GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 Paolo Savini sul campo gara del Tubertini Day 2011... di Admin G.P.O.
 
"
CURIOSITA' G.P.O. IMOLESE TUBERTINI è la società di pesca bolognese in cui gareggia Glauco Tubertini

G.P.O. IMOLESE TUBERTINI
"
Seguici: 
Titolo
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 08/09/2013 @ 22:58:13, in CARPFISHING, linkato 2126 volte)
5A EDIZIONE ENDURO DI CARPFISHING HELP SOMEONE 2013 LAGHI SAPABA PONTECCHIO BOLOGNA
 
IL GRUPPO CARPFISHING GPO ORGANIZZA LA 5A EDIZIONE DELL’ENDURO HELP SOMEONE 2013 PRESSO I LAGHI SAPABA DI PONTECCHIO MARCONI ,BOLOGNA
IL 20, 21, 22 SETTEMBRE 2013 L’ENDURO SI SVOLGERA’ CON LA NUOVA FORMULA A SQUADRE FORMATE DA 2 COPPIE
 
1 LA COMPETIZIONE E’ RISERVATA A N. 8 SQUADRE FORMATE DA 2 COPPIE CIASCUNA
2 RADUNO PRESSO IL LAGO SAPABA VENERDI’ 20 SETTEMBRE ORE 18.00
3 SORTEGGIO ORE 18.30 CON INIZIO GARA ORE 19.30
4 FINE GARA DOMENICA ORE 12.00
5 PARTE DELL’INCASSO VERRA’ DEVOLUTO IN BENEFICENZA
6 LA QUOTA DI ISCRIZIONE E’ DI 100 € A SQUADRA
7 ALLA PRIMA SQUADRA CLASSIFICATA ANDRA’ UN PREMIO DI 200 €
 
Per ottenere il regolamento e prenotarsi per l’Enduro non esitate a contattare gli organizzatori
Mirco Finocchi Telefono 348 2341924 Email: mirco.finocchi@gmail.com
D’Alessio Gianluca Telefono 347 7726507 Email:dalessiogianluca@libero.it
 
 

 
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 20/08/2013 @ 14:12:38, in CARPFISHING, linkato 2303 volte)
 
PRIMO CORSO DI PESCA PER GIOVANI TECNICA CARPFISHING
SABATO 14 SETTEMBRE LAGO 1 FIPSAS SAPABA PONTECCHIO
BOLOGNA
 
Sabato 14 settembre 2014 alle ore 09:00 presso il lago 1 FIPSAS/SAPABA di Pontecchio Marconi in localita' Borgonuovo
Il Team San Lorenzo in collaborazione con la sede FIPSAS di Bologna, e' lieta di invitarvi al primo corso di pesca specialita' carpfishing dedicato ai giovani.
 
 
 
PROGRAMMA:
ORE 8:30 RITROVO PRESSO IL LAGO
ORE 9:00 CORSO DI FORMAZIONE AMBIENTALE CON ISTRUTTORE DI PESCA FIPSAS
ORE 10:30 DIMOSTRAZIONE DELLE ATTREZZATURE PER IL CARPFISHING
ORE 11:00 PROVA PRATICA DI LANCIO PROPEDEUTICO AL CARPFISHING CON ATTREZZATURE MESSA A DISPOSIZIONE DAL TEAM SAN LORENZO
ORE 12:00 RINFRESCO A BUFFET PER GENITORI E BAMBINI.
 
IL CORSO E' GRATUITO
PER POTER PARTECIPARE AL CORSO E' NECCESSARIA LA SOTTOSCRIZIONE DELLA TESSERA FIPSAS
COSTO TESSERA FIPSAS:
DAI 6 AI 15 ANNI 3 EURO
DAI 15 ANNI 27 EURO
 
SARANNO DISTRIBUITI GADGET PER TUTTI I BAMBINI PRESENTI
 
E' GRADITA CONFERMA ENTRO IL 9 SETTEMBRE
 
PER INFO CONTATTARE TRAMITE FACEBOOK:
TEAM SAN LORENZO , OPPURE ANDREA AL NUMERO 3922876740 OPPURE ENZO AL NUMERO 3314004438
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 04/08/2013 @ 19:10:19, in CARPFISHING, linkato 2301 volte)
3A PROVA CAMPIONATO PROVINCIALE DI BOLOGNA 2013 TECNICA CARP FISHING
articolo di Gianluca D'Alessio
 
Archiviate le prime due gare, che hanno regalato tante catture e hanno reso il campionato molto più interessante ed avvincente, siamo giunti alla terza e penultima prova.
La locations scelta è il paradiso incontaminato di Valle Santa a Campotto di Argenta ( Fe).
Un oasi che si estende su 261 ettari con un perimetro di circa 8 km e con profondità media di circa 1 metro
 
A forma triangolare, scavata nei primi anni del 900 ed utilizzata come cassa d’espansione del torrente Sillaro proveniente dal comune di Castel San Pietro ( Bo), su tutto lo specchio d’acqua si estendono enormi tappeti di canneto, disseminati un pò ovunque che formano talvolta anche lunghi canaloni.
Ora del ritrovo 08.30, i ragazzi sono gasatissimi, sanno che questa terza prova potrebbe essere il punto di svolta del campionato, lo si legge sui loro tiratissimi volti e sanno che vincere questa competizione è di fondamentale importanza in quanto , aggiundicandosi il campionato provinciale o quanto meno piazzarsi nelle prime posizioni, si antrerebbe di diritto nell’èlite dei migliori carpisti italiani che si affronterranno nel 2014. Comunque, dopo aver atteso l’arrivo di tutti i partecipanti, alle ore 09.00 vengono espletate le operazioni di abbinamenti dei settori.
Questa fase, delicatissima, è seguita con molto interesse, essere nella posizione giusta potrebbe fare la differenza.
Il  bacino è ricco di pesce e quindi bisogna puntare sulla quantità e non sulla qualità,infatti gli angler hanno pianificato le loro strategie  per poter avere il maggior numero di partenze.
Terminata questa prima fase,un cordone di macchine si dirige verso le postazioni assegnate per sorteggio,tutte le procedure di scarico e montaggio dell’attrezzatura vengono svolte con maniacale attenzione, ogni dettaglio viene minuziosamente controllato e nulla è lasciato al caso.
Per molti è la prima volta in Valle Santa e trovarsi difronte ad uno spettacolo del genere potrebbere, ai più,creare un certo timore, uno specchio d’acqua imponente, enormi distese di canneti, insomma uno spettacolo mozzafiato, ma questi carpisti sono abituati ad affrontare qualsiasi ambiente e per loro l’importante è rimanere sul pezzo senza lasciarsi distrarre da questa meraviglia della natura.
I pescatori di Bologna sono gente tosta, sempre pronti a trovare qualsiasi soluzione per affrontare ogni situazione,daltronde non poteva essere altrimenti, quest’anno il campionato provinciale di Bologna raggruppa i migliori angler della provincia.
Decifrare questo lago non è semplice, come gia in precedenza detto, il fondale è molto basso, a tratti melmoso e quindi studiarlo e tutt’altro che facile ma la professionalità, la sagacia e la determinazione di questi atleti supera qualsiasi situazione.
Questa gente ha un solo obbiettivo davanti, VINCERE ed essere i MIGLIORI..... della provincia Bolognese.
Comunque tutti i contendenti sono ben determinati, la posta in palio è troppo alta e quindi rimboccarsi le maniche è l’imperativo categorico.
Ore 11.00, siamo all’ora “X”, un colpo di clacson segnala l’inizio delle ostilità, se prima una surreale quiete accompagnava i ragazzi nelle loro faccende di messa a punto dell’attrezzatura, ora   i tipici tonfi causati dalla caduta dei terminali quando impattano sull’acqua riempiono quell’assordante silenzo che regnava prima del fatidico “ PRONTI E VIA”.
Ecco....chi sonda il fondale, chi pastura con lo sbomb, classico pasturatore da carpista, chi invece, avendo un canneto davanti, prende le misure per pescarci a ridosso lanciando più volte per tarare la propria canna e prepararsi ad un lancio millimetrico,insomma ora si fa sul serio.....
La giornata è calda e scorre senza particolari scossoni, qualche cattura viene registrata ma è molto poco rispetto a quello che ci si attendeva, tutti sperano nel fresco della notte, si sa nelle giornate particolarmente calde il pesce diventa apatico per poi riattivarsi come per magia, nelle ore notturne.
Siamo alla mattina del giorno seguente, la notte purtroppo non ha regalato tante catture,all’apparenza questo scarso movimento di pesce potrebbe scoraggiare chiunque, ma non è così.
Già alle prime luci dell’alba i ragazzi sono già fuori dalle tende a scutare il lago e a trovare una nuova tattica per sbloccare la situazione.
La notte, poco proficua, a fatto si che le strategie inizialmente pensate fossero completamente stravolte. E come giocare a pallone se il 4-4-2 non funziona si passa al 4-3-3.....
Ore 15.00 del pomeriggio,siamo a fine gara ed è ora di tirare le somme.
Purtroppo,se alla vigilia ci si aspettavano tante catture le premesse sono state disattese, anche se la valle è ricca di carpe, quest’ultime si sono fatte desiderare, infatti , delle tre prove fino adesso disputate, questa ha regalato poche soddisfazioni.
Lo score finale è stato di 22 catture per un totale di 60,650 Kg, troppo poco per un posto del genere, ma si sa non è sempre Natale......
Di seguito quanto decretato da questa terza e penultima tappa del circuito provinciale di carpfishing 2013, che lascia aperto il campionato e rimanda la vittoria finale all’ultima gara.
Da segnalare che la coppia Camerti/Onofri del team GPO classificatisi 2° di settori in questa gara, hanno comunque resistito agli attacchi degli avversari mantenendo ancora la prima posizione in classifica generale.
Con in primo posto di settore ,un balzo in avanti è stato fatta dalla coppia Finocchi M./ Finocchi S. sempre del team GPO , quest’ultimo sostituiva l’assente Annecchino Giovanni.
I campioni provinciali uscenti Cattabriga/Righetti, ora nel Team Carp Varignana, dopo il cappotto nella seconda gara ed il primo posto della prima prova , con questo secondo posto di settore si attestano in 7° posizione, leggermente staccati dai primi ma ancora in lizza per vincere la competizione anche quest’anno.
Da sottolineare il buon campionato finora disputato dalla coppia Merlino/Liccardo del Team Carp San Lorenzo che dopo un’anno di assenza dalle competizioni federali staccano un discreto 10° posto, che sembrerebbe poca roba ma analizzando bene la classifica sono in lotta per conquistare una posizione di classifica prestigiosa, a ridosso delle primissime coppie.
Molto male invece l’unica coppia del team del Rosario Lake, capitanata dall’ormai veterano Davide Negrini che per molti anni ha dominato le scene del campionato provinciale bolognese, per lui ed il suo socio un deludente 23° posto.
 
Il team Carp No Kill di Toscanella Imolese, con le sue 6 coppie partecipanti,deve affidarsi al duo Vallone / Corrado per sperare di portare almeno una coppia a ridosso del podio, le altre 5 compagini sembrano tagliate fuori, infatti sono relegate nei bassi fondi della classifica e risalire è quasi impossibile.
Per finire, anche se rischio di essere ripetitivo, un ringraziamento va a tutte le 25 coppie che anche in questa 3° gara hanno dimostrato di essere davvero al disopra di ogni aspettativa,altro ringraziamento va ai gestori di questa magnifica valle che hanno fatto si che si potesse organizzare per la prima volta una tappa del campionato provinciale,inoltre si ringrazia la FIPSAS sez. Di Bologna che ha seguito questa gara con particolare attenzione.
 
SETTORE A
1° CLASSIFICATI
Finocchi Mirko/Finocchi Simone
GPO Imolese 3 pesci per un totale di 13,300 Kg
2° CLASSIFICATI
Camerti Diego / Onofri Maurizio
GPO Imolese 1 pesce per un totale di 3,300 Kg
SETTORE B
1° CLASSIFICATI
Gubellini Matteo / Panzavolta Andrea
No Kill Spesca Sport 3 pesci per un totale di 8,900 Kg
2° CLASSIFICATI
Salmeri Davide Paolo / Villani Andrea
GPO Imolese 1 pesce per un totale di 2,660 Kg
SETTORE C
1° CLASSIFICATI
Petrache Andrei / Gianstefani Denis
GPO Imolese 1 pesce per un totale di 3,250 Kg
2° CLASSIFICATI
Mancin Fabio / Soli Mauro
Team Carp San Lorenzo ( per sorteggio )
 
 
 
 
 
 
 
SETTORE D
1° CLASSIFICATI
Tugnoli Luca / Grimaldi Pamela
Carp Team Varignana 3 pesci per un totale di 7,980 Kg
2° CLASSIFICATI
Tondi Enzo / Martini Edoardo Maria
 Team Carp San Lorenzo  ( per sorteggio )
SETTORE E
1° CLASSIFICATI
Avoni Gianluca / Pagani Andrea
GPO Imolese 1 pesce per un totale di 2,960 Kg
2° CLASSIFICATI
Cattabriga Davide / Righetti Thomas
Carp Team Varignana 2 pesci per un totale di 4,750 Kg
 
 
Dati statistici di questa Terza prova
N° concorrenti partecipanti 25 coppie
N°pesci catturati 22 carpe regina
Peso complessivo 60,650 Kg.
N° coppie a cappotto 13
Peso Medio per cattura 2,756 Kg
 
Dati relativi all’anno precedente ( gara disputata presso il Bacino del Brasimone)
23/24 Giugno 2012
N° concorrenti partecipanti 20 coppie
N°pesci catturati 6
Peso complessivo 44,140 Kg.
N° coppie a cappotto 14
Peso Medio per cattura 7,356 kG
Cattura di maggior peso 10,700 Kg
Cattura di minore peso 4,550 kg
 
articolo di Gianluca D'Alessio
 

 
 
 
 
Titolo
REPORT DELLA SECONDA PROVA DEL CAMPIONATO DI CARPFISHING 2013 AL LAGO BRASIMONE
articolo di D'alessio Gian Luca
 
E’ passato esattamente un mese dall’inzio del campionato provinciale Bolognese specialità carpfishing, e gli echi ed i commenti della prima prova si fanno ancora sentire.
Le tante catture effettuate in Lorgana sembrano ormai lontane ma hanno lasciato il segno.
La tensione tra i concorrenti in vista della seconda gara presso il Lago Brasimone è palpabile.
Ii ragazzi sanno benissimo che questa seconda prova protrebbe tracciare un solco in classifica tra le prime posizioni e le seconde linee, daltronde l’anno passato è stato così, ma nonostante ciò le adesioni per partecipare sono state pressochè unanimi, segno che tutti , sia primi e che ultimi, vogliono giocarsela fino in fondo, mettendo in campo tutta la voglia e profesionalità che li contraddistingue.
Quest’anno questo campionato è davvero tosto e lo si percepisce dalla voglia che traspare sui volti dei concorrenti e dalle facce tirate che quest’ultimi hanno nell’affrontare ogni singola prova.
Appuntamento alle ore 08.30 al bar ristorante Gabbana sulle rive di questo magnifico lago artificiale, perla incastonata sugli appennini bolognesi al confine con la Toscana.
Siamo nel comprensorio del comune di Camugnano ( Bo) e come orologi svizzeri tutti i ragazzi si presentano all’appuntamento.
Daltronde non poteva essere diversamente , tutti hanno voglia di dimostrare che i tanti pesci catturati nella prima prova non sono solo frutto di una casualità, ma segno di grande bravura e concentrazione da parte di tutti i partecipanti.
Tutti sanno che questo lago può regalare tante belle catture, ma può essere spietato dispensando cappotti a gogo.
Comunque, il sorteggio si è svolto regolarmente alle ore 09.00 ed i ragazzi,dopo questa prima fase, sono stati indirizzati verso le postazioni a loro assegnate per estrazione.
Nonostante la grandezza di questo lago, non è stato facile per gli organizzatori sistemare 25 coppie, ma alla fine tutti hanno avuto la loro posta, e anche se alcuni erano gomito a gomito,il reciproco rispetto tra i contendenti ha fatto si che la due giorni si sia svolta nella massima correttezza.
Dunque, fishio d’inizio alle ore 11.00,e come per magia , tra le vette delle montagne che circondano il lago, si sentono gli echi tipici degli stonfi causati dalla caduta dei terminali quando impattano sull’acqua.
Ai più potrebbero sembrare dei normali tonfi nell’acqua, nulla di che, ma per chi vive questa tecnica è uno dei suoni più famigliari che ci possa essere.
Il tempo, che inizialmente sebrava non essere dalla loro parte, alla fine è stato clemente,e come per magia, questo lago ha regalato tante catture , come se avesse voluto premiare tutti questi ragazzi per la tenacia che hanno messo in campo nell’ affrontare questa seconda prova.
Gli Anglers si sono dati battagia fino alle 15.00 del giorno dopo, seguiti passo passo dal solerte giudice di gara, Alex per gli amici ,il quale si è prodigato per tutta la durata della competizione facendo avanti e indietro lungo tutto il perimetro del lago per controllare e pesare le tante catture effettuate.
Ad ALEX un ringraziamento speciale,per il supporto che ha dato agli organizzatori. GRAZIE ANCORA ALEX.....
Ore 17.00 ritrovo presso il bar ristorante Gabbana, per la verifica delle schede di pesatura e per la compilazione delle classifiche parziali per l’assegnazione dei premi di giornata.
Oltre a ringraziare tutti i pescatori che hanno preso parte a questa seconda gara, un rigraziamento va anche all’amministrazione del comune di Camugnano,che ha fatto si che anche quest’anno il campionato provinciale potesse annoverare tra le sue tappe questa bellissima locations,altro ringraziamento va ai gestori del bar ristorante Gabbana,che ci ha fornito il punto di ritrovo inoltre si ringraziano anche L’ente del parco laghi del Brasimone e Suviana , L’enel, la Fipsas sez.Provinciale di Bologna e la provincia di Bologna.
Di seguito quanto sancito da questa seconda prova,ovviamente il ringraziamento va come sempre a tutti i partecipanti che hanno, con la loro presenza e la loro sportività reso questa seconda gara entusiasmante.
 
 
SETTORE A
1° CLASSIFICATI
Merlino Andrea / Liccardo Armando
Team Carp San Lorenzo
3 pesci per un totale di 21,960 Kg
 
2° CLASSIFICATI
Petrache Andrei / Gianstefani Denis
GPO Imolese
1 pesce per un totale di 5,910 Kg
 
SETTORE B
1° CLASSIFICATI
allone Luigi / Corrado Daniele
No Kill Spesca Sport
2 pesci per un totale di 13,00 Kg
 
2° CLASSIFICATI
Fanchini Mauro/Monteverdi Norberto
Carp Team Varignana
1 pesce per un totale di 2,370 Kg
 
SETTORE C
1° CLASSIFICATI
Buldini Ivan / Montevero Mauro
GPO Imolese
2 pesci per un totale di 18,200 Kg
 
2° CLASSIFICATI
Avoni Gianluca / Pagani Andrea
GPO Imolese
1 pesce per un totale di 7,600 Kg
 
SETTORE D
1° CLASSIFICATI
Auriemma Antonio / Emiliani Cristian
No Kill pesca sport
1 pesce per un totale di 9,000 Kg
 
2° CLASSIFICATI
Tugnoli Luca / Grimaldi Pamela
Carp Team Varignana
1 pesce per un totale di 7,840 Kg
 
SETTORE E
1° CLASSIFICATI
Camerti Diego / Onofri Maurizio
GPO Imolese
5 pesci per un totale di 49,680 Kg
 
2° CLASSIFICATI
Bisceglia Giuseppe / Siracusa Thomas
Team Carp San Lorenzo
2 pesci per un totale di 20,400 Kg
 
Dati statistici di questa seconda prova
N° concorrenti partecipanti 25 coppie
N°pesci catturati 20 ( n°19 carpe regiana-n°1 carpa a specchi )
Peso complessivo 159,080 Kg.
N° coppie a cappotto 14
Peso Medio per cattura 14,462 Kg
Cattura di maggior peso 11,700 Kg
Cattura di minore peso 2,370 Kg
Dati relativi alla seconda prova dell’anno precedente
23/24 Giugno 2012
N° concorrenti partecipanti 20 coppie
N°pesci catturati 6
Peso complessivo 44,140 Kg.
N° coppie a cappotto 12
Peso Medio per cattura 7,356 kG
Cattura di maggior peso 10,700 Kg
Cattura di minore peso 4,550 kG
 
articolo di D'alessio Gian Luca
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 24/05/2013 @ 09:53:35, in CARPFISHING, linkato 2321 volte)
PRIMA PROVA CAMPIONATO PROVINCIALE DI BOLOGNA 2013 SPECIALITA' CARPFISHING
articolo di Gianluca D'Alessio
 
Nei giorni 13 e 14 Aprile 2013 si e' svolta la prima prova del campionato provinciale di Bologna specialita' carpfishing.
Al via di questa manifestazione hanno preso parte ben 25 coppie, che fino a Settembre si daranno battaglia per raggiungere l’ambito primo posto che dara' diritto all’accesso alle semifinali del campionato Italiano del prossimo anno.
La location scelta per questa prima prova e' stata il Canale Lorgana, situato in localita' Marmorta fraz. Di Molinella in provincia di Bologna.
L’ora del ritrovo fissata per le ore 08.30 davanti al bar del paese ha visto a raccolta i 49 ragazzi e l’unica ragazza della compagnia, alle 09.00 il sorteggio per l’assegnazione dei settori e delle poste, e sistemate le solite pratiche burocratiche, tutti i partecipanti si sono diretti sulle sponde di questo magnifico canale.
Alle ore 12.00 il fischio d’inizio.
La gara, durata due giorni, si e' svolta regolarmente senza particolari contestazione, merito certamente della grande correttezza dei partecipanti che con pazienza e passione si sono confrontati con sportivita' e la correttezza assoluta che da anni contraddistingue questa manifestazione, le difficolta' non sono certamente mancante, soprattutto per le condizioni difficili del campo di gara.
Alle ore 16.00 di Domenica, un colpo di clacson ha sancito la fine di questa prima prova.
Il ritrovo per la verifica delle schede di pesatura era fissato davanti allo stesso bar del paese alle ore 17.00 circa e tutti i ragazzi si sono ritrovati stanchi ma contenti per l’esito piu' che positivo che quest’anno il Canale Lorgana ha voluto regalarci.
Di seguito i vincitori e i secondi classificati dei vari settori ma un ringraziamento va a Tutti i partecipanti che hanno, con la loro presenza e la loro sportivita' reso questa inizio di campionato entusiasmante:
 
SETTORE A
 
1o CLASSIFICATI
Tondi Enzo/Martini Edoardo Maria
Team Carp San Lorenzo 5 pesci per un totale di 25,300 Kg
 
2o CLASSIFICATI
Morara Enrico/Fazioli Paolo
NO Kill Pesca Sport 4 pesci per un totale di 24,940 Kg
 
SETTORE B
 
1o CLASSIFICATI
Cattabriga Davide/Righetti Thomas
Carp Team Varignana 5 pesci per un totale di 28,160 Kg
 
2o CLASSIFICATI
Fanchini Mauro/Monteverdi Norberto
Carp Team Varignana 4 pesci per un totale di 19.540 Kg
 
SETTORE C
 
1o CLASSIFICATI
Camerti Diego/Onofri Maurizio
GPO Imolese 10 pesci per un totale di 60,660 Kg
 
2o CLASSIFICATI
Salmeri Davide Paolo / Villani Andrea
GPO Imolese 8 pesci per un totale di 38,900 Kg
 
SETTORE D
 
1o CLASSIFICATI
Tugnoli Luca / Grimaldi Pamela
Carp Team Varignana 10 pesci per un totale di 58,980 Kg
 
2o CLASSIFICATI
Finocchi Mirko / Annecchino Giovanni
GPO Imolese 5 pesci per un totale di 29,480 Kg
 
 
SETTORE E
 
1o CLASSIFICATI
Bonandini Mirko / Benassi Daniele
GPO Imolese 2 pesci per un totale di 12,000 Kg
 
2o CLASSIFICATI
Airo' Farulla Diego / Fioravanti Andrea
Team Carp Joker 2 pesci per un totale di 11,560 Kg
 
Dati statistici di questa prima prova
Nopesci catturati 75 Tutte carpe Regina
Peso complessivo 421,730 Kg.
No coppie a cappotto 5
Peso Medio per cattura
Cattura di maggior peso
Cattura di minore peso
 
Dati relativi alla prima prova dell’anno precedente
24/25 Marzo 2012
No concorrenti partecipanti 20 coppie
Nopesci catturati 6
Peso complessivo 35,480 Kg.
No coppie a cappott 15
Peso Medio per cattura
Cattura di maggior peso
Cattura di minore peso
 
 
 
 
La seconda gara si svolgera' presso lo sponde del bellissimo bacino artificiale del Brasimone situato nel comprensorio del comune di Camugnano in provincia di Bologna.
 
articolo di Gianluca D’Alessio
 

 
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 09/11/2012 @ 19:43:55, in CARPFISHING, linkato 1513 volte)
UNA PESCATA A CAPPELLA AI LAGHI SAPABA DI PONTECCHIO (BO)
GLI AMICI CARPISTI PER LA PESCA ORGANIZZANO
 
PRESSO IL LAGO 1 SAPABA NEI GIORNI 08/09 DICEMBRE 2012 un week end di pesca, non competitiva, riservato a tutti gli appassionati di carpfishing, il ricavato decurtato delle spese di gestione sarà accantonato per consentire un piccolo ripopolamento del lago 1 da carpfishing
Regolamento:
•          Essere in possesso delle tessera F.I.P.S.A.S in corso di validità
•          È consentito esclusivamente l’impiego di numero due canne a testa.
•          Ogni singolo concorrente o coppia, dovrà essere dotato di guadino adeguato e di materassino di slamatura
•          Non sono ammessi terminali che siano solidali alla zavorra in maniera inscindibile tale da non consentire la perdita di quest’ultima in caso di rottura accidentale della lenza madre.
•          Sono ammesse qualsiasi tipo di esche
•          Il quantitativi di esche consentiti per ognuno sono di Kg 3 in tutto.
•          Non è consentito pasturare con mezzi atti a guidare la pasturazione, tipo barche telecomandate o similari, nonché alcun mezzo per l’individuazione del pesce (ecoscandaglio).
•          Non è consentito accendere fuochi, abbandonare esche o rifiuti nell’area dei laghi e loro adiacenze; è vietata la balneazione.
•          La scelta della postazione di pesca è del tutto libera ( chi prima arriva meglio alloggia ) e per chi vuole può presentarsi al lago anche il venerdì.
•          Per tutto quanto non contemplato sopra vige il regolamento attualmente in vigore presso il lago
 
 
La pescata si concluderà domenica 09/12/2012 alle ore 12.00 circa con panino e salsiccia per tutti.
I posti massimi riservati sono 15, per info e prenotazioni contattare Gianluca al numero 3477726507 Costo della pescata è 20 euro a testa, sia che uno partecipi in coppia sia che uno partecipi singolarmente( l’importo e suscettibile di variazioni minime in funzione del numero dei partecipanti).
 
 
Si fa presente che i partecipanti hanno l’obbligo di adottare tutti quei provvedimenti atti ad evitare danni alle persone ed alle cose. Gli organizzatori saranno esonerati da ogni responsabilità per danni ed incidenti di qualsiasi genere che per effetto della manifestazione potessero derivare alle persone o alle cose degli aventi attinenza alla manifestazione a terzi.
 
 
 
 
 

 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 04/10/2012 @ 21:41:46, in CARPFISHING, linkato 3014 volte)
A CACCIA DI CARPE.... ALLA RICERCA DEL SETTORE
Articolo di Cattabriga Davide (agonista della sezione carpfishing del GPO Imolese Tubertini)
 
Salve a tutti da Davide Cattabriga.
Ho deciso di provare a mettere giu' due righe e ad esporre alcune osservazioni che possono aiutare i carpisti a sentire piu' spesso il suono che fa battere il cuore all'impazzata il suono dell'avvisatore che nel nostro immaginario e' sempre innescato dalla partenza della carpa dei sogni.
 
Perche' continuare a vivere solo in un sogno?
Tentiamo di trasformare questo sogno in realta'.
 
Il carpfishing , in effetti, e' una pesca di attesa e non lo si puo' negare, ma aspettare non vuol dire lasciare tutto al caso e non vuol dire neppure arrivare sul nostro spot, lanciare e aspettare passivamente. Questo non e' il carpfishing ma e' semplicemente la ricerca di un caso fortuito.
Nulla avviene per caso. Certo la fortuna conta molto, ma sono sicuro che lanciare ed aspettare passivamente non aiuti nessuno ad ottenere risultati migliori. Sta in noi aiutare la fortuna a raggiungerci.
Quante volte si e' sentito dire: "per vincere devi conoscere il tuo avversario", oppure: "studia il terreno di battaglia". Ecco che proprio queste citazioni esprimono esattamente il concetto che voglio esprimere
 
Vi propongo un esempio..
Ci sono due pescatori: uno arriva su un luogo mai visto; prima scarica la macchina frettolosamente; si posiziona nella zona piu' comoda per lui; si affretta a montare le canne e a lanciare in zone che piu' gradisce. L'altro pescatore, invece, ha trascorso giorni, prima, ad osservare e studiare il lago acquisendo, migliorando e sfruttando il suo senso dell'acqua; ha scelto una postazione piu' intricata in quanto piu' tranquilla; ha fatto sacrifici in termini di denaro e tempo per compiere una campagna di pasturazione preventiva.
Io chiedo a voi, quali dei due pescatori ha piu' possibilita di raggiungere lo'bbiettivo?
Certamente il secondo.
 
Non voglio dire che il primo, magari, per una serie fortuita di avvenimenti non possa ottenere risultati: ovvio che si, ma li ha ottenuti senza cognizione di causa e senza, magari, manco capire il perche' ha catturato.
Infatti la fortuna non e' frutto di un ragionamento ma e' semplicemente fortuna: questo pescatore fortunato oggi, e' vero, ha ottenuto un risultato ma domani, chi lo sa?
 
Oltre che per il mio modo di vedere le cose e' molto piu gratificante ottenere un risultato dovuto ad un ragionamento in termini di strategia e quant'altro, piuttosto che per un colpo di fortuna! Io mi sento piu appagato nel primo caso ma questo e' solo un mio pensiero.
  
Vi starete chiedendo il perche' di questa premessa e il perche' di questo articolo?
 
Come cita il titolo il mio scopo e' cercare di dare qualche spunto, appunto, per cacciare le carpe in base ad alcuni fattori da tenere in considerazione per fare in modo di ottenere catture non semplicemente dovute a un caso fortuito.
Il carpfishing non e' una pesca statica. Non e' lo stare ad aspettare. La partenza di un pesce e l'ultima di una serie di operazioni. Questa disciplina puo' occupare la mente e il corpo a 360 gradi: ve lo posso garantire.
Come gia' detto: tutto accade per un motivo. Per questo il senso dell'acqua e l'osservare l'elemento liquido in cui abbiamo intenzione di immergere i nostri terminali e' di essenziale importanza ed e' parte attiva della nostra disciplina. Per me occupa un 80% del nostro lavoro. Possiamo avere la migliore attrezzatura che esista in commercio; la migliore boiles esistente; un terminale dalle performance devastanti ma se non c'e' l'elemento principale, ovvero le carpe, e tutto vano.
Per questo la scelta del settore giusto e' di vitale importanza a far si di non sprecare ore invano ad aspettare un bip che probabilmente non arrivera' mai. Le carpe in certi momenti staranno in una determinata zona e in altri momenti potrebbero stare in un altra. Magari in estate prendiamo sempre in uno spot, mentre in autunno in quello spot non prendiamo piu nulla e ci chiediamo: perche'?
Non c'e' piu' pesce?
No. Forse la risposta piu' semplice e' che il pesce, per vari motivi, (motivi che piu avanti analizzeremo), si e' spostato in altre zone. Osservare la superficie acquatica, camminare sulle rive del lago, fiume, cava, canale in cui abbiamo deciso di pescare e' buona cosa; recarsi a fare un giro magari muniti di occhiali polarizzati non e' tempo perso ma potrebbe essere la carta vincente specialmente se, dello spot che abbiamo scelto, non abbiamo alcun tipo di informazioni quindi nemmeno la certezza della presenza di carpe.
Ogni ambiente ha le sue caratteristiche ma generalmente alcune di queste sono similari a tutti quanti gli ambienti. Infatti, ad occhio, la prima cosa che viene quasi spontanea e' ricercare sono alberi sospesi; banchi di ninfee; ostacoli in acqua visibili; insomma: qualsiasi osservazione possibile mediante i nostri occhi e, volendo, per facilitare tale operazione, un binocolo il quale potrebbe fare al caso nostro. Inizieremo poi a scrutare la superficie dell'acqua in cerca di attivita' del pesce: salti e rollati sono segnali ben evidenti ma una carpa che rolla e si muove sotto circa 30 cm d'acqua trasmettera' alla superficie dei segnali che noi dobbiamo essere in grado di cogliere. Quindi: massima attenzione!
I polarizzati ci aiutano per studiare la conformazione dell'immediato sottoriva e se siamo fortunati anche a vedere la presenza di qualche pesce, se le carpe stazionano piu' sul fondo magari assisteremo a delle rumate (sempre in un caso molto fortuito) altrimenti dovremmo fare attenzione alle bollicine provenienti dal fondo. Tali bolle non sono tutte uguali, infatti potrebbero essere provocate da cozze o gas del fondale. Dobbiamo osservare il loro comportamento: se appaiono nello stesso posto, probabilmente, e' il caso di qualche gas ma se esse si spostano lungo una linea retta allora molto probabilmente si tratta di una carpa che sta grufolando sul fondo.
I momenti migliori per cogliere segnali sono all'alba o al tramonto ma non sempre riusciamo ad incappare in essi. Quindi analizziamo un altro metodo per fare in modo di scovare dei segnali che indichino, almeno, la presenza di pesci nello specchio d'acqua.
Una pastura oleosa a base di pellet (quelli all'halibut o quelli destinati alle trote) misto a canapa, a un po' di boiles e, se vogliamo, aggiungiamo pure un po di grano: gettiamo il preparato nella zona scelta e aspettiamo.
Il risultato non tardera' molto ad arrivare. Una pastura oleosa risulta essere un buon attrattore per molti pesci.
Il vento occupa un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione, come, del resto, il sole.
Ma questi aspetti li analizzeremo tra poco. 
 
 
Punti salienti:
- zona di stazionamento
- rotta
- zona di alimentazione
- zone strategiche e zona caratteristica
- vento
- correnti
 
Partiamo ad analizzare le varie zone:
siamo in riva ad un lago e ci siamo gia accertati che ci siano delle carpe.
Ora dobbiamo individuare alcune cose importanti, ovvero: zona di stazionamento, rotta e zona di alimentazione piu' altre due zone che chiameremo: zona strategica e zona caratteristica.
Per zona strategica si intende quelle zona tipo una postazione all'ingresso di una piccola baia. Un corso d'acqua che entra nel lago sicuramente porta con se' del cibo e puo' essere un ottima zona, soprattutto d'inverno.
Per zona caratteristica possiamo intendere una zona, magari, che ha qualche caratteristica importante data dal suo fondale. Le carpe non sempre stazionano in certi punti ma, anzi, compiono spostamenti verso zone dove si recano per alimentarsi.
Spieghiamo meglio: una carpa staziona in una zona che puo essere per lei tranquilla e indisturbata che gli offre riparo. Questa zona e individuata come zona di stazionamento che non sempre coincide con la zona di alimentazione infatti la carpa e solita percorrere percorsi generalmente molto abitudinari: vere e proprie rotte che la condurranno a una zona in cui andra' ad alimentarsi ovvero zona di alimentazione senza ovviamente disdegnare cio' che trovera' nella sua rotta.
Analizziamo ora come capire le rotte delle carpe tramite i salti.
 
 
 
I salti delle carpe
Un salto non e' un modo scientifico e preciso per capire la rotta della carpa ma, in casi di frenesia alimentare, puo' mostrarci la via giusta, infatti: il salto e' uno stato fisico alterato della carpa dovuto ad un'eccitazione derivante dalla frenesia che il piu' delle volte e' legata al cibo. Molte volte le carpe saltano durante gli spostamenti (zona stazionamento verso zona alimentazione) e tale fenomeno e' accentuato in maniera numerica se si tratta di un branco di carpe e tramite questi salti noi riusciremo a tracciare le rotte di questi branchi. Quando il branco parte i salti sono fragorosi e numerosi andando poi verso il calare, fino ad annullarsi, quando le carpe saranno giunte sulla zona di alimentazione. Questo fenomeno accade spesso in specchi di grande massa d'acqua, specie in primavera fino all'autunno, per poi quasi annullarsi del tutto in inverno. Ma se cio' accade nella stagione fredda quel salto e' indice di zona strike e molto spesso accade di notte, nella maggioranza dei casi. (Per precisare: con la stagione fredda si ha piu' possibilita' di cattura di notte).
Ricordiamoci che non e' detto che una volta individuata la zona di alimentazione le carpe accettino comunque il nostro cibo di primo acchito infatti, nella stragrande maggioranza dei casi, e' meglio effettuare una pasturazione preventiva ma questo e un discorso che verra trattato in futuro. Puo' succedere che in primavera una carpa salti anche solo per ripulirsi dai parassiti con cui e' entrata in contatto durante l'inverno a contatto con il fango. In altri casi i salti possono non verificarsi affatto, ad esempio: in una zona con forte pressione di pesca.
 
 
 
IL VENTO
Riporto la definizione di vento:
"il vento e' l'esito di moti convettivi (verticali) ed advettivi (orizzontali) di masse d'aria in atmosfera.
Esso e un fenomeno naturale che consiste nel movimento ordinato, quasi orizzontale, di masse d'aria dovuto alla differenza di pressione tra due punti dell'atmosfera.
In presenza di due punti con differente pressione atmosferica si origina una forza detta forza del gradiente di pressione o forza di gradiente che agisce premendo sulla massa d'aria per tentare di ristabilire l'equilibrio. Il flusso d'aria non corre in maniera diretta da un punto all'altro, cioe con stessa direzione della forza di gradiente, ma subisce una deviazione dovuta alla forza di Coriolis che tende a spostarlo verso destra nell'emisfero settentrionale e verso sinistra nell'emisfero meridionale. A causa di questo effetto il vento soffia parallelamente alle isobare. In questo caso si parla di vento geostrofico. Tuttavia alle basse quote (meno di 600 m) e necessario tenere anche conto dell'azione dell'attrito con la superficie terrestre, che e in grado di modificare la direzione del vento di circa 10 sul mare e 15-30 sulla terra rispetto a quella del vento geostrofico, rendendo il percorso dall'alta pressione alla bassa pressione piu diretto. La velocita del vento, o meglio la sua intensita, dipende dal gradiente barico, cioe dalla distanza delle isobare, e si misura con uno strumento chiamato anemometro e puo essere espressa in:
  • m/s
  • km/h
  • nodi
L'intensita del vento aumenta in media con la quota per via delle diminuzione dell'attrito con la superficie terrestre e la mancanza di ostacoli fisici quali vegetazione, edifici, rilievi e montagne."
 
 
 
LA ROSA DEI VENTI
 
tipologie di vento:
tramontana da nord
grecale nord-est
levante est
ponente ovest
maestrale nord ovest
scirocco sud-est
Dopo un'introduzione su cosa sia il vento e sui vari tipi di vento andiamo a vedere come esso possa influire sull'azione di pesca e sul comportamento delle nostre amiche ma, per fare cio', dobbiamo prima pensare a due cose: l'alimentazione primaria e secondaria della carpa.
 
Alimentazione primaria: molluschi,crostacei, ecc.
Alimentazione secondaria: dieta vegetale come ad esempio erbe acquatiche, alghe, semi, ecc.
 
Che cosa hanno in comune ambedue??
Hanno in comune la presenza della necessita' di presenza di sali e gas. Tra questi ultimi il piu' importante e l'ossigeno e' la maggior parte di gas disciolto in acqua e causato dal contatto tra l'elemento liquido e l'atmosfera; il vento crea, cosi facendo, una diffusione lenta superficiale ed un rimescolamento piu profondo. La spiegazione e' stata detta nel modo piu facile, tanto che non credo di essermi, assolutamente, spiegato bene..
La riva colpita dal vento e' la riva piu' ossigenata: nei primi metri l'acqua sara marroncina e questa cosa e' maggiormente accentuata quando il fondale e melmoso. In tale situazione la carpa diventa piu' sospettosa ad alimentarsi.
 
Schematizziamo ora i casi in cui il vento puo' esserci utile.
 
Vento che spira su laghi con alta profondita':
per esempio, laghi con profondita di 9-10 m.
Se tira vento forte, questo smuove una massa d'acqua fino a una profondita di 2 o 3 m. ed il pesce tendera0 ad avvicinarsi a riva in cerca di cibo.
 
Vento con bassa profondita': effetto negativo
In certi casi le carpe stanno sopravvento perche amano la tranquillita' e il caldo. Essendo animali a sangue freddo, la temperatura del loro sangue varia al variare della temperatura dell'elemento liquido e quindi, ad esempio, in autunno, con una giornata fredda di vento settentrionale, le carpe - con buona probabilita' - stazioneranno sopravvento.
Questo comunque e' un discorso molto lungo e complesso e con varie opinioni al riguardo (come, per esempio, sull'importanza dell'influenza della Luna).
Io ho cercato di semplificare alcuni concetti che potrebbero tornare utili.
 
 
TERMOCLINO
Il termoclino e' un sottile strato in una grande massa d'acqua, come per esempio l'oceano, nel quale la temperatura diminuisce, in funzione della profondita', piu' velocemente rispetto ad altri strati. Al di sopra del termoclino lo strato si dice superficiale e la temperatura dell'acqua e' maggiore.
In tutti i laghi grandi o piccoli che siano e' presente una stratificazione dell'elemento liquido con conseguenza di formazione di fasce termiche disposte a diverse profondita'. Con un termometro misuriamo la temperatura dalla superficie al fondale e vedremo che il profilo termico variera' in base alla stagione. Ad esempio, d'inverno, la temperatura dello strato superficiale e' uguale pressoche' a quella del fondo mentre d'estate il gradiente termico varia stabilizzandosi sulle alte profondita' (con il caldo le carpe e' facile insidiarle ad alta profondita' in quanto la temperatura risultera' piu' confortevole).
 
Correnti termiche
Le correnti termiche sono generate da rimescolamenti di enormi masse liquide di differente densita' e temperatura. I raggi solari scaldano la superficie e nella stagione calda, ad esempio, il pesce diventa apatico ed e' qui che ci si ricollega al discorso del vento in quanto esso ci aiuta rimescolando gli strati superficiali, creando cosi una fascia d'acqua di maggiore densita' (termoclino, per l'appunto) che funge da barriera tra i due strati: quello superficiale (meno denso ma ricco d'ossigeno) e quello sotto al termoclino (piu' freddo, denso ma con quantita' scarsa di ossigeno).
In estate dove si troveranno le carpe??
Appena sopra il termoclino (e da questo fattore puo' nascere la necessita' di andare a calare i nostri inneschi a lunghe distanze cercando questo fenomeno in profondita' elevate)
Per quanto riguarda l''inverno il fattore termoclino e' meno rilevante.
 
Con questo scritto basato su vari appunti presi e su considerazioni fatte da carpisti con indiscussa esperienza spero di avere fatto un breve quadro generale su come muoversi alla ricerca degli spot sui quali calare i nostri inneschi.
 
In futuro analizzeremo, piu' in dettaglio, il fattore strettamente legato allo spot e vari ambienti di pesca.
 
Articolo di Davide Cattabriga (agonista della sezione carpfishing del GPO Imolese Tubertini)
 
 
 
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 12/09/2012 @ 20:13:04, in CARPFISHING, linkato 2174 volte)
QUARTO ENDURO DI CARPFISHING HELP SOMEONE 2012
BACINO DI SUVIANA 5 - 6 – 7 OTTOBRE 2012
 
LA SEZIONE CARPFISHING DEL GPO IMOLESE TUBERTINI
IN COLLABORAZIONE CON ETHNIC, TUBERTINI HIGH QUALITY, F.LLI TOVOLI DI SUVIANA, IL NEGOZIO MISTER FISH DI BOLOGNA, IL NEGOZIO DI PESCA SPORTIVA L'HOBBBY DI FAENZA, L'EDICOLA MERIDIANA DI CASALECCHIO DI RENO.
 
Organizza la quarta edizione dell’Enduro di carpfishing a scopo benefico “Help Someone 2012”
 
La manifestazione agonistica si svolgera’ presso il Bacino di Suviana i giorni 5, 6 e 7 ottobre 2012
A fine manifestazione verra' premiata la prima coppia classificata piu' premi a sorpresa
 
I premi saranno i seguenti:
alla prima coppia 50 euro
 
Parte dell’incasso verrà devoluto in beneficenza
La quota di iscrizione all’Enduro e’ fissata a 40 euro a coppia
 
Per ottenere il regolamento e prenotarsi per l’Enduro non esitate a contattare l’organizzatore
Mirco Finocchi
Telefono 3482341924
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 17/12/2011 @ 20:32:35, in CARPFISHING, linkato 3801 volte)
CARPFISHING, BOILES E DINTORNI DI MISEL ZADRAVEC BAITS
 
Le boiles della serie Carp Dream rappresentano la punta di diamante dell'intera produzione.
Per ogni tipologia di mix sono impiegati 18-20 ingredienti differenti di qualità indiscussa, come dimostrano le numerose carpe da oltre 20Kg catturate in acque libere nel corso degli ultimi anni . Oltre ad essere cotte a vapore ed impastate con uova fresche, contengono un livello molto alto di amminoacidi, proteine solubili, Sali minerali, vitamine, estratti liquidi ed in polvere, ovviamente, di origine naturale. Non sono stati utilizzati aromi e coloranti chimici, il caratteristico odore che emanano derivato esclusivamente dalle farine utilizzate e dagli estratti impiegati. Rapide ad entrare in pesca e ad essere accettate dalle carpe sono ideali nelle acque poste sotto pressione e per la cattura degli esemplari di taglia maggiore. Se siete alla ricerca dell'esca definitiva probabilmente state cercando una boiles Carp Dream.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
LINEA CARP DREAM
Big Carp: L'elevato contenuto di fegato e farine di pesce nobili, collocano questa boile tra le migliori cacciatrice di carpe record. Consigliata soprattutto nei mesi estivi e per i viaggi di pesca dove si cercano le Big Carp.
Crazy Fish: La caratteristica principale di questa esca ad alto contenuto di estratti solubili e farine di pesce altamente digeribili, la velocità nell'entrare in pesca. Le Crazy Fish producono ottimi risultati durate tutto l'anno.
Fish Steack: In italiano bistecca di pesce un nome del genere non richiede spiegazioni! Il carpista più attento, già dalla prima occhiata e annusata si accorge delle levate potenzialità di questa esca. Estremamente catturante dalla primavera fino al tardo autunno.
Squid Magic: Una delle ultime esche presentate nella prestigiosa gamma Carp Dream, le Squid Magic sono altamente proteiche grazie alla elevata quantità di farina ed estratto di calamaro contenuti nel mix. Ideale quando l'acqua ha raggiunto un buon gradiente termico, quindi dalla tarda primavera all'autunno inoltrato.
DIAMETRO 20MM
CONFEZIONE DA 1KG

 
LINEA HAPPY CARP
Serie dal rapporto qualità/prezzo insuperabile. Anche per la serie Happy la cottura a vapore ed i mix utilizzati sono composti da ingredienti ed aromi naturali impastati con uova fresche. Farine di pesce, proteine di origine vegetale, vitamine e birdfood garantiscono una digeribilità eccellente in qualsiasi situazione; sono ideali per le pasturazioni pesanti, dove è fondamentale non sfamare completamente il pesce. In primavera sono consigliati i gusti dolci/fruttati mentre quando l'acqua più calda quelli al pesce.
AROMI: SQUID OCTOPUS, TUTTI FRUTTI, SCOPEX, MONTER CRAB, STRAWBERRY
DIAMETRO 20MM
CONFEZIONE DA 800GR

 
LINEA COMPETITION
Come suggerisce il nome, si tratta di esche insuperabili nella velocità di entrata in pesca, ideali per pescate veloci ed enduro ma non solo! Cotte velocemente a vapore, come del resto tutta la gamma di esche Miel Zadravec, per preservare ogni prezioso valore nutritivo ed attrattivo contenuto nei mix e nei liquidi utilizzati. Le accoppiate mix/attrattori sono state selezionate e testate a lungo prima di essere immesse sul mercato, per garantire un prodotto dalle ottime caratteristiche, altamente catturante anche nei periodi più difficili, quando le carpe sono meno attive e quando le combinazioni classiche non funzionano.
AROMI : STRAWBERRY-FISH, LIVER-FISH, MUSSEL-FISH, AMUR SPECIAL
DIAMETRO 20MM
CONFEZIONE DA 1KG

 
GRANAGLIE TIGERNUT
Particles di pregiata qualità già cotte ed addolcite per un pronto uso. Ideali sia da innesco che per pasturazioni preventive e per l'utilizzo in spot tramite bait boat ad esempio. Ottime ammollate nei bait dip Miel Zadravec.
CONFEZIONE DA 1 KG

GRANAGLIE COOKED CORN
Particles di pregiata qualità già cotte ed addolcite per un pronto uso. Ideali sia da innesco che per pasturazioni preventive e per l'utilizzo in spot tramite bait boat ad esempio. Ottime ammollate nei bait dip Miel Zadravec

 
POP UP BOILES
Boilies altamente galleggianti create con gli stessi mix ed aromi delle corrispettive affondanti. Ideali sia per l'utilizzo singolo che per inneschi Snowman.
AROMI: BIG CARP, SQUID MAGIC, MUSSEL, CRAZY FISH
DIAMETRO 16MM

 
BOILES DIP
Composti esclusivamente da estratti naturali ed attrattori rinomati per la provata efficacia quali: corn step liquor, betaina, robin red, proteine di pesce idrolizzate ed aminoacidi per ottenere un interesse immediato. Usabili tutto l'anno per incrementare il potere attirante degli inneschi, consigliabile ammollare le esche per 8-10 ore prima dell'utilizzo.
AROMI: LIVER PLUS, FISH, STRAWBERRY, PEANUTS
CONFEZIONE DA 100ML

Rappresentante esclusivo per lItalia Tubertini High Quality
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 27/11/2011 @ 09:05:32, in CARPFISHING, linkato 3611 volte)
3o ENDURO DI CARPFISHING HELP SOMEONE, LAGO SAPABA DI BOLOGNA, 25 26 27 NOVEMBRE 2011
ALLA FINE DELL'ARTICOLO E' PRESENTE LA CLASSIFICA E IL LINK AI DUE ALBUM FOTOGRAFICI DELL'ENDURO
 
La ASD G.P.O. Imolese Tubertini organizza il 3 Enduro annuale, che si terrà quest'anno presso i Laghi Sapaba di Bologna nei giorni 25-26-27 Novembre 2011.
Alla gara saranno ammesse un massimo di 15 coppie, i partecipanti dovranno essere in possesso della Tessera FIPSAS in corso di validità, la quota di partecipazione per ogni coppia di 60,00 che dovrà essere versata all'atto delliscrizione.
LA NON PARTECIPAZIONE NON IMPLICA IL RIMBORSO DEL CONTRIBUTO VERSATO.
La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica.
Raduno - ore 17,30 di Venerdì 25 Novembre presso Il Lago Sapaba (Borgonuovo di Pontecchio Marconi), dove verrà eseguito il sorteggio delle postazioni. La gara avrà inizio alle ore 19,00 di Venerdì 25 Novembre e terminerà alle 15,00 di Domenica 27 Novembre.
Attrezzature: E consentito esclusivamente l'impiego di canne (4 a postazione) telescopiche o ad innesti, munite di anelli passa filo (interni o esterni) e complete di mulinello; la lunghezza non dovrà superare i 4 metri. Si potrà detenere un numero illimitato di canne di scorta ma non appoggiate sul rod pod.
- E consentito utilizzare marker per sondare il fondo e segnalare la zona di pastura e pesca.
- E obbligatorio l'utilizzo del materassino per slamare il pesce e ogni coppia dovr essere dotata di almeno due sacche di mantenimento.
- Obbligatoria la tecnica di innesco tipo hair rig con ami singoli con o senza ardiglione.
Esche consentite: granaglie ( particles ), boiles e pellets con diametro inferiore ai 40 mm, e tutti i tipi di sfarinati ( pastura, metod e fioccato), consentito l'utilizzo di esche vive quali larve e lombrichi esclusivamente con innesco tipo hair rig tramite maggot clip system, la quantità fra esche e pasture consentita, da utilizzare, non potrà superare il totale di 5 Kg per tutta la durata della manifestazione.
La pasturazione va effettuata esclusivamente con cobra, cucchiaione, fionda e bait-rochet.
- E' vietato l'utilizzo di qualsiasi altro tipo di esca viva (crostacei, uova di pesce, fouillis, ver de vase) ed esche artificiali.
- E' vietato lutilizzo del bait-rochet, dalle ore 23,00 di sera alle ore 08,00 del mattino seguente.
- E' vietato lutilizzo di qualsiasi mezzo atto a guidare la pasturazione ( barca e barchino ).
- I pesci allamati prima del segnale di fine gara e segnalati tempestivamente avranno a disposizione ulteriori 15 minuti dopo la fine della gara per essere portati a guadino.
Classifiche: verranno stilate assegnando un punto per grammo di pescato (carpe di ogni specie e amur) con peso non inferiore ai 2,0 Kg.
In caso di parità tra due o più coppie prevarrà il pesce di maggior peso, a seguire il numero di catture.
Premiazione: saranno premiate le prime 5 coppie classificate e la Big Carp. Il premio alla Big Carp non verrà assegnato a chi percepirà altro premio. Nel caso non vengano raggiunte le 15 coppie i premi verranno ridotti di conseguenza.
- Il restante dell'incasso, tolte le dovute spese, verrà devoluto in Beneficenza.
I PARTECIPANTI HANNO L'OBBLIGO DI PROVVEDERE ALLA PULIZIA DELLA PROPRIA POSTAZIONE.
I concorrenti per effetto della loro iscrizione dichiarano di conoscere e accettare il presente regolamento. Per quanto non contemplato dal presente regolamento si prega di contattare la Direzione di Gara e fare riferimento alla CN 2011.
La Società organizzatrice esonerata da ogni e qualsiasi responsabilità per danni ed incidenti di qualsiasi genere che per effetto della gara potessero derivare alle persone o alle cose degli aventi attinenza alla gara e a terzi.
 
 
 
 

 
 
Per le iscrizioni contattare i responsabili della manifestazione:
Mirco Finocchi cell 3482341924 Email mirko.finocchi@gmail.com
Luca Tugnoli cell 3397380906 Email luca-771@excite.it 
 
SCARICA IL VOLANTINO DELLA MANIFESTAZIONE - FORMATO PDF
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 Clicca sull'icona qui a sinistra per visualizzare i due album della terza edizione dell'enduro Help Someone
 
 
 
 
 
 
ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI
 
 

 
 
 
Pagine: 1 2 3

Benvenuto 
Ci sono 936 Utenti collegati


Form Object


< novembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





18/11/2018 @ 14:16:51
script eseguito in 147 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM