GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 Angelo Borgatti al primo Meeting dell'Amicizia 2012... di Admin G.P.O.
 
"
I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione.

Muhammad Ali
"
Seguici: 
Titolo
 
DI SEGUITO TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE RICHIESTA E PUBBLICATI SUL SITO IN ORDINE CRONOLOGICO
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 07/06/2011 @ 18:15:40, in SPINNING, linkato 2042 volte)
 
SPINNING - RITORNO SUL TRONTO AD ASCOLI
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
Non posso che riferire delle avventure di due amici, Alberto che era con me e Gianluca l’anno scorso e della new entry Andrea che è un esperto di trote.
Gianluca era impegnato con il gentil sesso e io incrociavo le esche con i big bass.
Visto che le foto parlano da sole…credo proprio si siano divertiti
Ricordo che è un no kill popolato (e ripopolato) di grossi cavedani e grosse trote, che si pesca con un permesso giornaliero e che il tratto è “cittadino” sotto più che “dentro” Ascoli scorrendo in una gola.
Waders di obbligo, ami singoli e rispetto per il pesce
L’acqua è pulita, in estate ha un lieve odore e un po di alga ma vi assicuro che è molto bello
 
Un piccolo segreto, anche fuori dal no kill c’è pesce…. E non poco
  
Ma prima della fine dell’estate di certo ci arrivo pure io a verificare
 
 
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
Titolo
Di sipadan (del 06/06/2011 @ 23:30:00, in SPINNING, linkato 2434 volte)
 
SPINNING - L'ATLANTIDE DEI BASS
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
Dopo un paio di spedizioni non felicissime pianifichiamo lo sbarco in quella bella isola che in tanti credono abbia mosso il mito di atlantide
Non so se sia vero ma le bestie che vivono là sono davvero “preistoriche”
Il traghetto è una croce, il viaggio con la barca sul tetto con sibili, colpi, rumori letteralmente assordanti non è gran che…
Il viaggio costa non poco ma tant’è
All’imbarco in terra straniera riusciamo a mangiare un’incredibile pizza napoletana dopo aver pagato la sosta in un parcometro più o meno della mia età…. Con regole chiare solo agli autoctoni
Notte in cabina, arrivati per tempo siamo (come al solito) tra gli ultimi a scendere e nonostante questo non ci troviamo con chi ci deve accompagnare, partono telefonate e contro telefonate e infine dopo colazione partiamo
Con una spia accesa in auto, la maledetta sonda lamba della marmitta.
Quindi avanti piano, in un vento da uragano con la barca sul tetto
Per fortuna dopo un po il meccanico mi conforta, vai e ignorala tanto passa in garanzia e infatti puntuale dopo un po si spegne
Arriviamo su una parvenza di strada, persa nel nulla che porta a una casa che per un po ospiterà la barca nella loro proprietà al chiuso, i cordialissimi amici locali aiutano a scaricare e andiamo verso l’agriturismo.
Che so bellissimo, lo era e lo è e mangeremo pure bene
Lì non troviamo il nostro amico Gianluca che è già in pesca col suo mezzo ma la sua famiglia.
Cordiali saluti, scarichiamo un po di roba (la 16 si alza di 10 cm…) come 4 batterie, un frigo elettrico, vestiti sufficienti per traversare il sahara e le dolomiti..
Restano in macchina
  • 2 motori elettrici (uno di scorta)
  • 3 batterie
  • 4 scatole di esche (ne useremo 15 (di esche) in due…….)
  • Salvagenti e dotazioni, remi, mezzi marinai, disincaglia tori, ancora…
  • 7 canne
  • I 2 pescatori
 
Peccati che ci sia un uragano in corso, non piove ma è un freddo porco alle 11 di mattina
La barca sembra “Azzurra” ad una regata oceanica, va col vento più che col motore
L’acqua si intorbidisce, si pesca malissimo
2 kg di ancora non tengono, un sasso da 10 nemmeno, si va da un ancoraggio tra i rami a uno spiaggiamento
Riusciamo a malapena a scappottare con bass minuscoli e a rientrare controvento con il motore grosso a tutta….. facendo qualche danno al supporto di prua che non regge le onde col motore sopra
Ciliegina sulla torta l’ultimo ancoraggio di poppa ci allaga grazie a onde e vento gelido
Fine della giornata 1, si carica, si mette la barca in rimessaggio nel prato offertoci gentilmente e si spera
Di passaggio si recupera Gianluca caricando direttamente il gommoncino con stand up e tutto sul tetto della 16
(la pratica è diffusa, i nostri vicini romani hanno un belly gonfio nel furgone e un pontoon sul tetto dello stesso, credo che i locali ci prendano per pazzi.)
Doccia calda, ottima cena locale, buona compagnia (sono tutti dentro… il lago è inaffrontabile) e si spera nelle previsioni
Che sono buone J
 
Giorno 2
Si attacca col caricare il gommone del buon Gianluca sul tetto, recuperiamo la barchetta “Excalibur” e fuori di flotta con vento accettabile e un freddo subpolare
Ma qualche pesce comincia a uscire (io prendo il primo dietro un muro con qualche cm di acqua) , ci dividiamo per battere più acqua con esiti soddisfacenti e basta
Comincia a sbucare il sole, ci copriamo con crema a protezione 50, e dopo mangiato decidiamo per esplorare una baia che ci appare, tanto avanti nel lago non ci eravamo mai spinti nel passato, anche perché col lago non al massimo non sarebbe facile arrivare qui.
E non sappiamo quanto manca…
Dalle 12,30 alle 18,30 navigheremo nella baia senza vederne il fondo, in un contesto da Paradiso Terrestre.
E col pesce che man mano si fa attivo, la temperatura mite in un susseguirsi di insenature, rientranze tra vegetazione verdissima, fiori e acqua meravigliosa
Si va da catture a ripetizione di famelici persici, in piccoli branche da cui fuggiamo, a scuole di bass piccoli a grossi bass isolati e con grossi si dice grossi, animali come minimo ben oltre il kg con punte sopra i due e non di poco.
Escono da certe baie 20-30 pesci, a volte con dentro una barca e a volte con due.
Dopo le 17 le mangiate calano e ci avviamo verso casa, decidendo di attaccare il lago sull’altro verso, due viaggi uno col gommoncino sul tetto e uno con la barca
Perché abbandoniamo l’eden? Perché speriamo di fare di meglio sul lato che conosciamo di più
Cena, vino, liquorino e a letto e siamo nulla rispetto ai ragazzi con belly e pontoon che pescano dalle 5 alle 13, dalle 15 a notte… veri uomini
Noi facciamo sveglia alle 6, colazione e alle 18,30 siamo a casa.
 
Giorno 3
Si scarica la barca (ma siamo vicini), si torna, si carica il gommone e si scarica
Ci teniamo vicini perche l’elica del gommoncino è a dir poco precaria, ma reggerà anche dopo la partenza dell’Excalibur per l’Italia.
Puntiamo al centro del lago dopo una poco proficua esplorazione di baie, ma ormai abbiamo capito, dovremo essere al posto giusto col caldo
E cominciamo a vedere pesci sempre più grandi, spesso non mangiano ma ogni tanto si e il divertimento è assicurato
Dopo pranzo la decisione fatale, seguiamo la sponda invece di tornare a centro lago dove abbiamo visto le bestie.
Si avvicinano le 15, l’ora della sfida all’ok corral (qui non si aspetta il tramonto perche fa più freddo)
Ne prendiamo non pochi e arriviamo in baie dove passiamo più volte i 2 kg stimati fino a vedere l’incredibile, in 5 metri di acqua su alberi che solo l’eco vede partono a mezz’acqua animali “preistorici” che non sono diventati grandissimi per nulla, guardano con circospezione e attaccano in punta di becco restando attaccati ai minnow (veri castigamatti dell’escursione assieme al crank “acchiappa tutto” di Gianluca) con un’ancoretta o parte di essa
Piano piano scema la mangianza, non senza vedere qualche pesce da kg, persici grossi e bassetti.
Esploriamo le ultime sponde già col fresco e prendiamo poco o nulla ma siamo soddisfatti e felici – e pure stanchi.
Ci si prepara per il ritorno col maltempo che avanza mentre Gianluca che ha più tempo farà altri pesci nei giorni successivi.
Nb abbiamo già prenotato per l’anno prossimo , male che vada crescerà la flottiglia o l’equipaggio tantoil massimo che abbiamo visto sono state 8 persone nel lago in belly……
 
A presto, Atlantide dei bass….
 
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
Titolo
Di angelo b. (del 06/06/2011 @ 23:00:09, in TEMATICHE AMBIENTALI, linkato 2744 volte)
 
SAVE THE FISH: UNA INIZIATIVA RESPONSABILE, NON UNA CROCIATA
articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Pesca In, Noi Pescatori)
 
L’attenzione sul “problema” cormorani e l’impatto di questa specie sugli ecosistemi idrici di buona parte dei paesi europei è documentata, a vari livelli, da anni.
Anche in Italia la sensibilità su questo fronte, quasi esclusivamente da parte dei pescatori, è andata aumentando nel tempo, sfociando nell’alto grido di allarme di questi ultimi mesi.
Ma il problema viene da lontano e procrastinarlo o parlarne solo “tra pescatori” non basta più, non è mai bastato. Occorre tentare qualche altra strada, almeno tentare.
E’ per questo motivo che importanti realtà del nostro Sport come il sito Match Fishing Italia e Riviste specializzate come Pesca In e Noi Pescatori hanno pensato di costituire un “Comitato Permanente per la Difesa della Fauna Ittica”. (Save the Fish).
Naturalmente questo Comitato è aperto a tutte le realtà che vorranno identificarsi nelle finalità che esso si è dato.
 
Un altro Comitato? Non ci sono già abbastanza partiti in Italia?
Nulla di politico, naturalmente, un semplice movimento di persone che vogliono portare all’attenzione del Paese e della sua classe politica il fattore “cormorano” ed il suo impatto sulla popolazione ittica delle nostre acque.
Vogliamo chiarire subito che lo scopo di questo Comitato non è una crociata “anti-cormorano”, ne’ la promozione di stermini selvaggi ed incontrollati di nessun genere e di nessuna specie, ma solamente il tentativo di portare all’attenzione di chi può decidere e legiferare anche le silenziose pretese di sopravvivenza di quelle specie “invisibili” che sono i pesci, che si trovano ad affrontare una minaccia nuova e letale per la quale non sono stati programmati a difendersi da Madre Natura.
 
Figurati!Difendete i pesci solo per difendere il vostro egoismo di pescatori e i vostri interessi commerciali !
E cosa ci sarebbe di tanto male, in questo? Da sempre ci sono i pescatori ed il mondo che vi gravita attorno, non per questo i pesci delle nostre acque sono stati minacciati di estinzione, anzi! Spesso il mondo della Pesca Sportiva ha valorizzato tante realtà, anche economicamente, con beneficio di tutti.
 
 
Come mezzo d’azione di questo Comitato è stata individuata la Petizione Popolare, uno degli strumenti più democratici e trasversali in assoluto.
Di seguito potrete trovare il testo ed i moduli della Petizione Popolare
A tutti voi, a tutti noi, adoperarli per tentare di farci sentire. I pesci sono silenziosi, noi la voce (e la penna!) l’abbiamo…
 
 
COSA NE PENSANO…
 
In merito all’iniziativa “SAVE THE FISH”, promossa dal sito Match Fishing, dalle Riviste Pesca In e Noi Pescatori con il patrocinio della FIPSAS, ho voluto sentire il parere di alcuni tra i più importanti imprenditori del settore.
Senza voler togliere nulla ai molti altri non interpellati per motivi di tempo e spazio, ho ritenuto che personaggi del calibro di Milo Colombo, Gabriele Tubertini e Claudio Giani fossero ampiamente rappresentativi del panorama commerciale italiano del Settore Pesca Sportiva per avere il “polso” della situazione ed un parere esaustivo sull’argomento.
Ecco le loro risposte alle domande:
 
1)Cosa pensa Lei in merito all'iniziativa "SAVE THE FISH" volta a sensibilizzare gli Organi legislativi sulla necessità di introdurre norme di contenimento numerico della specie "cormorano" promossa dal sito Match Fishing.it e dalle testate Pesca In e Noi Pescatori con il patrocinio della FIPSAS?
 
2) Cosa possono fare Aziende importanti del Settore come la Sua per promuovere e sostenere questa iniziativa? 
 
Milo ColomboCOLOMBO EMILIO - MILO
1) La vostra iniziativa mi trova assolutamente concorde. Credo che sia veramente ora che si cerchi di fare qualcosa a livello nazionale per affrontare un problema che sta diventando sempre più pressante e che ha risvolti non solo sportivi ma anche commerciali importanti, dal momento che anche le Aziende del settore hanno un ritorno negativo dall’impoverimento ittico delle nostre acque, con ricadute su fatturati ed occupazione.
 
2) Credo che le Aziende possano contribuire coinvolgendo il maggior numero di pescatori possibili, anche tramite le Società da loro sponsorizzate e la loro rete capillare di contatti.
 
 
A destra nella foto Giani ClaudioGIANI CLAUDIO – COLMIC
1) Questa iniziativa trova la nostra Azienda assolutamente d’accordo, avendo visto e vissuto quello che questi uccelli hanno provocato e provocano alla popolazione delle nostre acque. Non riusciamo a capire quale ragione induca a proteggere questa specie che produce danni così gravi alle popolazioni ittiche delle nostre acque.
 
2) Personalmente il nostro impegno all’interno dell’Azienda è tale che non possiamo impiegare tempo materiale nella promozione e divulgazione dell’iniziativa. Come Azienda, però, Colmic è completamente a disposizione a sorreggere in tutti i modi a nostra disposizione una iniziativa importante come questa, promossa da organi di informazione importanti come i vostri. Certo sarebbe stato auspicabile che la Federazione si muovesse in prima persona, anche in precedenza, ma comunque va bene anche così. L’importante è cominciare a fare qualcosa.
 
 
a destra nella foto Gabriele TubertiniTUBERTINI GABRIELE – TUBERTINI
1) – Finalmente qualcuno che comincia ad occuparsi del problema! In altri stati europei sono già state prese iniziative in tal senso, non solo sul controllo numerico degli aironi ma anche sulla nidificazione e sul controllo delle uova deposte. E’ inconcepibile che si consideri da proteggere una specie che, come quella di cormorani, è da anni in via di espansione numerica in Italia e non certo a rischio di estinzione. I cosiddetti esperti dovrebbero andare a verificare il sistema di caccia di questi uccelli e il loro reale impatto sulla fauna ittica. Quando uno stormo di cormorani prende di mira un corso d’acqua è la devastazione. Abbiamo sott’occhio quanto successo nel Parco del Ticino o in Po a Torino e, ora, ad Ostellato e nel ferrarese. Sono assolutamente d’accordo con la vostra iniziativa.
 
2) – Come sostegno all’iniziativa, io posso dare innanzi tutto la mia solidarietà in prima persona. Come Azienda possiamo sensibilizzare tutti i pescatori associati alle formazioni da noi sponsorizzate affinché aderiscano alla petizione, anche se ritengo che non ci sia pescatore in tutto il Paese che non sia solidale con questo orientamento
 
articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Pesca In, Noi Pescatori)
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 06/06/2011 @ 20:15:25, in TEMATICHE AMBIENTALI, linkato 2828 volte)
 
ANCHE IL G.P.O. IMOLESE TUBERTINI ADERISCE ALL’INIZIATIVA “SAVE THE FISH” PROMOSSA DA “MATCH FISHING”, “PESCA IN” E “NOI PESCATORI”.
 
articolo di Alessandro Scarponi di Match Fishing Italia
Cari amici di Match Fishing, per il problema CORMORANI serve PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI!
 
In tanti si sono lamentati, sono anni che il problema esiste nel nostro paese, i pesci presenti nei laghi e nei corsi d’acqua del nord e centro Italia sono stati bersaglio da parte di una popolazione crescente di cormorani che stermina ogni anno, soprattutto nel periodo invernale, tonnellate di pesci, ma nessuno ha mai fatto qualcosa di concreto per fermare queste stragi.
 
Noi ci vogliamo provare, attraverso tutti gli strumenti legali che ci sono dati dal nostro ordinamento giuridico, per questo nei giorni scorsi alcuni Parlamentari hanno presentato, su nostra richiesta, alcune interrogazioni ai Ministri competenti.
 
Per supportare l’iniziativa dobbiamo tenere alta l’attenzione su questo problema attraverso la raccolta di migliaia di firme da inviare al Governo a Roma.
 
Allora cari amici, se amate la pesca, se desiderate continuare ad andare a pescare, se credete che questa sia una buona iniziativa, vi chiediamo solo di stampare il modulo allegato e di raccoglre tante firme tra pescatori, amici, parenti, amici dei parenti e così via..
 
Ogni foglio compilato o più fogli insieme li dovete poi spedire in busta chiusa al Comitato SAVE THE FISH presso sede di Pesca In al seguente indirizzo:
 
Pesca In – via XX settembre, 60 – 50129 – Firenze
 
Stampate il modulo per la raccolta firme e portatelo nei raduni di pesca, nelle sedi delle società di pesca, nelle sezioni delle Associazioni di pesca, ovunque!!!
 
Ricordate!
 
O ADESSO O MAI PIU’!!
 
Alessandro Scarponi
 (il Comitato promotore è formato da: Match Fishing, Pesca In, Noi Pescatori)
 
Articolo tratto dal sito Match Fishing Italia consultabile integralmente cliccando sul seguente link
 
N.B. è possibile scaricare il modulo a fondo pagina dell’articolo di Alessandro Scarponi
 
Scaricatelo, stampatelo e diffondetelo tra i vostri amici di pesca, nelle sedi delle vostre società e lasciatene qualche copia nei vostri negozi di pesca preferiti.
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 05/06/2011 @ 21:56:05, in PESCA AL COLPO, linkato 1192 volte)
LA CASALECCHIESE TUBERTINI VINCE AD OSTELLATO
Articolo di Angelo Borgatti (Pesca In, Noi Pescatori, Tubertini High Quality)
 
La terza prova del Campionato Promozionale della Sezione FIPSAS di Bologna si è svolta il 5 giugno scorso ad Ostellato, nel vecchio campo gara. Il tratto assegnato a questa manifestazione era quello posizionato a monte del cancello, attorno al km. 3. I concorrenti hanno trovato una sponda infestata di erbacce e rovi spinosi che li ha costretti ad un lungo lavoro di pulizia prima di potersi sistemare per l'azione di pesca, con grande disagio e dispendio di energie. A completamento della difficoltosa preparazione, lo scarso risultato in termini di pescato, che ha ulteriormente demotivato i presenti ed alimentato le discussioni e le critiche del dopo gara. Sono certamente ritornati a Bologna dalle terre ferraresi con uno stato d'animo buono capitan Paolo Melotti, Gianluigi Tattini, Gualtiero Bernardoni e Luca Scala, ossia i componenti della formazione A della Lenza Casalecchiese Tubertini, che sul Circondariale hanno conseguito una bella vittoria di tappa con sole 8 penalità complessive.
Gli agonisti della mitica società bolognese, una delle più vecchie del panorama nazionale, hanno conseguito questo brillante risultato insidiando le rare e diffidenti breme del Circondariale sia a roubaisienne che a ledgering.
Tattini ha vinto il proprio settore con circa 1.3 kg di breme catturate a roubaisienne con una lenza leggerissima da 0.20g. nonostante la discreta velocità della corrente; vittoria di settore anche per Luca Scala, che ha trovato 2 piccoli siluri e 2 breme, per un totale di 1.5 kg, impiegando il ledgering vicino alla sponda opposta; altro primo di settore anche per l'ex C.T. della Nazionale Paolo Melotti, che ha prima tentato la via della roubaisienne e poi ha ripiegato sulla canna a ledgering che gli ha fruttato 4 catture di bremes per un totale di oltre 1800 g; analogo comportamento anche per Bernardoni, meno fortunato però nella taglia delle catture. Per lui peso totale di 380 g. e 5° posto di settore, sufficiente comunque a completare un brillante punteggio per la vittoria di tappa.
Questo bel risultato proietta la Lenza Casalecchiese Tubertini A al quarto posto della classifica progressiva, in piena lotta per la promozione al Girone Est del Trofeo di serie B Emilia Romagna.

Articolo di Angelo Borgatti (Pesca In, Noi Pescatori, Tubertini High Quality)
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 03/06/2011 @ 12:28:17, in CURIOSITA', linkato 5495 volte)
 
Simon Lavin con una breme da 20 lb 2 oz (Kg 9,185) stabilisce il nuovo record britannico della specie
BREME DA KG9,185
27 Maggio 2011
Articolo tratto dal sito Angling Times
Traduzione di Giuseppe Stagni
 
 
Il record ufficiale britannico della specie ittica breme è stato infranto da un gigantesco esemplare che ha fatto fermare l’ago della bilancia a  20 lb 2 oz. (Kg 9,185)
 
L’esemplare da record è stato catturato dall’inglese Simon Lavin in una nota cava di ghiaia da 50 acri dell’Inghilterra meridionale durante una sessione di pesca durata una settimana basata proprio sulla ricerca di breme da record.
 
La cattura di questo esemplare ha migliorato il precedente record britannico di 8 oz. Ed è curioso notare che Simon, in passato , è già stato detentore di un altro record britannico: quello della carpa erbivora con un pesce di 33lb e 12ox. da lui catturata nel 1999 nel Lago Church Horton confermando che questo pescatore è già introdotto nel mondo dei record di pesca ed è esperto su come registrare e ufficializzare la cattura.
 
Probabilmente questa breme è la seconda che ufficialmente o ufficiosamente supera il limite delle 20 libbre. Nel 2009 si è parlato a lungo di un altro esemplare di 22lb e 9oz che però , e purtroppo per il pescatore, non è stato reclamato come record.
Simon deteneva anche un altro record personale con una breme da 17lb e 10 oz catturata nel marzo del 2009.
 
"Dopo  il mio record precedente del marzo 2009, un altro pescatore catturò in  aprile un esemplare da ben 19 lb 6 oz. Sapevo quindi che nel periodo marzo aprile quest'acqua poteva generare un altro peso da record in questo periodo”. Simo ha anche aggiunto: ”Le breme nella nostra zona entrano in frega, di solito, nella terza settimana di maggio, così ho deciso di dedicare un intera settimana al tentativo di catturare una breme da record ed ero convinto di avere ottime probabilità di raggiungere il mio traguardo”.
 
Simon ha posato il suo innesco a circa 60 yds da riva nei pressi di un isola di ghiaia sommersa a circa 8ft di profondità. Ha utilizzato una barca per pasturare accuratamente la zona scelta utilizzando circa 7kg di canapa bollita, miscelata a pellet e con l’aggiunta di mais dolce. La pasturazione è stata portata a termine ogni sera per tutta la durata della sessione di pesca e come esca ha utilizzato un innesco a base di vermi di terra.
 
“L’abboccata è arrivata all’alba dopo appena 4 giorni di pesca e l’esemplare ha opposto una bella resistenza sfuggendo al guadino per ben due volte.Alla bilancia, l’esemplare , ha fatto fermare l’indicatore sul peso di 20lb e 2oz ma per sicurezza ho chiamato altri due pescatori per testimoniare l’avvenuta cattura e verificare il peso anche con un'altra bilancia”
 
“La breme da record era un esemplare stupefacente e ha ampiamente ripagato la mia perseveranza durante la sessione di una settimana e adesso sono veramente felice di essere stato ripagato con questo nuovo record.”
 
Articolo tratto dal sito Angling Times
Traduzione di Giuseppe Stagni
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 03/06/2011 @ 00:01:52, in EVENTI, linkato 2256 volte)
 
PESCA AL COLPO: SUL DANUBIO LA SFIDA MONDIALE PER CLUBS 2011
LUOGO: GOLUBAC, SERBIA 4 - 5 giungo 2011
Articolo di Schiavone dal sito nazionale F.I.P.S.A.S.
La classifica finale si trova a fine articolo

Non arrivano medaglie per il Club italiano al Mondiale sul Danubio. Il Team bolognese si piazza al 7° posto della classifica generale. Il risultato è comunque buono se si pensa che alla griglia di partenza si sono presentate 25 squadre. L'ha spuntata l'Ungheria che ha lasciato i gradini più bassi del podio rispettivamente alla squadra serba e a quella inglese.

 
Il Team della Società sportiva "Cannisti Castelmaggiore Hydra" è in Serbia per partecipare al Campionato del Mondo per Clubs di Pesca al Colpo 2011.
Al prestigioso Campionato riservato alle squadre appartenenti a Società Sportive che nella stagione agonistica precedente hanno conquistato il titolo nazionale e/o si sono distinte per i risultati ottenuti, a difendere i colori dell'Italia e cercare di ottenere un eccellente risultato la società di Bologna, campione italiana in carica, è chiamata ad un compito impegnativo: non interrompere la striscia positiva dello scorso anno in Polonia dove abbiamo conquistato la terza piazza con l'"Oltrarno Colmic".
In precedenza, a partire dall'edizione 2005 (Umbertide) avevamo conquistato un primo posto con la Ravanelli Trabucco, nel 2006 in Portogallo argento della Longobardi Milo, ancora un oro e un bronzo con la Ravanelli Trabucco, rispettivamente nel 2007 e nel 2008.
Grande impegno e prima uscita ufficiale anche per il Presidente Federale Ugo Claudio Matteoli che parteciperà all’evento in qualità di Presidente della FIPSed.
A tentare di scalare la vetta mondiale quest’anno, guidata dal Capitano Giancarlo Armiraglio, la squadra è composta da Giacomo Chiarini, Franco Zucchi, Alessandro Pavan, Ivan Colo, Andrea Ferrario, Tarterini Umberto e Claudio Magli.
Il Delegato federale che accompagna la squadra italiana è il Consigliere Federale Fernando Landonio.
 
Auspichiamo una grande performance sulle acque danubiane per la società felsinea che questo anno celebra i 50 di vita del sodalizio.
 
CAMPO GARA
Nonostante la cittadina di GOLUBAC sia situata sul Danubio, sembra di essere in una città marittima. Il fiume qui è largo quasi 6 km, forma una sorta di bacino tra le montagne. Dalle sponde, attrezzate per l'occasione, dove si posizioneranno gli atleti, non è possibile vedere la riva opposta, sembrerà di pescare sul mare o al massimo su un lago molto ampio.
 
 
GOLUBAC
Golubac è una città nel nord-est della Serbia centrale alla frontiera con la Romania, situata sulla riva destra del Danubio. Popolare attrazione turistica e una delle meglio conservate fortezze nella Serbia (probabilmente dal XIV secolo), la Fortezza di Golubac si trova in posizione elevata sulle scogliere del Danubio in un'area chiamata "Porta di ferro". Durante il Medioevo è stata oggetto di molte battaglie, in particolare tra i turchi e gli ungheresi.
 
 
FILMATO SUL FIUME DANUBIO
 


CLASSIFICA FINALE DOPO LE DUE PROVE
 1) Ungheria 71,5 kg. 26,590 pesci 2347;
 2) Serbia 82,5 kg. 26,800 pesci 1959;
 3) Inghilterra 83,5 kg. 24,060 pesci 1931;
 4) San Marino 91 kg. 23,520 pesci 2099;
 5) Olanda 95 kg. 25,260 pesci 2095;
 6) Romania 96 kg. 24,340 pesci 2161;
 7) Italia 106 kg. 23,800 pesci 2150;
 8) Francia 111,5 kg. 21,310 pesci 1670;
 9) Croazia 113 kg. 25,750 pesci 2101;
 10) Portogallo 115 kg. 22,630 pesci 1799;
 11) Austria 119 pesci 1912;
 12) Slovenia 121 kg. 21520 pesci 1573;
 13) Lussemburgo 124,5 kg. 22,140 pesci 1644;
 14) Slovacchia 132 kg. 20,180 pesci 1689;
 15) Spagna 136,5 kg. 24,470 pesci 1907;
 16) Finlandia 137,5 kg. 20,750 pesci 1536;
 17) Ucraina 138,5 kg. 19,710 pesci 1725;
 18) Belgio 139,5 kg. 22,410 pesci 1801;
 19) Germania 159 kg. 19,820 pesci 1775;
 20) Bosnia 164,5 kg. 17,350 pesci 1489;
 21) Svizzera 167,5 kg. 19,270 pesci 1525;
 22) Rep. Ceca 169,5 kg. 17,430 pesci 1469;
 23) Polonia 175 kg. 16,800 pesci 1550;
 24) Svezia 194 kg. 17,640 pesci 1284;
 25) Irlanda 207 kg. 15,000 pesci 1043;
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 02/06/2011 @ 09:13:10, in ARCI PESCA, linkato 1229 volte)
 
Coppa Italia a BOX 2011
OSTELLATO VECCHIO CHE FATICA
Articolo di Danielli Stefano
 
 
Il 22 Maggio a Ostellato Vecchio dal Km. 4 al Km. 6 si è svolta la prima gara del Campionato
A.R.C.I. Denominata Coppa Italia a BOX per Società.
Prestigiosa competizione che si articolerà in tre prove di cui la prima, si è svolta appunto il 22 Maggio a Ostellato Vecchio, mentre le prossime due, una nel bellissimo ARNO Pisano a Calcinaia
il 10 Luglio, e la terza e ultima , nel Cavo Lama a Novi di Modena il 18 Settembre.
Si può, con giusta ragione, considerare questa competizione di alto prestigio, assieme al Campionato Italiano a BOX per Società A.R.C.I. , in quanto vede a contendersi il prestigioso
scudetto, numerose tra le più forti Società iscritte all'A.R.C.I. di tutta Italia, in gran parte dal
Piemonte, Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna.
A questa chermesse, non poteva mancare il nostro Team A.R.C.I. formato da Borghi Rossella-
Fontana Giovanni- Banzi Giuliano-Danielli Stefano .
E in questa prima prova, nonostante le agguerrite compagini Toscane che componevano il loro
settore e, nonostante si trovassero al picchetto numero cinque del primo settore, hanno ottenuto
un ottimo secondo posto di settore con Kg. 5,200 di pescato.
Che fatica però, Ostellato Vecchio pur essendo stato messo a nuovo come viabilità, continua ad
essere avaro di catture.
Le tecniche tradizionali, Roubaisienne e canna Inglese, rendono poco.
Spesso ci si affida a tecniche di pesca alternative come il Ledgering, dove consentito, attaccandosi
alla sponda opposta, per sfilare un pesce o due di taglia che facciano la differenza, come nel caso
del nostro Team.
Oppure, come è successo in alcuni settori durante questa gara, ci si è affidati alla tecnica con la
Bolognese, con lenze robuste, ami consistenti, pasturazione con bigatto incollato e lombrichi
allamati per riuscire ad insidiare un Siluro, che popola numeroso questo canale.
Questo è successo infatti in un settore durante questa competizione, dove con due Siluri, si sono pesati Kg. 16,000 di pescato.
Viceversa, in parecchi settori si sono verificati numerosi cappotti, con partecipanti che aspettano
ancora di veder affondare il galleggiante.
Prossimo aggiornamento per Giugno, con la seconda prova del campionato Regionale BOX in
Cavo Lama e, la seconda prova del campionato Provinciale a Coppie a Ostellato Vecchio .
 
 
Redatto da Danielli Stefano
responsabile del settore agonistico A.R.C.I. pesca per il G.P.O. IMOLESE
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 25/05/2011 @ 17:54:43, in CARPFISHING, linkato 2411 volte)

EXTREME CARPFISHING LE CATTURE DEL TEAM CFV GPO IMOLESE TUBERTINI



Nuova raccolta fotografica musicale dei ragazzi della sezione carpfishing del GPO IMOLESE TUBERTINI. Nel dettaglio, gli interpreti di questo filmato, sono tutti ragazzi e ragazze provenienti dal Team Carpfishing Varignana che si sono uniti alla nostra società di pesca agonistica agli inizi del 2011.

Questo è il nostro primo video in HD e può essere visualizzato fino ad una risoluzione di 1080p. Ovviamente per essere visualizzato a questi livelli necessita di una connessione estremamente veloce. Comunque si puo sempre visualizzare ad una risoluzione inferiore agedo sul menu' che si trova nella barra inferiore del video.

Ricordiamo ai visitatori del nostro Blog che esiste anche un canale video su youtube con tutti i filmati e la raccolte fotografiche della nostra società di pesca e potete accedervi cliccand sul link seguente

http://www.youtube.com/user/gpo2000?feature=mhsn#p/p

Oltre al nostro canale video, la nostra società di pesca, ha anche una fornitissima galleria fotografica popolata da oltre 10000 (diecimila) fotografie divise in sezioni e album fotografici e per accedervi basta cliccare sul link seguente

http://www.gpofishing.it/gallerie_fotografiche/index.html

 

BUONA VISIONE E BUONA PERMANENZA NEL NOSTRO BLOG

 
Titolo
 
22 maggio 2011
LA LENZA EMILIANA TUBERTINI SQUADRA A VINCE NEL CAVO LAMA LA TERZA PROVA DEL TROFEO ECCELLENZA NORD
 
Oggi nel Cavo Lama si è svolta la terza prova del Trofeo Eccellenza Nord
Il campo gara era suddiviso in 4 zone:
1a e 2° nel tratto tra Ponte Ascona e Ponte Ceccona
3a e 4a nel tratto tra Ponte ferro e Ponte Samice
 
La classifica di giornata ha visto primeggiare con solo 7 penalità (1 1 1 4) la squadra A della Lenza Emiliana Tubertini composta da Ferruccio Gabba, Umberto Ballabeni, Simone Carraro e Giuliano Prandi.
 
La gara è stata organizzata da : Alto Panaro (MO )Sensas Stonfo
Giudice di gara : Luciano Benassi
Delegato F.I.P.S.A.S. : Antonio Fusconi
 
Di seguito la classifica progressiva a squadre e in coda il file delle classifiche in formato .xls.
 
Cl. Società Prov. Sq Tot.Pen Pen.Eff   Piazz.Effettivi Totale N.Pesci Tot.Punt Punt.Eff.
        Effettive       Pesci   Effettivo  
1 Polisportiva Oltrarno (Colmic) FI (A) 33,0 7   1  2  2  2 0 0 51,7 20,49
          16   3  3  4  6   0   12,62
          10   1  3  3  3   0   18,59
2 Lenza Emiliana (Tubertini) BO (A) 38,0 15   1  2  5  7 0 0 48,08 15,31
          16   2  2  2 10   0   11,9
          7   1  1  1  4   0   20,87
3 A.D.S. Lenza Parmense (Maver) PR (B) 43,0 11   2  3  3  3 0 0 40,74 16,76
          16   2  4  5  5   0   9,72
          16   2  3  3  8   0   14,26
4 S.P.S. Pasquino (Colmic) RE (A) 44,5 17½   1  3  4  0 0 43,68 17,32
          17   3  4  4  6   0   10,55
          10   1  2  3  4   0   15,81
5 A.P.P.S. Lenza Aglianese (Maver) PT (A) 45,5 24½   4  4  7  0 0 41,67 10,54
          9   2  2  2  3   0   15,61
          12   1  2  3  6   0   15,52
6 Cannisti Club Team Master (Trabucco) PR (A) 46,0 13   1  2  4  6 0 0 45,3 19,84
          20   1  3  7  9   0   10,4
          13   1  1  2  9   0   15,06
7 A.D.S. Lenza Parmense (Maver) PR (A) 48,0 22   4  4  6  8 0 0 41,69 15,56
          11   2  2  3  4   0   12,94
          15   2  4  4  5   0   13,19
8 S.P.S. Ravanelli (Trabucco) CR (A) 48,0 15   1  1  6  7 0 0 48,07 19,87
          14   1  1  6  6   0   12,17
          19   1  1  8  9   0   16,03
9 S.P.S. F.lli Campana (Maver) MI (A) 49,0 14   1  1  4  8 0 0 43,99 20,82
          25   4  6  7  8   0   4,85
          10   1  2  3  4   0   18,32
10 S.P.S. Longobardi (Milo) MI (A) 49,0 14   1  4  4  5 0 0 45,39 20,51
          20   1  4  7  8   0   8,2
          15   1  3  5  6   0   16,68
11 Polisportiva Oltrarno (Colmic) FI (B) 51,0 13½   1  3  3½ 6 0 0 47,86 22,42
          16   1  2  4  9   0   11,57
          21½   2  4½ 6  9   0   13,87
12 Lenza Emiliana (Tubertini) BO (B) 51,0 17   1  2  4 10 0 0 41,43 19,88
          16   1  1  5  9   0   6,83
          18   1  3  5  9   0   14,72
13 S.P.S. F.lli Campana (Maver) MI (B) 53,0 29   4  6  9 10 0 0 36,73 11,77
          10   1  1  3  5   0   11,82
          14   2  3  4  5   0   13,14
14 S.P.S. Ravanelli (Trabucco) CR (B) 53,0 21   2  5  6  8 0 0 51,95 19,41
          16   1  3  3  9   0   14,99
          16   1  3  5  7   0   17,55
15 Cannisti Castelmaggiore (Hydra) BO (A) 53,0 16   2  3  5  6 0 0 38,88 17,74
          16   1  2  4  9   0   8,08
          21   3  4  4 10   0   13,06
16 Team Sarfix Crevalcore BO (A) 55,0 21   3  5  5  8 0 0 39,54 15
          13   1  2  5  5   0   10,79
          21   2  3  7  9   0   13,75
17 Cannisti Club Vicenza (Maver) PD (A) 56,0 17   1  3  6  7 0 0 34,65 14,68
          17   3  3  5  6   0   7,17
          22   2  3  7 10   0   12,8
18 A.S.S. Amo Santarcangiolese (Colmic) FO (A) 58,0 15   1  3  4  7 0 0 41,6 15,56
          13   1  2  3  7   0   14,7
          30   4  8  9  9   0   11,34
19 Alto Panaro (Sensas Stonfo) MO (A) 58,0 19   2  5  5  7 0 0 39,78 13,67
          17   1  1  6  9   0   11,35
          22   4½ 5  6    0   14,76
20 ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO (A) 60,0 20   2  3  7  8 0 0 41,79 16,29
          23   1  5  7 10   0   10,22
          17   3  3  3  8   0   15,28
21 S.P.S. Longobardi (Milo) MI (B) 61,0 21   2  5  5  9 0 0 38,17 18,2
          17   1  5  5  6   0   5,71
          23   4  4  6  9   0   14,26
22 Alto Panaro (Sensas Stonfo) MO (B) 64,0 20   2  3  7  8 0 0 40,4 17,5
          23   3  4  6 10   0   10,06
          21   4  5  6  6   0   12,84
23 S.P.S. Bagnacavallese (Colmic) RA (A) 67,0 20   1  4  6  9 0 0 34,63 12,91
          15   1  3  4  7   0   10,94
          32   5  8  9 10   0   10,78
24 A.P.S. Borghigiana Pellicano (Maver Tiger) FI (A) 68,0 10   1  1  2  6 0 0 35,42 16,88
          26   5  5  8  8   0   7,07
          32   5  8  9 10   0   11,47
25 SPSD Vasca Azzurra Pappiana (Tubertini) PI (B) 68,5 23½   4  5  7  0 0 34,31 16,11
          23   4  5  6  8   0   6,08
          22   1  5  8  8   0   12,12
26 T.C.A. Firenze (Maver Stonfo) FI (A) 69,0 24   2  6  6 10 0 0 36,08 17,72
          15   2  3  4  6   0   8,24
          30   6  7  8  9   0   10,12
27 A.S.D. Città Del Rubicone (Daiwa) FO (A) 69,0 23   3  4  7  9 0 0 33,55 14,82
          19   2  2  5 10   0   8,3
          27   4  6  8  9   0   10,43
28 S.P.D. Tritium (Tubertini) MI (A) 70,0 24   2  6  7  9 0 0 31,91 12,66
          21   3  4  6  8   0   7,47
          25   1  4 10 10   0   11,78
29 A.P.D. Lonatesi (Tubertini Ballabeni) VA (A) 70,0 22   2  4  8  8 0 0 29,22 11,7
          25   2  4  9 10   0   4,17
          23   5  5  6  7   0   13,35
30 S.P.S. Il Vairone (Maver) RE (A) 70,5 25   2  4  9 10 0 0 29,8 9,54
          26   3  5  9  9   0   4,97
          19½   4  4  5    0   15,29
31 A.P.S. Le Aquile (Colmic) FO (A) 72,0 25   1  6  8 10 0 0 28,92 8,69
          22   2  4  6 10   0   8,26
          25   2  6  7 10   0   11,97
32 ASD Pescatori Dany Club (Hydra) VA (A) 72,0 23   3  5  6  9 0 0 31,86 11,23
          26   5  7  7  7   0   8,11
          23   2  6  6  9   0   12,52
33 Nuova L. Montecatinese (Madras Maver) PT (A) 72,5 24½   1  7  7  0 0 33,951 13,671
          33   6  8  9 10   0   3,31
          15   1  1  3 10   0   16,97
34 Cral 1° Maggio Asolana Dil. (Daiwa) MN (A) 72,5 26½   5  6  7½ 8 0 0 38,24 15,14
          20   1  2  8  9   0   7,68
          26   2  8  8  8   0   15,42
35 S.P.S. Il Vairone (Maver) RE (B) 74,0 26   1  7  8 10 0 0 35,66 15,07
          30   5  7  8 10   0   4,5
          18   2  4  5  7   0   16,09
36 SPSD Vasca Azzurra Pappiana (Tubertini) PI (C) 75,0 28   1  8  9 10 0 0 29,55 6,93
          26   2  6  8 10   0   8,28
          21   1  5  6  9   0   14,34
37 S.P.S. Team Vicenza (YUKI-Venturieri) VI (A) 76,0 17   3  3½ 5  0 0 33 14,16
          28   3  5 10 10   0   8,54
          31   6  7  8 10   0   10,3
38 L.S. Team Sandonà (Fly) VE (B) 76,0 26   4  4  8 10 0 0 30,02 8,28
          23   4  5  7  7   0   8,46
          27   5  5  8  9   0   13,28
39 S.P.S. Il Gambero Milords (Maver) RE (A) 77,0 17   2  3  5  7 0 0 33,75 15,82
          33   6  8  9 10   0   3,91
          27   2  7  8 10   0   14,02
40 S.P.S. Angelo Bruni (Milo) CR (A) 77,0 28   5  5  8 10 0 0 24,78 5,79
          31   7  8  8  8   0   6,39
          18   1  2  6  9   0   12,6
41 A.D.P.S. Aurora Parma (Maver) PR (A) 78,0 24   2  6  8  8 0 0 30,6 13,15
          21   1  4  7  9   0   8,71
          33   7  7  9 10   0   8,74
42 Lenza Aretina Fin-Tes (Maver) AR (A) 79,0 35   7  9  9 10 0 0 30,49 10,39
          26   3  7  8  8   0   4,82
          18   2  2  7  7   0   15,28
43 Lenza Emiliana (Tubertini) BO (C) 79,0 23   3  5  5½ 9½ 0 0 32,43 16,33
          25   4  6  6  9   0   5,29
          31   5  7  9 10   0   10,81
44 S.P.S. Le Groane (Milo) MI (A) 85,0 27   3  5  9 10 0 0 28,66 12,68
          26   3  7  7  9   0   5,92
          32   7  7  8 10   0   10,06
45 L.S. Team Sandonà (Fly) VE (A) 89,0 35   6  9 10 10 0 0 20 4,04
          26   4  6  7  9   0   6,96
          28   4  6  8 10   0   9
46 SPSD Vasca Azzurra Pappiana (Tubertini) PI (A) 89,0 28   3  6  9 10 0 0 27,5 12,54
          32   6  8  8 10   0   4,61
          29   4  5 10 10   0   10,35
47 Team Fuego (Tubertini) VA (A) 91,0 37   9  9  9 10 0 0 25,87 8,16
          33   5  8 10 10   0   4,3
          21   2  2  8  9   0   13,41
48 Pilastroni (Trabucco) BS (A) 96,5 29½   3  8  9  0 0 24,9 8,42
          33   7  8  9  9   0   4,98
          34   7  8  9 10   0   11,5
49 S.P.S. Dil. I Diavoli (Maver) TO (A) 97,0 34   7  8  9 10 0 0 22,31 9,33
          37   7 10 10 10   0   1,89
          26   3  6  7 10   0   11,09
50 A.P.S. Treviglio (Colmic) BG (A) 103,5 32½   7  7  9  0 0 23,73 13,01
          38   9  9 10 10   0   2,46
          33   6  7 10 10   0   8,26

 Per eseguire il download del file delle classifiche cliccate sull'icona seguente

 

Benvenuto 
Ci sono 177 Utenti collegati


Form Object


< gennaio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





17/01/2019 @ 19:20:15
script eseguito in 231 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM