuntarlo tra un segmento e l'altro, dove e' piu' stretto e la pelle piu' dura. Mai attaccarlo per la testa, perche' immediatamente cade e perde vitalita' ed attrazione.
Dopo aver visto tutte le manovre corrette per l'uso del ver de vase, passiamo al fouillis, le larve che sono l'ingrediente principale della nostra pastura. Anche in questo caso Jean ha due differenti tipi di larve, di provenienza diversa.
Anche per il fouillis la cura e la meticolosita' di Jean sono estreme. Gli involucri di carta vengono estratti da una borsa termica che ne garantisce il mantenimento alla giusta temperatura.
Esistono vari tipi di fouillis in commercio: qui ne abbiamo di quello russo e di quello autoctono. Il primo molto bello, leggermente fluorescente ma solitamente quando arriva fa una grande puzza, e a me questo non piace. In questo caso, se posso, cerco di averlo almeno un paio di giorni prima del suo uso, per lavarlo. Per fare questo sufficiente mettere le larve in un secchio con dell'acqua e pochissimo sapone e mescolare il tutto per non piu' di un paio di minuti.
Vedremo subito l'acqua sporcarsi di quanto era sulla superficie delle larve. Dopo averlo risciacquato bene almeno due volte, lo setacceremo e lo rimetteremo nuovamente nella carta pulita. In questo modo miglioriamo di molto la qualita', il tempo di conservazione e la resa del nostro fouillis, che puo' durare anche un mese, se ben conservato.
Quello autoctono un po piu' piccolo, piu' morbido e dopo 4/5 giorni generalmente muore. Questo tipo e' molto buono, soprattutto con i gardon, per i quali rende nettamente piu' di quello russo. A volte, in caso di pesci difficili, quando si va alla ricerca di un pesce, si innescano direttamente sull'amo gli esemplari piu' grossi. Questa e' una cosa che gli inglesi sanno benissimo. Da loro si usa quasi esclusivamente questo tipo di fouillis, e non amano quello russo.
Jean, vuoi dirci come trasporti il tuo fouillis durante le tue lunghe trasferte per lEuropa?
Il modo migliore di mantenerlo e trasportarlo sarebbe dentro fogli di carta bianca o gialla, non patinata e neutra. Si usa molto il giornale ma ideale sarebbe mettere all'interno un foglio di carta bianca, che preserva il fouillis dal contatto con l'inchiostro, e questo non l'aiuta. E solo un particolare ma alla fine tutti i particolari contano per un buon risultato. Il trasporto nella borsa frigo va fatto osservando il rapporto di un chilo di ghiaccio circa ogni due chili di fouillis, per mantenere le condizioni ottimali per 4/5 giorni. La temperatura ideale di mantenimento e' di circa 4 gradi, in modo che il fouillis non si muova, sia in letargo.
Una volta giunti sul campo di gara?
La prima necessita' e' quella di aprirlo, di separare le larve l'una dall'altra, perche' normalmente sono tutte attorcigliate tra di loro. Questa operazione e' indispensabile per poterlo meglio distribuire nella terra o nella pastura o anche semplicemente per incollarlo.
Per fare questa delicata operazione si usa principalmente la terra, sia quella di Somma, la piu' usata, ma anche quella di Riviere, opportunamente setacciate. La scelta nell'impiego tra una terra e l'altra dipende dal tipo e dal colore della pastura o della terra che useremo per pasturare. Se adopereremo pasture marron o gialle, in acque ferme o lente, andra' bene la terra di Somma naturale, se per lo stesso tipo di acque scegliamo una pastura nera e' piu' indicata la terra di Somma nera.
Nel caso di acque veloci e profonde come Medelana, invece, dove si usa molta terra di Riviere anche nella pastura, meglio aprire il fouillis con la stessa terra setacciata fine.
Se intendiamo pasturare con il bicchiere, o comunque impiegare il fouillis puro, si puo' aggiungere alla terra anche un po di collante per fouillis, al fine di ottenere una pallina molto elastica e resistente, facile da fare e che conserva ben vive le larve. Non occorre aggiungere acqua o altro. Anche in questo caso, a seconda del tipo di terra che impieghiamo, otterremo degli effetti diversi: con la terra di Somma l'incollaggio piu' labile, l'apertura si ha durante la discesa sul fondo e si puo' creare un effetto alone; con la terra di Riviere lincollaggio e' piu' tenace e persistente. Tutti piccoli particolari che pero' possono essere fondamentali ai fini della nostra gara.
Sino ad ora ci hai illustrato come aprire e mantenere ben vivo il fouillis. Ma quest'esca si puo' usare anche in altra maniera
Certo! Una possibilita' ulteriore l'abbiamo scegliendo di usare il fouillis vivo oppure morto, sempre in relazione al tipo di pasturazione ma, soprattutto, a seconda dell'ambiente in cui ci troviamo a pescare e alla sua densita' di pesci. Se abbiamo una situazione con tanto pesce, magari di taglia, possiamo usare 2/3 di fouillis dentro la pastura ed 1/3 nella terra; al contrario, in presenza di piccoli pesci, che entrano a fatica e che vanno stimolati con qualcosa di vivo da trovare sul fondo, meglio invertire le proporzioni, fino ad arrivare ad usare solo la terra.
L'impiego del fouillis vivo in acque correnti, gettato con la terra di Riviere, ad esempio, puo' essere pericoloso perche' questo tende ad uscire e scendere a valle, portando via il pesce e favorendo il concorrente sotto di noi. L'ideale, in queste condizioni, sarebbe di gettare un 10/15% di fouillis vivo con la terra all'inizio, nella pasturazione iniziale, per far entrare i pesci, e poi mantenerli sotto la nostra canna impiegando nel resto della gara il rimanente fouillis morto, nella pastura o nella terra. In questo modo le larve rimangono nelle palle, non nuotano via e i pesci si fermano sulla zona pasturata.
E per ottenere questo effetto come si fa?
Possiamo fare in vari modi. La pastura, normalmente, gia' uccide il fouillis se lo mescoliamo ad essa con un certo anticipo, In questo modo il fouillis quasi si scioglie nella pastura e gli aromi e i succhi che rilascia impregnano la pastura stessa; un risultato piu' veloce si ottiene mescolando alla pastura sale, in inverno, o zucchero, nella stagione calda. Queste sostanze sono letali per lui. Se invece intendiamo usare solo la terra per pasturare, in commercio si trovano degli additivi specifici per la terra che la aromatizzano ed uccidono il fouillis. In questo modo otteniamo un doppio effetto: uno sul fouillis e uno attrattivo sui pesci. Il fouillis si o' uccidere anche congelandolo, ma occorre sapere che in questo modo tendera' poi a galleggiare e questo effetto puo' essere pericoloso e controproducente e va usato con grande esperienza.
Hai introdotto l'argomento terra. Voi avete un'esperienza enorme in questo campo: cosa hai portato qui, oggi, per le acque italiane?
La terra e' un ingrediente fondamentale quando si usa il fouillis. Quest'esca ha bisogno di essere portata e mantenuta sul fondo, e quello che assolve meglio questo compito e' la terra. Innanzi tutto la terra consente al fouillis di rimanere vivo e, in campi di gara difficili, spesso si usa solamente la terra con il fouillis, per stimolare di piu' i pochi pesci presenti. In caso di grande concentrazione di pesci e di acque veloci, io consiglio di usare il fouillis morto. Per fare questo si possono usare terre profumate o aggiungere degli additivi che uccidono il fouillis, che in questo modo non scorre via con la corrente ma rimane ben piantato sul fondo, nella terra.
Potrei rimanere a parlare con Desque' per ore, di questo argomento e di altri cento, tanto e'la semplicita' e la naturalezza che ha nello spiegarti le cose.
Purtroppo vuole anche pescare
Una altra puntata alla suo prossimo ritorno in Italia.
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatoti, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del GPO Imolese Tubertini)
 
 
LA RACCOLTA DEL FOUILLES E DEL VER DE VASE
 
TUTTE LA PASTURE DI MARCEL VAN DEN EYNDE
 
TUTTE LA PASTURE PER LA ACQUE INTERNE DI TUBERTINI HIGH QUALITY
 
TUTTE LE PASTURE GOLD MEDAL DI TUBERTINI HIGH QUALITY
 
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 07/01/2012 @ 11:42:29, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 10435 volte)
LA RACCOLTA DEL FOUILLES E DEL VER DE VASE, LA “ROBINA ROSSA”…
Alla scoperta di un aspetto per molti misterioso o sconosciuto di due esche “speciali e magiche”…
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca in, Tubertini High Quality e agonista del GPO Imolese Tubertini)
 
Tan sarè mai un bòn garesta, sta n’inper a druvèr la rubeina rôssa!
Traduzione dal bolognese: non diventerai mai un buon garista fino a quando non imparerai ad usare la roba rossa!
Nei miei ricordi di giovane, aspirante agonista queste parole pronunciate da un bolognese campione del mondo sono rimaste stampate a fuoco.
Sono passati gli anni e non sono diventato un buon garista, e non solo perchè i miei contatti con la “roba rossa” sono stati piuttosto tardivi e maldestri; certo è  che negli anni dei miei esordi agonistici essa era quasi caduta nel dimenticatoio, complice anche il fatto che alla fine degli anni ’80 e nella prima parte degli anni ’90 l’impiego della “roba rossa” era stato pressoché bandito dall’uso agonistico di massa, visto anche il rapido e repentino mutarsi delle tecniche di pesca e delle specie da catturare; il suo impiego era relegato ad uno stretto gotha di altissimo livello, che era visto da noi neofiti come depositario di arcani segreti e magiche conoscenze.
In realtà l’uso di fouillis e ver de vase, la mitica “robina rossa”, aveva visto una fiorente stagione in Italia a cavallo degli anni ’60 e ’70, portato dalle intraprendenti conoscenze di alcuni grandi garisti nostrani che avevano avuto occasione di abbeverarsi alle fonti di francesi e belgi, autentici mostri sacri dell’epoca nell’uso delle larve color rubino.
Da allora fouillis e ver de vase sono stati e sono tutt’ora uno degli emblemi della Pesca al Colpo agonistica.
In seguito, per motivi di varia natura su cui si potrebbe scrivere ben più di un articolo, il loro uso fu proibito e ancora oggi sui regolamenti di moltissime manifestazioni si legge a chiare lettere maiuscole: QUANDO NON ALTRIMENTI SPECIFICATO E’ SEMPRE VIETATO L’USO E LA DETENZIONE DI FOUILLIS E VER DE VASE.
Senza voler entrare in una inutile polemica, questa decisione, probabilmente, ha portato una intera generazione di agonisti a perdere gran parte del bagaglio tecnico di conoscenze sul reperimento, la conservazione e l’uso di queste strepitose esche che, pur non avendo caratteristiche magiche, naturalmente, sono l’autentico non plus ultra nel campo delle esche per la Pesca al Colpo.
Fortunatamente, da diversi anni a questa parte, la facoltà, quando non addirittura l’obbligo, di impiego delle larve di zanzara non solo nella ristretta cerchia della Nazionale e del Club Azzurro, ma anche nelle gare di Elite, in alcune prove delle varie serie A o, a volte, nei campionati provinciali, hanno portato alla riscoperta e all’uso su più larga scala di fouillis e ver de vase e alla loro conoscenza sempre più approfondita da parte di una platea sempre più vasta di pescatori. In questo ritorno in auge un grande peso va ascritto sicuramente alla grande espansione della breme come specie insidiabile in competizione.
Se vanno diffondendosi sempre più le conoscenze e la capacità di impiego di queste larve, per molti rimane sconosciuto o quasi gran parte del percorso che esse compiono prima che noi le compriamo belle impacchettate dal nostro negoziante di fiducia.
Ho potuto colmare questa mia lacuna grazie ad un mio compagno di società e grande amico personale, Luca Foscardi, che può vantare l’amicizia di una persona squisita e disponibile come Francesco “Checco” Alberti, grande pescatore e grande raccoglitore di “roba rossa”.
Grazie a Checco e con la cortese assistenza di Luca, ho potuto vedere dal vivo, sul campo anzi sull’acqua, durante un intero pomeriggio, tutte le fasi di questo affascinante percorso; spero che questo itinerario serva a colmare anche qualche curiosità in chi avrà la pazienza di leggermi…
 
Checco
Ci troviamo con Francesco a casa sua, nella pianura tra i territori di Bologna e Modena. Prima d’ora lo conoscevo solo di vista, più per sentito dire che altro, ma sapevo di questo suo passatempo come raccoglitore di fouillis e ver de vase. A chi non ha la fortuna di conoscerlo, il nostro può dare l’impressione di essere una persona molto riservata e taciturna; in realtà, dopo dieci minuti, la corazza lascia intravedere i contorni di una persona speciale, diretta, dalla disponibilità estrema e di una generosità unica.
La generosità di Checco è misurabile dalla disponibilità che mi ha dato per la realizzazione di un articolo di questo genere, durante la quale non ha voluto tenere nascosto nulla, tanto sulle attrezzature che impiega che sui posti che frequenta per raccogliere quanto siamo andati a cercare.
Mi viene spontaneo accomunare il raccoglitore di fouillis e ver de vase al cercatore di tartufi: entrambi debbono essere profondi conoscitori del loro territorio e della sua natura, entrambi spesso si muovono di notte e sono depositari di tecniche di ricerca dense di molti segreti, per non parlare del loro riserbo sui posti dove trovano l’oggetto delle loro fatiche; entrambi, infine, sono avvolti da un vago alone di mistero che li rende “speciali”.
Anche per questa sua generosità nel farmi e farci partecipi di tanto sapere voglio ringraziare Checco.
 
Allora Francesco, innanzi tutto cosa sono il fouillis e il ver de vase?
Sono delle larve di zanzara e crescono in acqua, dove svolgono parte del loro processo di sviluppo.
Sono tipi di zanzara diversi, naturalmente: il fouillis lo raccolgo prevalentemente nei canali di scarico dei depuratori, dove non ci sono pesci, perché è un acqua che non possiede le condizioni di vivibilità per i pesci; il ver de vase, al contrario, si trova solo dove l’acqua ha buone qualità e dove vivono anche i pesci.”
 
Quindi differenze sostanziali dei loro habitat?
Si, vivono in ambienti completamente diversi, sia in presenza di acque ferme che correnti. Dove si trova il fouillis non vivono i ver de vase e viceversa, e questo rende ancora più difficile la loro ricerca e raccolta.”
 
 Cominciamo a parlare della raccolta del fouillis. Tu mi hai raccontato che il tuo attuale sistema di raccolta del fouillis ti è stato insegnato, anzi svelato…
Si, il mio maestro è stato il grande Matteo Cola, uno dei capostipiti di questo lavoro, che molti agonisti con qualche anno di esperienza alle spalle certamente conoscono o hanno sentito nominare.
Prima di incontrare Matteo io raccoglievo già le larve di zanzara, ma usavo sistemi molto grezzi ed approssimativi; i materiali, la tecnica ed i sistemi di raccolta, di pulizia e conservazione del fouillis mi sono stati insegnati da Cola.”
 
Partiamo dall’inizio. Supponi che io oggi ti chieda un litro di fouillis, tu come procedi?
Io conosco diversi posti dove so che posso trovarli, nei vari periodi dell’anno e quindi, in base a questo, mi reco sul canale dove so che posso trovare le larve. Se il livello non è troppo alto, già osservando il fondo del corso d’acqua si può capire se il fouillis c’è in buona quantità o no.”
 
Semplicemente osservando il letto del canale tu sai se troverai quello che cerchi?
Si. Naturalmente le larve non si vedono perché sono sepolte sotto un leggero strato di sedimento, ma sul fondo si possono osservare delle formazioni particolari, dei leggeri rilievi tipici che mi indicano la presenza o meno del fouillis. In mancanza di questi segni non inizio neppure la ricerca, ma cambio posto. Solitamente qualche fouillis c’é sempre, ma se me ne occorre un certo quantitativo ha senso iniziare a cercare dove posso presumere di trovarne tanto.”
 
 
Individuato il posto, si passa alla vestizione…
Si. Uno degli aspetti fondamentali di questa attività è l’abbigliamento che si deve usare. La raccolta si effettua in acque, più o meno profonde, di qualità scadente, che ospitano topi, ratti e nutrie e quindi le protezioni sono fondamentali. Uno degli articoli a cui presto maggiore attenzione sono i guanti, che debbono essere lunghi, molto resistenti ma allo stesso tempo debbono lasciarmi una buona sensibilità e facilità al lavoro. Altro articolo indispensabile sono gli stivali, molto meglio se waders, anche questi robusti ma mai troppo rigidi per lasciare sempre una buona capacità di movimento. Spesso si rimane in acqua per molto tempo, camminando avanti ed indietro in ambienti spesso stretti e con vegetazione di ogni genere e lo stivale deve garantire il massimo comfort.
Dopo essermi preparato, mi calo in acqua nel punto prescelto con il setaccio di rete. Per questo oggetto occorre fare molta attenzione sul tipo di rete, che deve essere molto morbida per non danneggiare le larve ma anche robusta perché viene molto sollecitata durante la raccolta ed inoltre deve avere la giusta dimensione delle maglie.
Con questo setaccio, le cui dimensioni devono essere calibrate su misura delle struttura fisica del raccoglitore e della sua forza, si inizia a raccogliere il limo che è sul fondo, nei punti ove il fuillis sta riposando e compiendo la sua mutazione in attesa di sfarfallare come insetto adulto.
Una volta raccolto un certo quantitativo di sedimento, si inizia a setacciarlo in acqua, con dei movimenti ampi e veloci (e assai faticosi!) così da asportare la maggior parte del fango sfruttando il movimento e la corrente dell’acqua; il rimanente lo metto in un secchio o una bacinella che ho al seguito e verrà poi pulito del tutto in un secondo momento, a casa.
Anche il tipo di movimento, la gestualità stessa di questa prima fase mi sono stati insegnati da Matteo Cola e sono molto più efficaci e rapidi di come si procedeva prima.”
 
I canali in cui tu raccogli il fouillis, vanno in qualche maniera mantenuti, preparati, nel corso dell’anno?
Certamente. Il tratto o i tratti che saranno interessati dalla raccolta, vanno mantenuti puliti dai detriti di vario genere e, soprattutto, da certi tipi di alghe, che coprendo il fondo impediscono la deposizione o rallentano molto l’accrescimento delle larve, rendendo improduttiva la raccolta.
Va detto che al giorno d’oggi la manutenzione dei luoghi di raccolta si rende ancor più necessaria, dal momento che gli stessi sono notevolmente diminuiti numericamente. Oggi, infatti, non esistono quasi più ambienti quali gli scoli delle porcilaie o delle fabbriche di conserve, che erano luoghi ideali di nascita ed accrescimento delle larve.
In futuro, almeno nelle nostre zone, sarà sempre più difficile reperire quest’esca, in quanto tutto i corsi, i fossi, gli scoli di varia natura, saranno sempre più depurati e trattati con disinfettanti e le acque di risulta saranno sempre meno idonee alla nascita ed allo sviluppo del fouillis.”
 
Proseguiamo con le fasi della lavorazione. Hai raccolto il fouillis “sporco” e lo hai “strizzato” nella rete del setaccio…
Si, gli ho dato una prima strizzata qui, nel suo ambiente di crescita, e questa manovra, deve sempre essere molto delicata, per non provocare danni alle larve; tolto dal suo ambiente naturale, se rimane troppa acqua, potrebbero crearsi dei seri danni al fouillis che potrebbe anche morire.”
 
Una volta a casa, sul luogo di lavorazione, come procedi?
Si mette il materiale rimasto dopo la raccolta dentro a delle altre reti, a maglia più larga,  sospese e completamente immerse dentro a contenitori colmi di acqua di pozzo, mai dell’acquedotto perché ricca di cloro. In questo modo, quando le larve “sentono” l’acqua buona iniziano a nuotare, a galleggiare sospese nell’acqua, passano attraverso i residui e le maglie della rete e si depositano sul fondo dei contenitori. Tutto questo procedimento dura diverse ore, in relazione anche alla temperatura dell’acqua.
In seguito, raccolgo il fouillis pulito dal fondo delle bacinelle con setacci a maglia finissima e lo sistemo nella carta.”
 
La carta, il contenitore finale in cui le larve arrivano nelle nostre mani, credo rivesta una certa importanza nella conservazione integra del prodotto. Come la scegli e come la prepari?
La scelta della carta come contenitore deriva dal vari fattori: aiuta il prodotto a mantenere un giusto grado di umidità, perché questa è una variabile a cui il fouillis è molto sensibile, consente di farne degli strati sottili e ben isolati e, in ultima analisi, è molto economica e di facile reperibilità. Quella del quotidiano, tra le varie carte disponibili, anche se sembra un paradosso, è quella più pulita, meno trattata e con meno inchiostro rispetto ad altre carte stampate. Certo, si potrebbe impiegare anche la classica carta gialla del droghiere, ma ha dei costi diversi…
 
Una volta confezionato nelle classiche “carte” da mezzo chilo o mezzo litro, è pronto all’uso…
“Si si tiene un po’ in cella frigorifera a 3/4 gradi, per fermarlo e non farlo morire, poi si può trasportare, spedire ed usare.
Il passaggio in cella è importante per la sua conservazione, perché rallenta molto il suo processo di trasformazione; se si lascia fuori cella per un giorno o poco più, il fouillis degrada in fretta e muore. Invece, se conservato correttamente, si può tenere per 5/6 giorni, se viene inumidito regolarmente e nella giusta quantità, meglio sempre con acqua senza cloro. Il suo grande nemico, fuori dall’acqua, è il caldo, come sappiamo bene.”
 
 
Dopo aver visto dal vivo la raccolta del fouillis, Checco ci porta in una delle sue “riserve” da ver de vase. Con il fuoristrada percorriamo stradine secondarie e sterrate nelle campagne bolognesi, lontano dalle vie di comunicazione più frequentate, addentrandoci tra campi e coltivazioni dove un fitto reticolo di fossi e canaletti, in apparenza tutti uguali, formano un ambiente particolare. Ad un tratto davanti a noi si materializzano alcuni specchi d’acqua, artificiali e di vecchia data, probabilmente vecchi invasi di irrigazione o maceri per la coltivazione della canapa. Dopo la solita vestizione accurata, Checco prende gli attrezzi necessari, diversi dai precedenti, e va deciso verso uno di questi maceri, scartando gli altri con sicurezza.
 
Perché proprio questo, Checco?
In questo gruppo di laghetti il ver de vase nasce solo qui, verso il centro dell’invaso. A volte ne fa un po’ anche in quello alle nostre spalle, ma poco. Negli altri nulla. E’ difficile capire il perché ma è cosi. Qui, in questo macero, nei momenti buoni, se ne può trovare anche un chilo o più, negli altri nulla. Sono vicini uno all’altro, ma sembra che depositino solo in questo, e neppure in tutto lo specchio d’acqua ma solo in alcuni tratti; forse il fondo è diverso, con una vena di terra diversa, che permette alle uova deposte di attecchire e maturare, mentre in altri tratti le larve non si sviluppano. Io ormai l’ho saggiato tutto, più volte, così come gli altri, e il risultato è questo.”
 
Parliamo ora del ver de vase. Innanzi tutto cos’è?
Anche questa è una larva di zanzara, diversa dalla precedente; sono quelle grosse ed innocue zanzare che si vedono spesso sui muri in primavera ed autunno, al sole. Come per il fouillis, anche il ver de vase si può trovare in tutte le stagioni; naturalmente con il freddo ed il gelo è più difficile ma è possibile.”
 
Si raccoglie allo stesso modo del fouillis?
No. Essendo una larva differente necessita di condizioni ambientali diverse e quindi cambia il sistema di raccolta. Le precauzioni e le protezioni nel vestiario rimangono sempre valide e sono le stesse viste prima, dal momento che siamo sempre in ambienti acquatici in cui possono esserci topi, ratti e nutrie che sono spesso portatori di malattie anche gravi.
La prima differenza che salta all’occhio è il diverso tipo di setaccio che si impiega: per il fouillis era una sorta di retino a rete morbida mentre ora impieghiamo un vero e proprio setaccio a rete rigida. Per questo tipo di raccolta, molte preziose indicazioni e consigli mi furono dati dal mitico Marcel Van den Eynde, il pluricampione del mondo e grande conoscitore di esche. In passato io ho lavorato nel magazzino di Lele Tubertini ed ho avuto l’occasione di conoscere il grande campione belga che mi ha insegnato molto in questo campo.
Con la metodica insegnatami da lui la raccolta del ver de vase è più veloce, perché la prima operazione di pulizia, sul posto, è più veloce e le larve rimangono quasi completamente pulite da subito.”
 
Anche questa è una operazione molto faticosa…
Effettivamente si. Come hai visto si è immersi fino alla cintura e a volte anche di più e bisogna raccogliere una retata di limo e fango dal fondo, che è piuttosto pesante, nell’ordine di alcune decine di chili ogni volta, e poi far scolare il fango agitando il tutto in acqua, questo per decine di volte, a seconda di quante larve ci sono e di quante se ne debbono trovare. A termine ti assicuro che non si sente il bisogno di andare in palestra per fare un po’ di esercizio fisico…”
 
   
 
Ho notato che i ver de vase, dopo questa lavorazione di setacciatura del fango, vengono letteralmente “raccolti” in acqua con un attrezzo piuttosto… insolito!
Hai visto bene! Infatti io uso un colino da brodo, un piccolo setaccio a maglie fitte, lo stesso che le nostre massaie impiegano per schiarire il brodo di carne!
Viene impiegato questo attrezzo a causa di una particolarissima caratteristica del ver de vase: devi sapere che questa larva, nel momento che andiamo a raccogliere il fango dal fondo, sente le vibrazioni provocate dal nostro lavoro e si protegge secernendo una sorta di grasso che lo rende galleggiante, lo stesso che produce quando ha completato la fase di mutazione e che gli consente di venire a galla per la schiusa finale. Anche per questo motivo quella del ver de vase è una raccolta che richiede anche una grande sensibilità ed esperienza, perché si deve raccogliere velocemente uno strato di alcuni centimetri di fango del fondo, facendo attenzione alla quantità che non deve essere ne’ troppo poca per non fare tantissime raccolte ne’ troppa per non caricare di un peso enorme il setaccio, si deve portare il tutto rapidamente in superficie per evitare che le larve nuotino libere, setacciarlo velocemente e raccogliere altrettanto velocemente le larve che rimangono a galla, naturalmente senza danneggiarle. Ecco che il “colino” è lo strumento più indicato per fare questa operazione e deve sempre essere a portata di mano Al termine di ogni setacciata il ver de vase trovato lo sistemo in un contenitore che ho legato alla cintola.”
 
Terminata la raccolta si passa alla lavorazione vera e propria per la pulizia e il confezionamento. Come si procede con il ver de vase?
Anche il questo caso, al posto delle reti morbide che abbiamo usato per filtrare il fouillis sporco, impieghiamo dei contenitori rigidi, dei setacci del tipo di quelli usati dai muratori per la sabbia; vi si depositano sopra i ver de vase con lo sporco rimasto, solitamente fogliame ed erbe galleggianti, e si sistema il tutto dentro a dei grandi contenitori pieni d’acqua di pozzo. Appena le larve sentono l’acqua, istintivamente cercano di scendere sul fondo, attraversando lo sporco trattenuto dal setaccio e la rete del setaccio e depositandosi sul fondo del contenitore.”
 
Ma non erano diventati galleggianti durante la raccolta?
Certo, ma questa caratteristica la perdono quasi subito una volta estratti dall’acqua e con la nuova reimmissione nuovamente si rendono affondanti. Anche questo è uno dei mille capolavori della natura!
La setacciatura del ver de vase è solitamente più rapida di quella del fouillis, meno di un’ora, e al termine la procedura è simile: confezionamento nella carta e conservazione a 3/4 gradi per rallentarne al massimo la mutazione. Il ver de vase, se ben conservato, nella carta può durare qualche giorno in più del fouillis.
Un piccolo trucco per mantenerlo anche per tempi molto lunghi, oltre un mese, è quello di conservarlo in una bottiglia piena d’acqua di pozzo, sempre a 3/4 gradi, avendo l’accortezza di cambiare l’acqua ogni 4/5 giorni. Diventano un po’più piccoli ma rimangono comunque validissimi.”
   
 
Durante l’uso in pesca, invece, come è meglio fare?
“Molti tengono il ver de vase, durante la pesca, nell’acqua; personalmente credo che sia sempre meglio conservarli nella carta, naturalmente sempre molto umida. Questo soprattutto perché, così conservati, l’innesco è più agevole, non avendo le dita bagnate per prenderlo dalla vaschetta.”
 
Ormai è sera e dobbiamo lasciarci: questa splendida esperienza con Checco e Luca rimarrà nei miei ricordi e nel registratore…
Almeno ora so da dove e come arriva fino a noi la “robina rossa”.
Chissà che non possa esserci, prossimamente, un'altra occasione per andare, con loro, alla scoperta di qualche altro piccolo, grande segreto di questo nostro meraviglioso mondo.
Sono certo che Checco conosce ancora qualche altra magia…
 
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca in, Tubertini High Quality e agonista del GPO Imolese Tubertini)
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 31/12/2011 @ 04:07:55, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 8960 volte)
LE NUOVE ROUBAISIENNE 2012 DI TUBERTINI HIGH QUALITY
Le roubaisienne Tubertini rappresentano un vero concentrato di tecnologia, risultato di un continuo lavoro di ricerca sulle tecniche di pesca, sulle fibre di carbonio e sul design. L'analisi sui materiali e sui profili geometrici hanno portato alla nascita di una collezione migliorata nelle caratteristiche di bilanciatura e resistenza. Canne tutte Made in Italy potenti ed affidabili con modelli adatti sia alla pesca in canale che a quella in carpodromo. Oltre ai particolari accorgimenti costruttivi come il PST Pro Slide Tip, il Parallel Lines tutte le canne sono dotate di una eccezionale finitura superficiale che ne garantisce un elevata scorrevolezza.
Di seguito la descrizione di tutti i nuovi modelli 2012.
 
 
ROUBAISIENNE TUBERTINI EVOLA 9000
La roubaisienne Evola evolve nella nuova 9000, un modello capace di entusiasmare per prestazioni ed innovazione; lo sviluppo ha riguardato l'aspetto geometrico della canna che ha riproposto in maniera perfezionata il sistema Parallel Lines: i diametri posteriori degli elementi 10,00 - 11,50 e 13,00 mt sono uguali e possono quindi alloggiare indistintamente la miniprolunga per una grande versatilità, la base a 13,00 mt puo' essere utilizzata per pescare a 11,50 per una presa sicura ed affidabile, il diametro della canna stato ridotto di ben 1,5 mm per una maneggevolezza incredibile. Ampia ed articolata la proposta di kit compatibili.
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
Evola 9000
13,00 m
881 g
9
170 cm
Mini Prolunga
65 cm
128 g
1
65 cm

ROUBAISIENNE TUBERTINI EVOLA CARP TEAM
La Evola Carp Team impiega la stessa linea di stampi della Evola 9000. Pur estremamente sottile evidenzia elevate doti di rigidita' e maneggevolezza che ne fanno, oltre che un ottimo muletto per la 9000, anche un attrezzo adatto per la pesca in canale e carpodromo; anche la Evola Carp Team compatibile con tutti i kit della gamma Tubertini.
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
Evola Carp Team (no kit)
13,00 m
818 g
5
170 cm
Mini Prolunga
65 cm
152 g
1
65 cm

ROUBAISIENNE TUBERTINI EXTREME MATCH 7700
Il sistema Parallel Lines stato introdotto anche sulla nuova Extreme Match 7700. Migliorata sensibilmente nella rigidita' e ridotta nel diametro, si ripropone come una vera All-Round; infatti facile notare come questa canna, a seconda dei kit con la quale viene dotata, sappia trasformarsi da una vera Match, leggera e rigida, ad una vera Carp, potente ed affidabile mantenendo sempre un'azione lineare e progressiva, senza alcuna discontinuita'.
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
Extreme Match 7700 (no kit)
13,00 m
812 g
5
170 cm
Mini Prolunga
65 cm
152 g
1
65 cm

ROUBAISIENNE TUBERTINI EXTREME CARP 6500
La Extreme Carp 6500 stata sviluppata sugli stessi stampi della Match 7700; beneficia anch'essa dell'evoluzione del sistema Parallel Lines riproponendosi pu'i sottile, rigida e dalle sbalorditive caratteristiche di potenza e affidabilita'. Adatta per la pesca nei carpodromi, sa anche essere molto maneggevole e bilanciata se dotata dei kit leggeri appartenenti all'ampia gamma.
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
Extreme Carp 6500 (no kit)
13,00 m
822 g
5
170 cm
Mini Prolunga
65 cm
152 g
1
65 cm

ROUBAISIENNE TUBERTINI EXTREME CARP 5000
La Extreme Carp 5000 e' una nuova roubaisienne che utilizza gli stessi mandrini della 7700 e 6500. Estremamente affidabile e ben bialnciata, ben supporta i kit pi potenti della gamma diventando strumento indispensabile per chi pratica la pesca nei carpodromi o in campi gara con taglie e pescosita' elevate.
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
Extreme Carp 5000 (no kit)
13,00 m
916 g
5
170 cm
Mini Prolunga
65 cm
152 g
1
65 cm

KIT EVO X ROUBAISIENNE TUBERTINI
I kit Tubertini sono stati sviluppati con l'obiettivo preciso di dare l'opportunita' al pescatore di creare la soluzione tecnica che piu' gli si addice. Infatti tutti , dal potente Evo Carp fino al rigido e leggero Match, sono dotati dello stesso attacco e possono quindi essere montati su tutte le roubaisienne Evola ed Extreme determinando azioni, bilanciature e potenze diverse. Il kit K2 Power Carp, composto da due pezzi a innesto, compatibile con il terzo pezzo dei kit Evo, Evo Top e Evo Carp.
modello
misura
peso
sezioni
K2 Power Carp
2,64 m
37 g
2
Kit Evo Carp
5,10 m
145 g
4
Kit Evo Carp Slim
5,10 m
141 g
4
Kit Evo
5,10 m
124 g
4
Kit Evo Slim
5,10 m
122 g
4
Kit Evo Top
5,10 m
122 g
4
Kit Evo Light
5,10 m
120 g
4
Kit Match
5,10 m
115 g
4

 
 
SITO DI TUBERTINI HIGH QUALITY : http://www.tubertini.it
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 28/12/2011 @ 14:42:34, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 3682 volte)
Level Magic e Pellets Tubertini abbinata vincente
articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
 
 
Il rientro dalle ferie è sempre un momento “difficile”, che richiede un periodo di riadattamento alla vita quotidiana. Per riuscire meglio a rientrare nei ritmi di tutti i giorni, quale migliore occasione di una pescata in relax con qualche amico, magari in un impianto comodo e ricco di pesci?
E’ quanto ci siamo detti con Enrico Landi, rappresentante della Tubertini, appena rientrato dalle vacanze ed in procinto di ributtarci nei rispettivi lavori e nell’agone agonistico del prossimo autunno. Con noi anche Federico, figlio di Enrico e pescatore per diletto ma con la passione di papà nel sangue.
Per l’occasione abbiamo scelto di passare qualche ora al “Lago del Nonno”, nell’immediata periferia di Bologna, un impianto molto bello ed accogliente, ben curato, dove si possono trovare due grandi laghi, uno dedicato al catch and release ed uno alla pesca d’asporto, ricchi di tanti pesci di diverse specie.
Per l’occasione con Enrico abbiamo voluto mettere alla prova le nuove bolognesi LEVEL MAGIC, attrezzi all round di alta qualità, ed alcune essenze della nuova, vasta gamma di POWER PELLETS da pastura e da innesco della prestigiosa Azienda di Bazzano (Bo).
Le nostre attenzioni “interessate” si sono indirizzate sugli abitanti del lago dedicato al catch and release: carpe di tutte le dimensioni, grossi pesci gatto americani, carassi ecc.
Per una volta tanto abbiamo deciso di lasciar riposare le roubaisienne e tornare alle “origini” usando la tecnica con la quale i nostri nonni e padri hanno portato il nome di Bologna nel mondo della Pesca Sportiva: la telescopica con anelli o bolognese.
 
Enrico ha montato una LEVEL MAGIC da 7 metri, mentre Federico ha optato per il modello da 6.
 
Come pasturazione abbiamo deciso di impiegare esclusivamente esche pronte all'uso come i POWER PELLETS Tubertini e come inneschi i nuovi PRE DRILLED e GROWERS EXPANDER, due tipologie di pellets da innesco dalle spiccate caratteristiche adescanti, rivelatisi anche estremamente semplici da usare. Dopo un paio di manciate di POWER PELLETS FISH MEAL e POWER PELLETS RED TUTTIFRUTTI fiondate 10/12 metri davanti alla nostra postazione di pesca come pasturazione preventiva, abbiamo preparato le lenze, molto semplici, da usare per la pescata. Come galleggianti dei segnalatori da 0,50/0,75 grammi della PRO 52, PRO 72 o similari vanno benissimo, montati su una madre lenza dello 0,14/16, tarati da una piombatura abbastanza raccolta; come ami con queste esche sono indicati dei modelli robusti e ben affilati, a curvatura tonda, apertura abbastanza larga e punta leggermente rientrante come la serie 175 nelle misure dal n°3 al n°6. Modelli come questo consentono di innescare direttamente il pelletrs da innesco in maniera molto accurata, mentre se si impiegano gli anellini porta pellets durante l'aspirazione dell'esca consentono un'aggancio efficace nell'apparato boccale di prede di taglia a cui ci si indirizza con questa pesca.
 
Pochi minuti e siamo in pesca e altri pochi minuti il galleggiante di Enrico affonda. La risposta della Level Magic è fulminea e la cima nervosa si flette armonica e progressiva sotto l'azione di un carassio di grossa taglia! E' veramente stupefacente la rapidità con cui gli attrattori dei POWER PELLETS Tubertini hanno fatto effetto attirando in zona i primi pesci: praticamente con la stessa rapidità di un'esca tradizionale quale i bigattini o il mais. Ben presto le abboccate si alternano sulle nostre lenze, facendoci veramente divertire. Le LEVEL MAGIC offrono una ottima prova di se, anche con alcune grosse carpe ed un clarius stimato ad occhio attorno ai 6 chili ingannato da Enrico con un Growers Pellets allo scopex innescato direttamente sull'amo. I pesci rispondono voracemente alla pasturazione eseguita con fiondatine frequenti di alcuni pellets sfusi lanciati attorno all'antenna del galleggiante, staccandosi dal fondo e segnalando la loro presenza con numerose abboccate lungo la calata dell'esca verso il fondo. Per sfruttare meglio questa condizione Enrico arriva ad allargare la geometria della lenza, rallentando la discesa dell'esca e le abboccate sono effettivamente più evidenti con frequenti starate del PRO 72. La vetta della Level Magic disegna una curva perfetta sotto le sfuriate delle carpe, che si arrendono in fretta al “nervo” di questa sottile e potente bolognese dall'elegante cosmetica. Il pomeriggio vola grazie alla bella pescata che ci regalano queste belle bolognesi Tubertini abbinate ai prodigiosi POWER PELLETS, dimostratisi veramente un'abbinata vincente!
 
IL SEGRETO DEL CAMPIONE:
Nel corso della pescata, Enrico mi ha svelato un piccolo segreto per la preparazione del GROWERS expander, con l'aiuto di un semplice vaporizzatore come quello impiegato per bagnare le piante o la pastura; mettiamo nel vaporizzatore la quantità di prodotto che intendiamo impiegare come innesco, lo copriamo bene con acqua e, con la pompetta del vaporizzatore, togliamo l'aria dal contenitore. In questo modo la bagnatura del prodotto sarà molto più veloce e profonda e l'esca risulterà più gommosa e resistente all'innesco. Questo procedimento, tra l'altro, ci dà anche la possibilità di personalizzare ulteriormente la nostra esca, aggiungendo qualsiasi tipo di attrattore liquido nell'acqua all'interno de vaporizzatore, attrattore che penetrerà profondamente ed in velocità nella nostra esca “personalizzata”!
 
I MATERIALI:
 
  
 
LEVEL MAGIC – Bolognesi proposte sia montate che “nude” nelle misure da m. 4 - 5 – 6 – 7. Sono canne allround realizzate in carbonio ad Alta Resistenza, idonee a svariati utilizzi quali la pesca nei carpodromi, la pesca in mare, sia da riva che dalla barca, ottima per la pesca alle spigole fatta con galleggianti pesanti innescando il gambero o per i grossi barbi del Po. Ogni impiego gravoso trova nelle Level Magic delle ottime compagne di pesca. La versione nuda consente di poterle adattare a varie esigenze modificandone l'assetto; ad esempio nella pesca in mare, sostituendo la vetta in carbonio in dotazione con una vetta in fibra di vetro, si ottiene un attrezzo ideale per la pesca agli sgombri dalla barca. I diametri sono molto contenuti senza influire sulla bilanciatura, che rimane perfetta: con una Level Magic si possono trascorrere molte ore in pesca senza risentirne fisicamente!
 
POWER PELLETS – Con questa gamma completa di essenze e diametri, Tubertini integra la sua proposta in questo settore di grande attualità. L'uso del pellets all'estero ha tradizioni consolidate, grazie anche alla grande praticità di questi prodotti, moderni, sempre pronti all'uso e di grande efficacia. Con i POWER PELLETS Tubertini possiamo decidere di andare a praticare il nostro sport preferito in qualsiasi momento, senza necessariamente passare dal negoziante di fiducia per acquistare le esche fresche.
 
Per la composizione della gamma POWER PELLETS, i tecnici Tubertini hanno selezionato questa gamma di prodotti di origine olandese, realizzati da una importantissima Azienda leader del settore esche e mangimi per uso sportivo e professionale. Sono realizzati con farine selezionate di pesce e cereali, oli di pesce raffinati, aromi, attrattori basati su aminoacidi e palatants per garantire un gusto unico, un’attrazione immediata e duratura senza saziare il pesce.
 
I POWER PELLETS Tubertini, disponibili in confezioni da 1 kg, si dimostrano estremamente versatili poiché possono essere impiegati sia come pasturazione, a mano, con la fionda o inglobati nelle pasture, che come innesco con l'utilizzo dei pratici anellini porta pellets; consentono una selezione importante della taglia, eliminando il disturbo del pesce piccolo. Una volta in acqua i POWER PELLETS Tubertini rilasciano in tempo molto brevi i loro attrattori olfattivi, stimolando una reazione veloce del pesce in zona; parallelamente la persistenza sul fondo o sull'amo é molto lunga.
 
GAMMA POWER PELLETS
 
POWER CARP PELLETS: diametri mm. 4,5 – 6
POWER CARP PELLETS HALIBUT: diametri mm. 4,5 – 6 – 10 – 16 – 20
POWER CARP PELLETS RED TUTTIFRUTTI: diametri mm. 6
POWER CARP PELLETS YELLOW SCOPEX: diametri mm. 6
POWER CARP PELLETS FISH MEAL: diametri mm. 4,5 – 6 – 8 – 10
POWER CARP PELLETS GREEN BETAINE: diametri mm. 4,5 – 6
POWER MARINE PELLETS: diametri mm. 4,5 – 6
POWER TROUT PELLETS: diametri mm. 4,5 – 6
 
La nuova gamma di pellets Tubertini comprende anche degli specifici pellets da innesco (hookable): il PRE DRILLED e il GROWERS, con le seguenti caratteristiche:
 
 
 
Pre Drilled Pellets
E' un pellets da innesco secco, preforato, per consentire un rapido innesco su “Hair-Rig” o sull'amo con l'apposito anellino. Altamente attrattivi, grazie all’alto contenuto di oli e farine di pesce, estratti naturali e aminoacidi, sono stati studiati per la cattura di grosse carpe, pesci gatto, siluri e storioni.
 
Gusto Halibut: diametri mm. 8 – 12 – 16 – 20, confezione barattolo g. 150
 
 
Growers Pellets
E' un pellets ”expander” da innesco, ricco di oli e farine di pesce ed altri ingredienti che ne aumentano l’attrattività. Si definisce “expander” perché prima dell’uso va ammorbidito immergendolo per 45-60 minuti nell’acqua. Dopo questo trattamento si ottiene un'esca morbida, gommosa, ottimamente innescabile e dall'ottimA tenuta all'amo. 
 
Gusti: Tonno, Scopex, Tutti Frutti - diametro mm. 6, confezione barattolo g. 150
 
articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
 
 
Sito Tubertini High Quality : http://www.tubertini.it/
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 25/12/2011 @ 10:21:41, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 3554 volte)
CARPFISHING, CARP ACADEMY VAN DEN EYNDE
 
Una serie di prodotti eccezionali e super concentrati, prodotti da un marchio che di pasture e aromi ne ha fatto una scienza, indispensabili per aumentare il potere attirante delle nostre boiles e pasture. Sono utili specialmente nelle giornate difficili, quando i nostri amici pinnuti non ne vogliono proprio sapere di assaggiare le nostre esche anche se presentate nel migliore dei modi.
 
 
VAN DEN EYNDE - VDE Stimulators
Stimolatori d’appetito in polvere, per rendere le esche ulteriormente profumate ed efficaci è consigliabile miscelarli al mix uno o due giorni prima della produzione delle boiles.
 
AROMA
CONFEZIONE
CONTENUTO
Vaniglia/Vanille
1
100 g
Cocco/Coconut
1
100 g
Lacto
1
100 g
Tuttifrutti
1
100 g
Amadel
1
100 g
Fragola/Strawberry
1
100 g
 
 
VAN DEN EYNDE - VDE Aminozuren
Aminoacidi in polvere aromatizzati, per aumentare il valore nutritivo ed attrattivo delle boilies.
 
AROMA
CONFEZIONE
CONTENUTO
Naturale/Natural
1
90 g
Vaniglia/Vanille
1
90 g
Lacto
1
90 g
Fragola/Strawberry
1
90 g
 
 
VAN DEN EYNDE - VDE Magic Color
Coloranti naturali in polvere, per personalizzare il colore delle esche.
                                                                                                                                          
CONFEZIONE
CONTENUTO
COLORE
1
100 g
• Giallo
1
100 g
• Nero
1
100 g
• Marrone
1
100 g
• Bianco
1
100 g
• Rosso
 
 
VAN DEN EYNDE - VDE Concentrates
Aromi super concentrati in polvere, da utilizzare in abbinamento agli aromi liquidi per incrementare il potere attrattivo del mix. Per rendere le esche ulteriormente profumate ed efficaci è consigliabile miscelarli al mix uno o due giorni prima della produzione delle boilies.
 
AROMA
CONFEZIONE
CONTENUTO
Lacto
1
100 g
Cocco/Coconut
1
100 g
Vaniglia/Vanille
1
100 g
Exotic
1
100 g
Fragola/Strawberry
1
100 g
TuttiFrutti
1
100 g
Amandel
1
100 g
Superzoet
1
100 g
 
 
VAN DEN EYNDE - VDE Flavours
Aromi super concentrati liquidi, di ottima qualità, utilizzabili in qualsiasi tipo di mix.
 
AROMA
CONFEZIONE
CONTENUTO
Banana/Banane
1
60 ml
Coctail
1
60 ml
Tuttifrutti
1
60 ml
Pistacchio/Pistache
1
60 ml
Fragola/Strawberry
1
60 ml
 
 
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 21/11/2011 @ 21:18:27, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 7279 volte)
TUTTE LE PASTURE PER ACQUE INTERNE, GLI INGREDIENTI E GLI AROMI DI TUBERTINI HIGH QUALITY
Pasture composte con ingredienti di prima scelta selezionati e studiati appositamente per ottenere un rendimento superiore in fase di pesca.
Oltre alle classiche farine sono stati aggiunti additivi specifici in grado di attirare i pesci indipendentemente dal luogo e dalla stagione di pesca. Le caratteristiche fisiche, come granulometria e peso specifico, sono state studiate tenendo conto delle diverse situazioni alimentari in cui vengono a trovarsi i pesci nel loro ambiente naturale. Grazie all'esperienza dei Campioni presenti nelle società sponsorizzate dalla ditta Tubertini stata realizzata un fornitissimo campionario di pasture innovative che vanno incontro a tutte le esigenze del pescatore che ricerca prodotti innovativi e al top di gamma.
 

Hobby Line: Fish Meal
Pastura aromatizzata alla farina di pesce. Indicata per la pesca sul fondo di carpe e grossi pesci. Particolarmente adatta nei periodi primaverili ed autunnali. Colore marrone.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
2001: Scardole - Carassi
Pastura specifica per la pesca dei carassi e scardole in acque lente o ferme. adatta all'integrazione di esche come Bigattini, Caster, Fouilles, Ver de Vase. Granulometria media, colore nocciola, aroma amaretto
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Hobby Line: Cavedani - Barbi Savette
Questa pastura speciale per la cattura di Cavedani, Barbi e Savette, particolarmente usata in acque limpide e veloci. La pastura di colore Brown o Red. Prima della bagnatura si consiglia laggiunta di un 15% di Attractor
Confezioni al dettaglio da 5Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Hobby Line: Carpe - Carassi
Questa pastura speciale per la cattura di Carpe, Carassi, particolarmente usata in acque limpide e veloci. La pastura di colore Giallo. Prima della bagnatura si consiglia l'aggiunta di un 15% di Attractor.
Confezioni al dettaglio da 5Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Fondo Big: Carassi - Carpe - Scardole
Questa pastura viene solitamente usata per la pesca nelle competizioni sui vari campi di gara ed efficace sia da lanciare con la fionda che da usare come fondo iniziale. consigliabile bagnarla con del torteaux di mais inumidito per renderla più efficace. Di colore nero e a grana grossa solitamente usata per la pesca di scardole, carassi, carpe ma pu essere impiegata anche per altri tipi di pesci. Molto facile da impastare, si consiglia sempre di setacciarla per una sfaldatura migliore. Si può integrare con esche vive (bigattini, caster, lombrichi, fouille) oppure con mais, canapa ecc. Dal sapore e dall'aroma dolce composta da ingredienti totalmente naturali. Si può utilizzare sia in acque lente o ferme che correnti, si può aggiungere eventualmente del PV1 per renderla pi legante. Ideale per acque chiare.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 

Fondo Big: Carassi - Carpe
Questa pastura viene solitamente usata per la pesca nelle competizioni sui vari campi di gara ed è efficace sia da lanciare con la fionda che da usare come fondo iniziale. consigliabile bagnarla con del torteaux di mais inumidito per renderla più efficace. Di colore giallo o rossa e a grana grossa solitamente usata per la pesca di scardole, carassi, carpe ma può essere impiegata anche per altri tipi di pesci. Molto facile da impastare, si consiglia sempre di setacciarla per una sfaldatura migliore. Si può integrare con esche vive (bigattini, caster, lombrichi, fouille) oppure con mais, canapa ecc. Dal sapore e dall'aroma dolce composta da ingredienti totalmente naturali. Si può utilizzare sia in acque lente o ferme che correnti, si può aggiungere eventualmente del PV1 per renderla più legante.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
Carassio Special
Questa pastura ideale per la pesca di Carassi e Scardole in canali con acqua ferma o velocità media. Specifica per la pesca a mezz'acqua o sul fondo preferibilmente con l'aggiunta di un 15% di PV1. Per pasturazione a mezzacqua tenerla più umida mentre per il fondo va tenuta più consistente.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 

Alborella Export
Questa pastura di colore nocciola scuro, viene usata per la cattura di alborelle e triotti in canali o fiumi a media velocità.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Alborella Competition
Questo sfarinato di colore nocciola e a grana fine, solitamente usato per la pesca di Alborelle, Triotti e altri piccoli pesci. Molto facile da impastare, si può utilizzare sia molto bagnata per fare la macchia in superficie e a mezz'acqua, oppure più asciutta per fare una pesca pi in profondità. Dal sapore e dall'aroma dolce composta da ingredienti totalmente naturali. Adatta da utilizzare sia in acque lente o ferme che correnti.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 

Cavedano - Barbo - Savetta
Questa pastura speciale per la cattura di Cavedani, Barbi e Savette, particolarmente usata in acque limpide e veloci. La pastura di colore Brown o Red. Prima della bagnatura si consiglia l'aggiunta di un 15% di Attractor.
Confezioni al dettaglio da 3Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
Carassio - Carpa - Scardola
Questo mangime di colore giallo viene usato da tutti i pescatori per la cattura di Carpe, Carassi e Scardole. Principalmente usato nei canali con acqua ferma o semiveloce. Prima della Bagnatura preferibile l'aggiunta di un 10% di Touche.
Confezioni al dettaglio da 3Kg
 
 
 
 
 
 
 
 

Competition Line: Carpa - Tinca
Questo sfarinato a grana medio grossa, solitamente usato per la pesca di Carpe, Tinche e Carassi, ma può essere impiegato anche per altri tipi di pesci. Molto facile da impastare, si consiglia sempre di setacciarla per una sfaldatura migliore. Si può integrare con esche vive (bigattini, caster, lombrichi) oppure con mais, canapa ecc. Dal sapore e dall'aroma dolce composta da ingredienti totalmente naturali. Si può utilizzare sia in acque lente o ferme che correnti.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 

Lasca - Savetta - Cavedano
Questo mangime usato per la cattura di Cavedani, Barbi, di colore Brown e ricco di formaggio, viene impiegato per acque veloci o lente. Date le sue particolari caratteristiche leganti si offre per l'aggiunta di esche quali bigattini o caster.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 

Competition Line: Pro Canal
Pastura da fondo e mezzo fondo, indicata in acque lente o ferme. Particolarmente adatta per la pesca del carassio e della carpa in laghi o canali.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Competition Line: Fondo Pro
Vista la percentuale di ingredienti attiranti quali crisalide e formaggio, questa pastura viene usata per la cattura di scardole e cavedani. Questo sfarinato si presta anche per acque molto veloci con l'aggiunta di circa un 40% di mangime L.C.S.
Confezioni al dettaglio da 2Kg
 
 
 
 
 
 
 
 

Competition Line: Fondo Top
Pastura che si adatta particolarmente per acque medie e veloci, indicata per la pesca sul fondo a pesci di media taglia, di facile preparazione.
Confezioni al dettaglio da 1Kg
 
 
 
 
 
 
 
 

INGREDIENTI E AROMI TUBERTINI HIGH QUALITY
 
Aromi Liquidi
Aromi naturali. Questi prodotti sono stati studiati per la facilità che comporta l'utilizzo. Sono stati perfezionati con i consigli dei campioni della squadra Lenza Emiliana Tubertini. Se ne apprezzano appieno la forza e perfezione usandoli.
Aromi: Carpa, Breme, Gardon, Alborella-Triotto, Carassio-Carpa, Carassio, Cavedano-Barbo
Confezioni al dettaglio da 250ml
 
 
 
 
 
 
 

Aromi per terra e pastura PRO Line
Aroma super concentrato in polvere per 5 kg di terra o pastura.
Aromi: Brasem, Fragola, Vaniglia, Caramel, Tuttifrutti, Formaggio, Touche
Confezioni al dettaglio da 50gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Formaggio Grattugiato
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Vaniglia in Polvere
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Coriandolo Macinato
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
  
 
 

Fragola Ideale per le Carpe
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Touche ideale per Carpe e Carassi
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Brasem ideale per le Breme
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Tortue di Mais Integrale TTX
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Va bagnato in anticipo prima di essere miscelato alla pastura
Confezioni al dettaglio da 1000gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Tortue di Mais
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per personalizzare le pasture.
Va bagnato in anticipo prima di essere miscelato alla pastura
Confezioni al dettaglio da 1000gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Collante PV1
Additivo in polvere della migliore qualità disponibile, ideale per far sfaldare le pasture pi lentamente in presenza di corrente.
Confezioni al dettaglio da 1000gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Quarzo Lavato e Levigato
In due colorazioni adatto per essere incollato ai bigattini per ottenere con la fionda lanci più lunghi oppure per appesantire veramente molto la pastura.
Color grigio granulometria da: D0,7-1,2mm - D2,0-3,0mm D3,0-5,6mm
Color rosso granulometria da: D2,0-3,0mm
Confezioni al dettaglio da 2Kg
 
 
 
 
 
 
 
 

LEGANTI PER ESCHE TUBERTINI HIGH QUALITY
Bentonite Match
La Bentonite Match, selezionata e testata dai Campioni della Lenza Emiliana Tubertini, un collante naturale ottimo come veicolo per il trasporto sul fondo di esche vive come Fouilles e Ver de Vase. Pu essere utilizzata sia da sola che in aggiunta alle terre, sia di Somma che di Fondo, per aumentarne il potere aggregante nel caso la percentuale di esche all'interno sia molto elevata, oppure quando si pesca in presenza di corrente molto veloce. La Bentonite Match Tubertini disponibile sia nella versione grigia che in quella marrone, la prima molto più legante della seconda, da usare a seconda delle stagioni ed alla quantità di esche che si desidera incollare.
Confezioni al dettaglio da 1000gr
 
 
 

Legante Rubber
Collante in colla arabica al 100% ideale per la pasturazione con bigattini. Indispensabile per far scendere con precisione i bigattini sul fondo, dopo qualche minuto questo prodotto si scioglie liberandoli. Ne basta una piccola quantità per un incollaggio perfetto
Confezioni al dettaglio da 500gr.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Legante per Esca Giallo
Collante ideale per la pasturazione con bigattini. Indispensabile per far scendere con precisione i bigattini sul fondo, dopo qualche minuto questo prodotto si scioglie liberandoli.
Confezioni al dettaglio da 200gr. e da 500gr.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Legante per Esca Bianco
Collante ideale per la pasturazione con bigattini. Indispensabile per far scendere con precisione i bigattini sul fondo, dopo qualche minuto questo prodotto si scioglie liberandoli.
Confezioni al dettaglio da 200gr. e da 500gr.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Talco Aromatizzato Match Line
Messo sulle mani impedisce ai bigattini incollati di appiccicarsi ad esse. Ne basta un pò per finire la gara con le mani pulite e senza residui di colla.
In 3 aromi diversi : Neutro, Formaggio, Touche
Confezioni al dettaglio da 250gr
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

ALTRI NOSTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI
 
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 21/11/2011 @ 21:11:52, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 6191 volte)
PASTURE GOLD MEDAL TUBERTINI
Pasture dedicate espressamente all'agonismo, composte con ingredienti di prima scelta selezionati e studiati appositamente per ottenere un rendimento superiore in fase di pesca.
Oltre alle classiche farine sono stati aggiunti additivi specifici in grado di attirare i pesci indipendentemente dal luogo e dalla stagione di pesca. Le caratteristiche fisiche, come granulometria e peso specifico, sono state studiate tenendo conto delle diverse situazioni alimentari in cui vengono a trovarsi i pesci nel loro ambiente naturale. Grazie all'esperienza dei Campioni presenti nelle societa' sponsorizzate dalla ditta Tubertini e' stata realizzata una linea di pasture innovative che vanno incontro alle nuove esigenze di pesca che si sono create negli ultimi anni.
 

Pastura Gold Medal Yellow Tubertini
Pastura gialla a grana media ideale per acqua lenta, composta per la pesca di breme, carassi e carpe adattabile a diverse situazioni di pesca. in acqua ferma si consiglia di miscelarla con 10-20% di Torteaux di mais integrale e 10% di Pane Tostato mentre in acqua corrente le aggiunte consigliate sono 10% di PV1 ed eventualmente, nel caso di corrente molto veloce, un 30-40% di Terra di fondo. Le pasture Gold Medal sono ideali per integrare le classiche pasture Tubertini, come Fondo biG, Carassio special e Fondo TOP, per creare miscele altamente attrattive e nutritive.
 
 
 
 
 
Pastura Gold Medal Black Tubertini
Pastura nera a grana fine studiata per la pesca in acque ferme o lente di breme e di pesci estremamente sospettosi. in acqua ferma e poco profonda si consiglia di aggiungere 20% di Pane Tostato e 10% di Copra Melassa per far sfaldare le palle di pastura al contatto con l'acqua, condizione fondamentale per la pesca della breme. Per facilitare la discesa verso il fondo dell'alone che questa pastura crea in superficie, necessario aggiungere 20- 40% di argilla belga, dopo aver bagnato abbondantemente la pastura. Gli additivi indicati ad aumentarne l'efficacia sono il big Fish, il brasem e gli aromi Concentrati al brasem, Vaniglia e Caramello.
 
 

Pastura Gold Medal Brown Tubertini
Pastura marrone a grana media ideale per acqua corrente, composta per la pesca di breme, carassi e carpe. nel caso di corrente molto veloce le aggiunte consigliate sono PV1 e Torteaux di mais integrale che aiutano ad incollare ed appesantire la pastura, a questo scopo pu essere ideale anche la miscela con Terra di fondo nella misura di un 40% in peso, soprattutto se ammesso l'uso del fouille. Gli additivi indicati ad aumentare ulteriormente l'efficacia di questo sfarinato sono il big Fish, il brasem e gli aromi Concentrati al brasem, Vaniglia e Caramello.
 
 
 
 

Pastura Gold Medal White Tubertini
Pastura bianca a grana grossa ideale per acqua corrente, composta per la pesca di cavedani, scardole e barbi. Il luogo pi indicato per lutilizzo di questa pastura il fiume Mincio a Peschiera del Garda in tutte le stagioni, sia quando il fondale ricoperto di alghe che quando pulito. nel primo caso sar molto importante usarla in associazione alla Fondo PrO in parti uguali per alleggerirla ed impedire che le palle di pastura si nascondano nella vegetazione, mentre nel secondo caso si consiglia di miscelarla con la Lasca savetta Cavedano per appesantirla, soprattutto se la corrente molto veloce.
 
 

 
 
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 21/11/2011 @ 12:50:09, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 14727 volte)
TUTTE LE PASTURE DI MARCEL VAN DEN EYNDE
Rappresentante esclusivo per lItalia Tubertini High Quality
All'interno dell'articolo troverete la lista con la descrizione di tutte le pasture di Marcel Van Den Eynde
CHI ERA MARCEL VAN DEN EYNDE
(nelle parole di Jan van Schendel, Gabriele Tubertini e Angelo Rinaldi)
articolo di Angelo Borgatti
Per far conoscere o semplicemente ricordare chi sia stato van den Eynde nel mondo della Pesca Sportiva ed Agonistica occorrerebbe almeno un libro, un grosso libro.
Moltissimi di noi, probabilmente, almeno una volta hanno avuto tra le mani un sacchetto di pastura con il famosissimo logo circolare con la bandiera belga e le 3x, ed i pi giovani spesso senza sapere chi e cosa ci fosse dietro.
Chi lo ha conosciuto, anche solo di fama, non ha certo bisogno di queste note per ricordarlo; per i molti che, oggi, calcano i campi di gara e, per motivi anagrafici, non hanno vissuto gli anni epici dell'agonismo internazionale e della grande ascesa e diffusione del nostro sport, ho tentato di rendere questo piccolo omaggio al grande belga con le parole di tre grandi campioni, tra i tantissimi, che lo hanno conosciuto, apprezzato e stimato, come uomo ancor prima che come sportivo.
.per continuare a leggere tutto l'articolo di Angelo Borgatti clicca qui : http://www.gpofishing.it/dblog/articolo.asp?articolo=67 
 
 
 
 
 

ELENCO E DESCRIZIONE DELLE PASTURE DI MARCEL VAN DEN EYNDE
Van Den Eynde VDE Carpano
Ideale per la costruzione di Boilies. Può essere usata anche come pastura o innescata sull'amo.


Van Den Eynde VDE Carp Pellets Strawberry
Pellets attirante e apetizzante da fondo a scioglimento prolungato. Mantiene pasturata la zona di pesca per tempi molto lunghi.

Van Den Eynde VDE Carp Grounbait
Pastura da fondo per carpe e grossi pesci aromatizzata alla farina di pesce o alla fragola adatta sia in acqua lenta che veloce.

Van Den Eynde VDE Kastaar
Pastura a base dolciastra che deriva dall'impego di biscotto e melassa. Studiata per il pesce di fondo in acque calde o nel periodo estivo, adatta in modo particolare per la pesca al carassio.

 
 
Van Den Eynde VDE HI PRO Specimen Carp
Pastura specifica da Carpa, risulta molto utile in aggiunta alle normali pasture Van den Eynde o Tubertini, in campi di gara dove dove siano presenti carpe e pesci grossi in genere.

 
 
Van Den Eynde VDE Record Gold
Pastura di colore giallo chiaro espressamente studiata per le acque molto veloci. particolarmente valida per la pesca al Cavedano, del Carassio e della Scardola. Si pu farcire con bigattini o altre esche (casters, mais, lombrichi, ecc).

 
 
Van Den Eynde VDE Record Zil
Pastura di colore giallo chiaro espressamente studiata per le acque medio lente. particolarmente valida per la pesca al Cavedano, del Carassio e della Scardola. Si può farcire con bigattini o altre esche (casters, mais, lombrichi, ecc).

 
 
Van Den Eynde VDE Heavy Special
Pastura da fondo pesante per la pesca al Carassio, Scardola, Savetta in corrente. Si consiglia di bagnare tre volte per ottenere una amalgama perfetta del prodotto. In caso di corrente molto veloce, appesantire con Kanaal in misura del 30/50%.
 

 
 
Van Den Eynde VDE Match Win
Pastura da mezzo fondo specifica per Triotto Lasca Scardola. studiata per pesci di dimensione medio/piccola in acquq corrente o ferma. Variare la percentuale di acqua in base alla corrente. Appesantire eventualmente con 30%-50% di Kanaal.

 
 
Van Den Eynde VDE Classic
Pastura studiata espressamente per Cavedano, Savetta, Pigo in acqua corrente. Va bagnata tre volte, perch assorbendo molta acqua necessita di una preparazione specifica. In caso di corrente molto veloce, aggiungere SECRET in proporzione dal 30%-50%.

 
 
Van Den Eynde VDE Catch
Pastura specifica per Carassi, Scardole, Carpe in canale o acqua ferma. Colore giallo e base dolce. Perfetto per Ostellato. A seconda della quantita' d'acqua scoppia in superficie oppure scende lentamente verso il fondo.
 

 
 
Van Den Eynde VDE Secret
Tipica pastura da fondo pesante per ciprinidi, va bagnata poco alla volta e manipolata fino ad ottenere un impasto consistente. Puo' essere integrata con bigattini o ver de vase. Adatta alla pasturazione pesante.
 

 
 
Van Den Eynde VDE Supercup Canals - Lake
Pastura adatta per la pesca di breme e gardon in acque lente o ferme, eccezionale per l'aggiunta di fouilles e per la pesca con ver de vase.

 
 
Van Den Eynde VDE Expo
Pastura di colore rosso, espressamente studiata per la pesca del Cavedano in acque sporche o velate. Adatta anche per la pasturazione pesante.

 
 
Van Den Eynde VDE Marine Green
Pastura da carpe altamente attirante in quanto contiene un'alga stimolatrice di appetito, la spirulina, indicata in aggiunta ad altre pasture per aumentarne il potere attirante.

 
 
Van Den Eynde VDE Expanda Gold Mix
Pastura da carpe per acque lente o medie. Eccezionale nei mesi primaverili ed estivi e per l'aggiunta sia di larve che di mais. Pu anche essere usata con l'aggiunta di pellets.

 
 
Van Den Eynde VDE Carp Food Source
Pastura da carpe estremamente concentrata, adatta in acque veloci nei mesi estivi, quando i pesci sono nella massima attivita' ed hanno bisogno di alimenti molto nutrienti.

 
 
Van Den Eynde VDE Turbo Gardons - Brown
Pastura creata per la pesca di breme e gardon in acque medie e veloci, perfetta con l'aggiunta in parti uguali di argilla.
 

 
 
 
Van Den Eynde VDE Turbo Gardons - Black
Pastura creata per la pesca di breme e gardon in acque medie e veloci, data la colorazione indicata per la pesca in acque limpide, perfetta con l'aggiunta in parti uguali di argilla.

 
 
Van Den Eynde VDE Euro Champion Big Fish
Pastura da fondo molto nutriente e digeribile, ideale per grossi pesci come Carpe, Carassi, Amur e Breme. Ottima sia nei mesi estivi che in quelli invernali.

 
 
Van Den Eynde VDE Gold Pro Breme
Pasture adatte alla pesca di breme in acqua lenta. La Classic e' consigliata nei periodi primaverili ed autunnali, la Yellow nei periodi estivi ed in acque chiare. Ideali per pesci di media-grossa taglia, da bagnare in 3 volte in quanto assorbono molta acqua.

 
 
Van Den Eynde VDE Secret Black
Pastura nera a grana fine adatta alla pesca di pesci molto sospettosi come carpe, breme e gardon, uno sfarinato mediamente legante indicato in acqua medio veloce.


INGREDIENTI PER LE PASTURE DI MARCEL VAN DEN EYNDE
 
 
 
 
Van Den Eynde VDE Terra da fondo
Terra di campo setacciata.
 

 
 
Van Den Eynde VDE Argilla Nera Umida
Argilla da usare sia in aggiunta alla pastura che come veicolo per fouilles. La colorazione nera indicata in acque limpide e per pesci particolarmente sospettosi in quanto non altera la colorazione del fondale.

 
 
Van Den Eynde VDE Argilla Belga
Argilla a grana molto fine da usare sia in aggiunta alla pastura che come veicolo per fouilles.


 
 
Van Den Eynde VDE Argilla Secca
Ideale come slegante per fouilles

 
 
Van Den Eynde VDE Canapa Bollita
Canapa bollita, immersa in liquido conservante, da aggiungere alla pastura.

 
 
Van Den Eynde VDE Canapa Tostata
Farina grossolana di canapa tostata.

 
 
Van Den Eynde VDE Kurkuma
Rivitalizzante per bigattini. Ideale per rendere vivace lesca. Aggiunto alla pastura esercita potere attirante per pesci di taglia.
 

 
 
 
Van Den Eynde VDE Pane Belga
Additivo per pasture, ideale come slegante.

 
 
Van Den Eynde VDE Copra - Melassa
Ingrediente estremamente dolce contenente polpa di cocco essicata. Indicato per la pesca di carpe, carassi, scardole e breme. Tende ad appensatire ed annerire la pastura.

 
 
Van Den Eynde VDE Roach Additive Classic
Additivo per la pesca di breme e gardon, indicato nei periodi autunnali ed invernali.

 
 
Van Den Eynde VDE Big Fish
Sviluppato per attirare grossi pesci come carpe, amur o pesci gatto e breme. Indicato nei mesi primaverili ed estivi non altera le caratteristiche della pastura.

 
 
Van Den Eynde VDE Big Fish Tutti Frutti
Versione aromatizzata alla frutta del classico additivo allround Big Fish.

 
 
Van Den Eynde VDE Bream Additive White
Additivo Brasem di colore bianco per la pesca delle breme, indicato per pasture chiare.


 
 
Van Den Eynde VDE Bream Additive Exotic
Additivo Brasem per la pesca delle breme nei periodi estivi e per pesci di grossa taglia.

 
 
Van Den Eynde VDE Bream Additive Caramel
Additivo Brasem al caramello per la pesca delle breme, indicato nei periodi estivi per pesci di media taglia.

Rappresentante esclusivo per l'Italia Tubertini High Quality
 
ALTRI NOSTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI
 
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 09/10/2011 @ 12:05:00, in PASTURE e ATTREZZATURA, linkato 7476 volte)
LE ROUBAISIENNE DI TUBERTINI HIGH QUALITY
Le roubaisienne presentate in questo articolo rappresentano il risultato di una ben precisa filosofia di lavoro che l’azienda Tubertini mette a disposizione dei pescatori: ricerca, ideazione, progettazione e design. Le idee, le intuizioni e le necessità dei Campioni Tubertini prendono forma e si trasformano in progetti e infine in attrezzi che dopo ripetuti test vengono affidati ai designer per svilupparne l’estetica. Solo a questo punto sono pronte per essere immesse sul mercato a disposizione di tutti gli appassionati.
 
ALCUNE CARATTERISTICHE COSTRUITTIVE CHE CONTRADDISTINGUONO LE ROUBAISIENNE TUBERTINI
PST PRO SLIDE TIP
In produzione viene realizzata una zona a diametro maggiorato che favorisce la fuoriuscita dell’elastico senza dover ricorrere ad alcun tipo di boccola o apicale applicato alla cima della roubaisienne
 
 PARALLEL LINE
L’introduzione di questo procedimento costruttivo ha permesso di ottenere delle roubaisienne con un diametro molto ridotto pur mantenendo inalterate le caratteristiche di rigidità e bilancia tura.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 KIT EVO
KIT EVO
I kit Tubertini sono stati sviluppati con l’obiettivo preciso di dare l’opportunità al pescatore di creare la soluzione tecnica che più gli si addice. Infatti tutti , dal potente Evo Carp fino al rigido e leggero Match, sono dotati dello stesso attacco e possono quindi essere montati su tutte le roubaisienne Evola ed Extreme determinando azioni, bilanciature e potenze diverse. Il kit K2 Power Carp, composto da due pezzi a innesto, è compatibile con il terzo pezzo dei kit Evo, Evo Top e Evo Carp.
 
codice
modello
misura
peso
sezioni
*1863**
K2 Power Carp
2,64 m
37 g
2
*1865**
Kit Evo Carp
5,10 m
145 g
4
*1875**
Kit Evo Carp Slim
5,10 m
141 g
4
*1864**
Kit Evo
5,10 m
124 g
4
*1862**
Kit Evo Slim
5,10 m
122 g
4
*1866**
Kit Evo Top
5,10 m
122 g
4
*1867**
Kit Evo Light
5,10 m
120 g
4
*0004**
Kit Match
5,10 m
115 g
4
 
 
 
EVOLA 8000
EVOLA 8000
La roubaisienne Evola evolve nella nuova 8000, un modello capace di entusiasmare per prestazioni ed innovazione; lo sviluppo ha riguardato l’aspetto geometrico della canna che ha riproposto in maniera perfezionata il sistema Parallel Lines: i diametri posteriori degli elementi 10,00 - 11,50 e 13,00 mt sono uguali e possono quindi alloggiare indistintamente la miniprolunga per una grande versatilità, la base a 13,00 mt può essere utiizzata per pescare a 11,50 per una presa sicura ed affidabile, il diametro della canna è stato ridotto di ben 1,5 mm per una maneggevolezza incredibile. Ampia ed articolata la proposta di kit compatibili.
codice
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
*0040**
Evola 8000
13,00 m
861 g
9
170 cm
*0041**
Mini Prolunga
60 cm
128 g
1
60 cm
 
 

EXTREME MATCH 7000
EXTREME MATCH 7000
Il sistema Parallel Lines è stato introdotto anche sulla nuova Extreme Match 7000. Migliorata sensibilmente nella rigidità e ridotta nel diametro, si ripropone come una vera All-Round; infatti è facile notare come questa canna, a seconda dei kit con la quale viene dotata, sappia trasformarsi da una vera Match, leggera e rigida, ad una vera Carp, potente ed affidabile mantenendo sempre un’azione lineare e progressiva, senza alcuna discontinuità.
codice
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
*0060**
Extreme Match 7000 (no kit)
13,00 m
778 g
5
170 cm
*0061**
Mini Prolunga
60 cm
152 g
1
60 cm
 
 
 

EXTREME CARP 6000
EXTREME CARP 6000
La Extreme Carp 6000 è stata sviluppata sugli stessi stampi della Match 7000; beneficia anch’essa dell’evoluzione del sistema Parallel Lines riproponendosi più sottile, rigida e dalle sbalorditive caratteristiche di potenza e affidabilità. Adatta per la pesca nei carpodromi, sa anche essere molto maneggevole e bilanciata se dotata dei kit leggeri appartenenti all’ampia gamma.
codice
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
*0070**
Extreme Carp 6000 (no kit)
13,00 m
812 g
5
170 cm
*0061**
Mini Prolunga
60 cm
152 g
1
60 cm
 
 
 
 EVOLA CARP
EVOLA CARP
La Evola Carp impiega la stessa linea di stampi della Evola 8000. Pur estremamente sottile evidenzia elevate doti di rigidità e maneggevolezza che ne fanno, oltre che un ottimo muletto per la “8000”, anche un attrezzo adatto per la pesca in canale e carpodromo; anche la Evola Carp è compatibile con tutti i kit della gamma Tubertini.
codice
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
*0050**
Evola Carp (no kit)
13,00 m
802 g
5
170 cm
*0051**
Mini Prolunga
60 cm
152 g
1
60 cm
 
 

COBRA 
 
COBRA
Cobra 161
Canna costruita in carbonio alta resistenza con dati di robustezza e affidabilità tali da renderla adatta anche all’impiego della pesca della carpa in cava.
Cobra 281
Canna roubaisienne di diametro contenuto, costruita in carbonio alto modulo, estremamente resistente alla compressione ed alla ovalizzazione.
codice
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
*1100**
Cobra 161
8,00 m
610 g
6
155 cm
*1392**
Cobra 281 + Mini Extension
11,00 m
720 g
8
160 cm
 
 
 
 
FTM410
FTM410
Canna realizzata appositamente per la pesca in lago a grossi pesci, costruita in carbonio alta resistenza.
codice
modello
misura
peso
sezioni
ingombro
0F230**
FTM 410
8,00 m
750 g
8
150 cm
0F231**
Kit 3 Pezzi
2,75 m
80 g
3
114 cm
 
 

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI
 
 
 
 
 
Pagine: 1

Benvenuto 
Ci sono 214 Utenti collegati


Form Object


< novembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





21/11/2018 @ 16:05:00
script eseguito in 153 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM