GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 Simone Farnè in azione al Primo Meeting dell'Amicizia 2012... di Admin G.P.O.
 
"
La fantasia è più
importante della conoscenza

Albert Einstein
"
Seguici: 
Titolo
 
DI SEGUITO TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE RICHIESTA E PUBBLICATI SUL SITO IN ORDINE CRONOLOGICO
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 08/03/2012 @ 17:12:30, in PESCA AL COLPO, linkato 2911 volte)
 
 
PESCA AL COLPO, PRIMA SFIDA PADOVA VS BOLOGNA, ATTO FINALE
SECONDA PROVA DEL 4 MARZO 2012, CANAL BIANCO, CAVANELLA PO, ADRIA, ROVIGO
  
LA PRIMA SFIDA NEL RICORDO DI BEPO BETTELLA
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
  
Purtroppo le aspettative sono andate deluse!
Dopo l'avvio incoraggiante, in termini di catture, della prima prova disputata nel lago del Centro Sport Aria Aperta di Bentivoglio (Bo), all'indomani delle catastrofiche gelate della prima met di febbraio, la seconda prova di questa simpatica sfida Padova/Bologna tra agonisti dei Pescatori Padovani e del G.P.O. di Bologna, allargata agli amici della Lenza Emiliana e della Val d'Amone di Brisighella (Ra), in programma per domenica 4 marzo sulla riva sinistra del nuovo campo di gara del Canal Bianco nel tratto denominato Le Chiatte, ha pesantemente ridimensionato le aspettative della quarantina di agonisti convenuti al raduno di Loreo agli ordini del Capitan Paolo Bettella, organizzatore della seconda prova con i suoi Padovani.
Prima di proseguire nella cronaca di questa manifestazione, doveroso l'omaggio a Giuseppe "Bepo" Bettella, papa' di Paolo e nonno di Alberto, una famiglia di pescatori ancor prima che di agonisti, che ha attraversato e continua a farlo, la storia del nostro Sport in questo Paese.
Bepo, fondatore e Presidente dei Pescatori Padovani per anni, ci ha lasciato alla fine del febbraio scorso, dopo aver lasciato, da tempo, un ideale testimone a Paolo, conosciutissimo ben oltre i confini della sua provincia per il suo impegno nel Settore Giovanile della Federazione e la sua opera di Giudice di Gara nazionale. Al grande sportivo patavino e' stato decretato un minuto di raccoglimento da parte di tutti i presenti prima della premiazione finale di questa 1^ Sfida Pd/Bo.
Venendo alla cronaca sportiva, alla vigilia della gara le condizioni meteo dei giorni precedenti e qualche sporadica prova avevano lasciato presagire una gara di buon livello, considerando il periodo; purtroppo, invece, le breme rodigine domenica mattina sono rimaste latitanti dalla stragrande maggioranza delle pasturazioni offerte dai presenti, rimandandone quasi trenta a casa con il classico cappotto, nonostante la temperatura fosse tuttaltro che rigida
Difficile dire cosa abbia bloccato le tantissime breme ed i grossi carassi sicuramente presenti nel canale che scorre nei pressi dell'autodromo di Adria; certamente le acque del Canal Bianco sono ancora piuttosto fredde, probabilmente grazie anche alla presenza di acque derivanti dallo scioglimento delle nevi che sono cadute abbondantissime nella parte alta del suo corso; probabilmente il periodo anche piuttosto precoce per queste acque che, a detta degli agonisti locali, inizia a dare il meglio di se con la stagione avanzata; influente sara' stato anche il primo appuntamento numericamente importante che si svolto sul Canal Bianco in questo scorcio di 2012, impatto che forse ha indotto le breme a disertare letteralmente la quasi totalita' del tratto interessato. Qualsiasi sia stata la motivazione, comunque il risultato e' stato veramente deludente, innanzi tutto per gli efficientissimi organizzatori dei Pescatori Padovani, che hanno allestito un buon campo di gara ed erano fiduciosi di dare una ottima chance a tutti presenti, tra cui, giusto ricordarlo, erano presenti anche alcuni under 15 dei vivai dei Pescatori Padovani Tubertini e del GPO Tubertini.
Va' comunque dato atto a tanti dei presenti, per la prima volta schierati sul tratto delle Chiatte, dei giudizi generalmente positivi del campo gara dal punto di vista della logistica e della comodita', nonostante l'assenza odierna di pescato.
Vincitrice della manifestazione risultata la squadra ibrida della Lenza Emiliana Tubertini (Gionata Ferrarini e Rubens Raimondi) completata per l'occasione da due elementi del GPO (Enrico Landi e Lorenzo De Maria) a dimostrazione del carattere amichevole di questa 1^ Sfida Pd/Bo; per loro due successi di tappa che li hanno fatti prevalere sulle due formazioni della Val d'Amone Tubertini di Brisighella (Fabio Ugolini, Ivano Solio, Ivo Bubani, Leopoldo Liverani) e (Andrea Liverani, Antonio Nicoletti, Giovanni Conficconi, Franco Liverani).
Un premio in materiale della ditta Tubertini stato conferito anche a tutti gli Under 15 presenti, che pur nelle difficolta' hanno onorato al massimo limpegno, fino allultimo.
  
 
  
CLASSIFICA FINALE A SQUADRE
1 Lenza Emiliana (Tubertini) BO (A) 17,0
2 ASD Val D'Amone (Tubertini) RA (A) 21,0
3 ASD Val D'Amone (Tubertini) RA (B) 22,5
4 ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO (B) 22,5
5 ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO (C) 24,0
6 ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO (A) 26,0
7 Pescatori Padovani (Tubertini) PD (A) 28,5
8 Pescatori Padovani (Tubertini) PD (B) 32,5
CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE SENIORES

1 LANDI Enrico Lenza Emiliana (Tubertini) BO 2,00

2 FERRARINI Gionata Lenza Emiliana (Tubertini) BO 4,00
3 BORGATTI Angelo ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 4,00
4 DE MARIA Lorenzo Lenza Emiliana (Tubertini) BO 4,00
5 LIVERANI Franco ASD Val D'Amone (Tubertini) RA 4,00
6 LIVERANI Leopoldo ASD Val D'Amone (Tubertini) RA 4,00
7 SOLIO Ivano ASD Val D'Amone (Tubertini) RA 4,00
8 SGARGI Piero ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 4,00
9 DEGLI ESPOSTI Stefano ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 5,00
10 TAROZZI Maurizio ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 5,00
CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE RAGAZZI

1 BETTINELLI Denis Pescatori Padovani (Tubertini) PD 4,50

2 LORO Riccardo ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 5,50
3 LAZZARO Giorgio Pescatori Padovani (Tubertini) PD 6,50
4 FAVARO Alessio Pescatori Padovani (Tubertini) PD 9,50
 
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
  
 
  
 
  
 
  
 
  
 
 

 
Titolo
STABILIMENTO ITTIOGENICO DI PANIGALE GESTITO DALLA FIPSAS, LIZZANO IN BELVEDERE, BOLOGNA
Le foto sono di Luciano Benassi, l’articolo e’ della Provincia di Bologna
 
Lo Stabilimento Ittiogenico di Panigale in Comune di Lizzano in Belvedere venne costruito
direttamente dalla Provincia di Bologna nella seconda metà degli anni ’60 con il preciso scopo di
sostituire nella produzione di novellame di trota fario la struttura demaniale presente in località Le
Fontane e ormai abbandonata dal Consorzio Obbligatorio Tutela Pesca (oggi gestita dalla S.P.S. il
Salmerino). A questo primo impianto si affiancò poi nel 1972 anche il laghetto di Porchia che venne
acquistato con il preciso intento di completare il ciclo produttivo dei salmonidi del polo ittiogenico
bolognese. Dal 1976 al 1989 la gestione degli stabilimenti di Porchia e di Panigale venne affidata
all’Azienda Regionale per il Riequilibrio Ittico e Faunistico (ARIS) che li sfruttò per la schiusa di uova embrionate acquistate sul mercato ed il primo accrescimento di novellame destinato alle Province di Bologna, Modena, Forlì e Ravenna.
Nel 1989 la Provincia di Bologna rinunciò al rinnovo del contratto di affitto con la Regione e
orientò l’attività dello Stabilimento Ittiogenico di Panigale verso la produzione a ciclo completo di
novellame di Trota fario di elevata qualità da destinare al ripopolamento delle acque bolognesi. La
struttura del laghetto di Porchia venne invece concessa in comodato d’uso al Comune di Lizzano in
Belvedere per finalità di pubblico interesse nel 1991; comodato poi successivamente rinnovato a favore del Parco Regionale del Corno alle Scale.
Fino al 2005 la gestione dell’impianto di Panigale è stata effettuata direttamente dal Servizio Tutela
e Sviluppo Fauna attraverso un vivaista-ittico che risiedeva all’interno della struttura. Con il
pensionamento di quella particolare figura professionale la conduzione dell’allevamento è stata
esternalizzata e affidata alla Federazione Italiana della Pesca Sportiva e Attività Subacquee (FIPSAS), mantenendo inalterato l’obiettivo della produzione di novellame rustico di Trota fario da destinare al ripopolamento delle acque pubbliche.
 
 
- Funzionamento dell’impianto
La scelta di puntare ad ottenere materiale di elevata qualità ed un alto livello di rusticità, condiziona fortemente le modalità di gestione dell’impianto. Le densità degli animali vengono mantenute a livelli bassi ed eventuali esuberi vengono tempestivamente sfoltiti attraverso piani straordinari di ripopolamento. Sono banditi i trattamenti antibiotici con mangimi medicati e anche le procedure di
disinfezione sono ridotte allo stretto indispensabile per contrastare situazioni di criticità. l’alimentazione artificiale viene somministrata manualmente per evitare sprechi e interferenze con la qualità dell’acqua. Lo Stabilimento è articolato in varie strutture che assolvono funzioni specifiche nelle varie fasi del ciclo produttivo. Nella parte alta (vasche A) si trova una struttura canalizzata, in cemento, che viene utilizzata come accumulo e carico per il rifornimento idrico dell’avannotteria. Al piano terreno dell’edificio si trova un locale avannotteria che ospita embrionatori, vasche di schiusa e di svezzamento che ricevono acqua
per caduta dalla struttura di carico. Uova,avannotti e trotelline durante la loro permanenza in avannotteria vengono sottoposti a blandi ma regolari interventi di disinfezione con prodotti a base di acqua ossigenata e acido acetico. A lato dell’edificio si trovano 3 vasche circolari (vasche B) e 5 vaschette di prima crescita (vasche C), all’interno delle quali vengono ospitate le trotelline dopo lo
svezzamento avvenuto in avannotteria. Queste strutture sono state utilizzate anche per attività di sperimentazione (es. riproduzione di cavedano e gambero) e annualmente ospitano materiale di provenienza certificata destinato all’attività agonistica primaverile delle Società Sportive della zona.
A valle dell’edificio si trovano le vasche di accrescimento e stoccaggio dei riproduttori. Si
tratta di una struttura formata da 2 grandi vasche rettangolari suddivise ciascuna in serie di 6 vasche consecutive che in condizioni di funzionalità normale vengono attivate ad anni alterni. L’alimentazione idrica di questa parte dell’impianto avviene attraverso una derivazione diretta di acqua dal Torrente Silla. Le quantità derivate variano stagionalmente in relazione alla portata del torrente ma comunque non eccedono mai i 15 l/sec. L’acqua passa in successione da una vasca all’altra e dall’ultima si riversa in un canale di scarico che la riporta direttamente nel torrente Silla. Le 6 vasche annualmente impegnate mantengono suddivisi individui di 1, 2, 3 anni e i riproduttori separati per sesso (2 vasche di femmine, 1 vasca di maschi). In queste fasi gli animali hanno solo raramente bisogno di interventi di disinfezione e il mangime è somministrato manualmente in modo da non creare depositi residui sul fondo.
 
Produzione
L’obiettivo dell’autosufficienza produttiva per la Provincia di Bologna in termini di novellame da
ripopolamento è stata raggiunta dallo Stabilimento di Panigale nel volgere di pochi anni dal 1989.
Il fabbisogno medio annuale è mediamente attestato sui seguenti quantitativi:
n. 50.000 uova embrionate distribuite in Marzo – Aprile;
n. 70.000 avannotti immessi in Aprile – Maggio;
n. 40.000 trotelline 4/6 cm immesse in Maggio – Giugno;
n. 2.000 trotelle 9/12 cm immesse in Ottobre – Novembre.
A questo materiale da ripopolamento si aggiungono normalmente 200/300 kg di riproduttori a fine
ciclo che vengono immessi nei laghi e nei bacini montani prima della riapertura annuale della pesca
(ultima domenica di Marzo). In annate particolarmente favorevoli la produzione dello Stabilimento ha permesso di eseguire interventi di ripopolamento autunnali con trotelle anche nei laghi e in acque
extra-provinciali di confine. Nelle annate 2008 e 2009 la produttività dell’impianto è stata contenuta sui livelli necessari per il soddisfacimento delle sole esigenze dell’alto Bacino del torrente Silla in attesa di acquisire per lo Stabilimento il riconoscimento comunitario di Impianto indenne da Setticemia Emorragica Virale (V.H.S.) e da Necrosi Ematopoietica Infettiva (I.H.N.). Tale procedura si è formalmente conclusa nel giugno 2009 con un riconoscimento che coinvolge il Bacino idrografico del torrente Silla e le strutture di produzione e gestione di salmonidi che vi ricadono (oltre allo Stabilimento di Panigale, il laghetto di pesca Agritur e l’allevamento del Salmerino s.s.). Assolta la procedura formale l’impianto ha ripreso una regolare funzionalità ed ora punta verso nuovi ambiziosi obiettivi come il miglioramento genetico del materiale prodotto.
3 - Gestione
Dal febbraio 2005 la gestione della struttura è affidata alla Federazione Italiana della Pesca Sportiva e Attività Subacquee (FIPSAS) che assicura il regolare funzionamento dell’impianto attraverso proprio personale ed il supporto di collaboratori volontari. Tutte le attività si svolgono in accordo e con la supervisione del personale tecnico del Servizio Tutela e Sviluppo Fauna.
L’Amministrazione Provinciale garantisce attraverso risorse proprie o regionali i necessari interventi di manutenzione straordinaria. In particolare negli ultimi anni è stato richiesto alla Regione di finanziare un progetto finalizzato triennale per circa € 300.000,00 con il quale si sta procedendo alla ristrutturazione delle parti impiantistiche più vetuste (impermeabilizzazione e stuccatura di vasche, rinnovo di paratoie di presa, potenziamento dell’avanotteria, ecc.). Parte delle risorse disponibili è destinata anche alla prevenzione della predazione da parte di aironi cenerini che ormai frequentano stabilmente l’allevamento.
Nell’estate 2010 la FIPSAS ha ritenuto di impegnarsi attivamente per il miglioramento genetico del
materiale da ripopolamento prodotto nell’impianto attivando un contratto di collaborazione con il
Dott. P. Gibertoni, ittiologo reggiano di fama internazionale, che dispone tra l’altro di un parco
riproduttori selezionato di Trota fario di ceppo mediterraneo tipico dell’Appennino Tosco-Emiliano.
Questo nuovo rapporto ha portato all’applicazione di nuovi protocolli che stanno fornendo eccellenti risultati.
 
 
 
  
 
  
 
 

 
Titolo
PER TUTTI I SOCI DEL G.P.O. TUBERTINI
LUNEDI' 12/3 - h. 20.00
SERATA A TEMA
"TERRE, PASTURE, BREME E... LASAGNE!"
 
INCONTRO/CHIACCHERATA CON VERTER BERGONZONI SULL'USO DEI MATERIALI SUDDETTI ED ALTRO ANCORA
(escluse le lasagne, che tutti sapete già usare bene!)
 
 
PROGRAMMA
 
H. 19.45/20- RITROVO IN VIALE PEPOLI, 5 - BOLOGNA
 
H. 20.15 - CENA A BASE DI LASAGNE, VINO, CAFFE'
 
H. 20.45/21 - (probabile...) DISTRIBUZIONE DELL'ABBIGLIAMENTO DELLA SOCIETA'
 
H. 21.30 - SCAMBIO DI OPINIONI CON VERTER SULL'USO DI TERRE, PASTURE, FOUILLIS E VER DE VASE. LENZE E ...
DIMOSTRAZIONI
 
SARA' RICHIESTO UN PICCOLO CONTRIBUTO PRO CAPITE PER LA CENA
 
Per informazioni e conferme di presenza (indispensabili per organizzare il mangiare):
Angelo 335/5737232 - Teto 339/2775451
 
TUTTI COLORO CHE LEGGONO SONO PREGATI DI DARNE LA MASSIMA DIFFUSIONE A TUTTI I SOCI . GRAZIE
 
 
 
  

 
Titolo
PRIMA PROVA SFIDA PADOVA BOLOGNA DEL 26 FEBBRAIO 2012, LAGHI CSAA, BENTIVOGLIO
Articolo di Angelo Borgatti ( giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del GPO)
 
L’inverno freddo e lungo non calma la voglia di gareggiare di chi la gara ce l’ha nel sangue, e quindi ecco fiorire una serie di iniziative per mantenere vivo l’interesse e alta la tensione in attesa che, dal prossimo mese, inizino le gare di calendario.
Ecco, quindi, che dall’idea del vulcanico Paolo Bettella, motore instancabile dei Pescatori Padovani e acuto talent scout di tante giovani e giovanissime leve del nostro agonismo futuro, è scaturita l’idea di questa “1^ Sfida Padova/Bologna”, lanciando una sfida sportiva agli amici del GPO Tubertini. Invitati d’eccezione una formazione della Lenza Emiliana Tubertini e due rappresentative della Val d’Amone Tubertini di Brisighella (Ra).
Detto fatto, ecco impostate due gare per decretare la formazione vincitrice della Sfida: la prima in casa dei bolognesi, da disputare nel lago del Centro Sport Aria Aperta di Bentivoglio (Bo), la seconda, succosissima, in programma sul nuovo campo di gara nazionale “Le Chiatte” ubicato sul Canal Bianco ad Adria (Ro), prossimo teatro di importanti appuntamenti in calendario nazionale.
Le condizioni meteo, con le devastanti nevicate e le gelate siberiane abbattutesi sull’ Emilia Romagna nei primi dodici giorni di febbraio, hanno tenuto fino all’ultimo in sospeso sulla possibilità di disputare le gare; per fortuna il miglioramento delle temperature in questa settimana ed il prezioso lavoro di rottura dello spesso tratto di ghiaccio formatosi sul lago dei ragazzi del Comitato di Gestione del Centro Sport Aria Aperta, hanno consentito, domenica 26 febbraio, il regolare svolgimento della prima prova in programma.
E, per fortuna, anche i carassi e qualche carpa della numerosissima popolazione del lago hanno risposto all’invito dei trentasei presenti, che hanno potuto disputare una prova tecnicamente impegnativa e valida dal punto di vista del risultato sportivo.
Da rilevare che, oltre agli adulti temerari, sono stati schierati anche alcuni ragazzi del vivaio delle due formazioni, ragazzi che hanno offerto un’ottima prova, considerando le difficili condizioni tecniche della gara e il fatto per quasi tutti loro il lago di Bentivoglio era assolutamente nuovo.Un “Bravi!”, quindi, è d’obbligo, per Denis Bettinelli, Riccardo Loro, Giorgio Lazzaro, Alessio Favaro, Jean Pierre Signorin…
Assoluto individuale di giornata è risultato Gionata Ferrarini della Lenza Emiliana Tubertini con una bella nassa di oltre 14 chili netti di carpe e carassi. A livello di formazioni il primo posto, a pari merito, è stato condiviso da Lenza Emiliana Tubertini A e Val d’Amone Tubertini A con 9 punti totali, a ruota tutte le altre. Ma questo risultato è assolutamente relativo, in quanto la prova di domenica 4 marzo, sulle veloci e difficili acque del Canal Bianco ad insidiare le tante breme rodigine, offrirà tanti spunti di ribaltamento delle classiche e, soprattutto, gli amici padovani pescheranno in acque conosciute…
E le notizie di questi ultimi giorni provenienti dalle acque del Canal Bianco sono incoraggianti in termini di catture, dove si sono registrate discrete nasse di pesci di buona taglia.
 
CLASSIFICA PROGRESSIVA PROVVISORIA
 
1       Lenza Emiliana (Tubertini)                    BO              (A)           9,0
2       ASD Val D'Amone (Tubertini)               RA              (A)           9,0
3       ASD Val D'Amone (Tubertini)               RA              (B)         10,0
4       ASD G.P.O. Imolese (Tubertini)            BO              (B)         10,0
5       ASD G.P.O. Imolese (Tubertini)            BO              (A)         12,0
6       ASD G.P.O. Imolese (Tubertini)            BO              (C)         14,0
7       Pescatori Padovani (Tubertini)             PD              (A)         16,0
8       Pescatori Padovani (Tubertini)             PD              (B)         18,0
 
Articolo di Angelo Borgatti ( giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del GPO)
 
  
  
 
  
 
 
 
 
 

 
Titolo
PRIMA SFIDA PADOVA VS BOLOGNA
ALL'INTERNO DELL'ARTICOLO TROVERETE IL LINK ALL'ALBUM FOTOGRAFICO DELLA PRIMA PROVA
GARA DI PESCA AL COLPO INDIVIDUALE E A SQUADRE
PRIMA PROVA: 26 Febbraio 2012, laghi C.S.A.A., Bentivoglio, Bologna
SECONDA PROVA: 4 Marzo 2012, Canal Bianco, localita' Chiatte, Adria, Rovigo
PREMIAZIONI DI SETTORE
(per ogni gara)
1 class. 30
2 class. 20
3 class. 10
PREMIAZIONI FINALI ASSOLUTE
(cumulative con quelle di settore)
1^ squadra assoluta - 200
2^ squadra assoluta - 160
3^ squadra assoluta - 120
4^ squadra assoluta - 80
5^ squadra assoluta - 40
Quota di iscrizione 160 a squadra per entrambe le prove
CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DELLA LENZA EMILIANA TUBERTINI
E DELLA VAL DAMONE TUBERTINI
REGOLAMENTO
La Sfida sar articolata in due prove, di tre ore ciascuna, da disputarsi a tecnica obbligatoria roubaisienne (max. m. 13), e prevede la partecipazione di squadre composte da 4 concorrenti. Tutti i concorrenti saranno suddivisi in settori da cinque, con eventuale settore tecnico. Risultera' vincitrice la squadra che, nelle due prove, avra' totalizzato il minor numero di penalita', secondo le modalita' previste dal RNG. In caso di necessita' ogni squadra potra' sostituire fino a tre dei suoi componenti; il componente di una squadra non potra' essere schierato in un'altra squadra nel corso della seconda prova. Risultera' vincitrice della Sfida la Societa' di appartenenza della 1^ squadra classificata. Ogni Societa' potra' partecipare con un numero illimitato di squadre, che si impegnano a disputare entrambe le prove. Eventuali iscrizioni di concorrenti dei settori giovanili saranno dislocate in appositi settori con adeguati regolamenti.
1^ PROVA: 26 Febbraio 2012
Lago del C.S.A.A. Bentivoglio (Bo)
org. a cura del GPO Tubertini
(Angelo Borgatti 335 5737232)
REGOLAMENTO
Il lago sar suddiviso in 4 zone ed ogni componente la squadra sara' sorteggiato
in una zona.Esche consentite: max 1kg bi bigattini ed 1 barattolo di mais a concorrente.
Lombrichi ed orsetti solo come innesco. E' consentito l'uso della colla.
ORARI
Ritrovo presso il lago h. 7.30 inizio gara 8.45
2^ PROVA: 4 Marzo 2012
Canal Bianco loc. Le chiatte Adria (Ro)
org. a cura dei Pescatori Padovani Tubertini
(Paolo Bettella 3403547508)
REGOLAMENTO
Il campo gara sara' ubicato in spondasx..
Esche consentite: terra e pastura max lt. 10 Bigattini lt 1,5,
Lombrichi solo come innesco. Vietati fouillis e ver de vase
ORARI
Ritrovo 7,30 Bar Commercio Piazza Matteotti Loreo
 
 
 
 

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 23/02/2012 @ 17:38:34, in CURIOSITA', linkato 2418 volte)
IL NUOVO SOCIO DEL GPO TUBERTINI:
UNA ROUBAISIENNE EVOLA 9000 A CHI INDOVINA CHI E'...
 
Non chiedetelo al webmaster perche' gli e' solo stato chiesto di pubblicare la foto ma non gli e' stato detto chi e' il proprietario dell'avambraccio : - )
 
Titolo
ATTENZIONE!!! AVVISO PER I PARTECIPANTI ALLA SECONDA PROVA PROGRAMMATA PER IL 12 FEBBRAIO 2012
A causa delle eccezionali condizioni di maltempo che hanno interessato la provincia di Bologna e la Romagna, le difficoltà di agibilita' dell’impianto del CSAA per le ingenti nevicate e le previsioni meteo dei prossimi giorni, gli organizzatori del “1° Meeting dell’Amicizia” hanno deciso di posticipare lo svolgimento della 2^ prova, in programma il 12 febbraio prossimo, al giorno 10 marzo 2012.
Ritrovo dei concorrenti alle ore 12 presso il bar del lago, sorteggio posti gara ore 12,15. Inizio gara stimato ore 13.30.
 
Ci scusiamo per il disagio.
 
ASD Amici per la Pesca 2011 – GPO Tubertini
   
 
PRIMO MEETING DELL'AMICIZIA, PRIMA PROVA 22 GENNAIO 2012, LAGHI C.S.A.A. BENTIVOGLIO, BOLOGNA
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
Organizzato dalla neo Societa' Amici per la Pesca 2011 e dal GPO Tubertini di Bologna, il 22 gennaio scorso si e' svolta la prima prova del 1 Meeting dell'Amicizia, gara ad invito di Pesca al Colpo che ha riunito 16 formazioni di 6 concorrenti ciascuna (2 coppie e 2 singoli) in rappresentanza di varie societa' emiliano-romagnole, accomunate da uno spirito di amicizia e di collaborazione.
Molti dei presenti hanno militato in diversi di questi sodalizi, e lo spirito del Meeting, nell'intenzione degli ideatori, era proprio quello di riunire nella stessa manifestazione tante persone che avevano avuto, nel passato piu' o meno recente, percorsi sportivi comuni scegliendo poi strade diverse per il prosieguo della propria attivita' agonistica. L'idea di fondo e la particolare formula in cui si articola il Meeting, sono stati da subito recepiti da tutti i sodalizi invitati, che non hanno fatto mancare la propria adesione con una o piu formazioni.
Prima di proseguire nella cronaca di questa prima prova, ritengo doveroso elencare in ordine alfabetico le Societa' aderenti all'iniziativa: Amici per la Pesca 2011 (Bo), Castel Maggiore Hydra (Bo), GPO Tubertini (Bo), il Gambero Milord Maver (Re), Lavino di Mezzo Bazza (Bo), Le 4 Porte (FC), Lenza Romagnola Tubertini (Ra), Minerva RossoBlu' Team Bazza (Bo), Team Crevalcore Tubertini (Bo), Val d'Amone Tubertini (Ra).
96 i concorrenti che si sono schierati sulle sponde del C.S.A.A. di Bentivoglio (Bo), suddivisi in 4 settori da coppie 2 ciascuna e 4 settori da 4 singoli ciascuno per ogni sponda; purtroppo le temperature rigide, spesso ben al di sotto dello 0, hanno condizionato pesantemente la pur numerosissima popolazione ittica dell'impianto, popolazione che ha risposto in maniera incostante e piuttosto localizzata nell'estensione del lago. D'altra parte, lo sa bene chi gareggia o pesca in questa stagione, il freddo intenso blocca pressoche' completamente l'attivita' dei pesci, che tendono ad ammassarsi in punti precisi e ad alimentarsi pochissimo, nonostante tutti gli accorgimenti messi in atto da noi agonisti per cercare di ingannarne almeno qualcuno.
Comunque, nonostante le condizioni avverse, ne e' scaturita una gara combattuta fino all'ultimo minuto, dal momento che il risultato, in molti settori, e' stato in bilico fino all'ultimo, alla ricerca spasmodica di ogni piu timido segnale dell'antenna dei galleggianti.
Come da regolamento della gara, la tecnica usata e' stata la roubaisienne, prevalentemente impiegata alla massima estensione consentita, spesso corredata di una lenza molto lunga per cercare un pesce anche al di fuori del raggio usuale d'azione della canna ad innesti. Nella scarsita' generale, e' giusto segnalare la nassa della coppia Gruppioni/Sacchetti, della formazione Blu' della Minerva RossoBlu' Team Bazza, che ha fatto registrare un peso decisamente da alta stagione, terminando con quasi 37 chilogrammi complessivi di carpe e carassi. Per loro un sonante ed irraggiungibile primo assoluto di giornata.
Formazione leader provvisoria della classifica a squadre e la 4 Porte di Forli', che con i suoi componenti Casadei/Baraghini, Gatta/Valenti, Ravaioli, Bucci ha totalizzato solo 5 penalita' complessive, frutto di 3 successi di settore ed un secondo posto. Ad una incollatura, la formazione A della neo nata Amici per la Pesca 2011, che con i suoi componenti Ferrigno/Fantini, Busi/Bonetti ed i singoli Poli e Schiliro', con 5,5 punti totali precede una coppia di formazioni con 7 penalita': GPO Tubertini 1 (Favalini, Pezzuto, Bergonzoni/Tarterini e Savini/Farne')e Il Gambero Milord Maver (Bacci, Macchiavelli, Genovesi/Montanari e Nizzoli/Melloni).
Ma la sfida per la conquista dello speciale Trofeo che contraddistingue il Meeting dell'Amicizia, e ancora apertissima a molti stravolgimenti, soprattutto se la pescosita' rimarra' ancora cosi' influenzata dal meteo stagionale.
Per tutti appuntamento alla seconda ed ultima prova, il 12 febbraio prossimo, sempre in quel di Bentivoglio.
  
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
   
   
  
 
    
  

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 01/02/2012 @ 19:07:46, in TROTA IN LAGO, linkato 2563 volte)
TROTA LAGO, SUCCESSI TUBERTINI NEL PROVINCIALE DI ROMA 2011
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
 
Nel Provinciale Trota Lago 2011 di Roma, i vertici della classifica per Societa’ sono stati dominati da formazioni targate Tubertini.
Da segnalare l’esordio col botto di una neonata Societa’, il Trout Fishing Team Tubertini del giovane Presidente Pablo Manuel Fanella, che al suo primo anno nelle competizioni ufficiali di calendario ha letteralmente dominato il Campionato Provinciale Trota lago organizzato dalla FIPSAS di Roma.
Questa specialita’, che vanta tradizioni consolidate e grandi successi di importanti formazioni laziali e romane in particolare, con questo nuovo sodalizio trae nuova, importante linfa vitale.
Va detto che attorno a Fanella si sono coagulate forze che, seppur giovani anagraficamente, sono di provata esperienza anche in competizioni di livello superiore, con elementi come Simone Panico, Manuel Di Sanza ecc, che si sono arricchirti dell’entusiasmo di altri giovani che si sono da poco approcciati all’agonismo Trota Lago, apportando il loro grande entusiasmo e la voglia di emergere.
Il Trout Fishing Team ha appeso al suo giovane palmares sociale il Titolo provinciale per societa’ Trota Lago, dopo averne vinto tutte le quattro prove su di un lotto di 32 formazioni partecipanti, con la formazione A composta da Pablo Manuel Fanella, Esposito Maurizio, Panico Simone e Di Sanza Emanuele. Per loro solo 20 penalita’ complessive al termine.
Il Trout Fishing Team Tubertini ha completato questo bel successo con la piazza d’onore conquistata dalla sua squadra C (Paolo Luna, Manuel Ghetti, Roberto Della Vecchia e Galante Daniele) ed il quinto posto finale assoluto della formazione B (Mauro Onorati, Luigi Albanesi, Claudio Pierdomenico e Di Sanza Ivan)
Il podio del Provinciale si e’ completato con una formazione del Team Blue Marlin Tubertini, sodalizio capitolino di fama nazionale, che ha scritto tante pagine dell’agonismo di alto livello, non solo nella Trota Lago ma anche nella Pesca al Colpo. Il quartetto del Presidente Stefano Cerrone che e’ salito su questo podio era formato da Roysecco Alessandro, Massetti Alessandro, Fiori Matteo e Sicurella Calogero, uomini agli ordini del Direttore Tecnico Ferdinando Pasquali.
Proprio dal forte ambito del Team Blue Marlin sono usciti parte dei ragazzi che hanno dato vita al Trout Fishing Team ed ambiscono a traguardi prestigiosi non solo a livello provinciale, alcuni dei quali sono gia’ stati sfiorati con l’undicesima piazza di Ghetti Manuel nell’Italiano Promozionale del 2011 e la finale del Campionato Italiano individuale conquistata da Maurizio Esposito e Luigi Albanesi.
 
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
 
 
 
Titolo
TROTA IN LAGO, CAMPIONATO ITALIANO PER SQUADRE DI SOCIETA', 8va STELLA PER LA SOFFRITTI SAGIP TUBERTINI
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
  
Ottavo centro nel Campionato Italiano per squadre di Societa' della Soffritti Tubertini Sa.Gi.P di Intra, al termine dell'ultima, tiratissima prova di questo campionato, prova disputatasi a fine novembre scorso a Padova, nell'invaso di S. Pietro in Gu'.
  
L'impianto padovano si e' dimostrato allaltezza della situazione, con acque cristalline ed estremamente tecnico.
Dopo aver vinto la seconda e la terza prova del campionato ed essersi presentati in testa alla classifica generale alla vigilia dell'ultima manche, Vergnasco Renzo, Rubis Francesco, Venturelli Mirko e Pasqua Andrea hanno regolato alla grande il gotha della Trota Lago italiana, presente con altre 24 formazioni di altissimo livello partecipanti al Campionato Italiano per Societa'.
L'ultima prova si e' svolta in una giornata piuttosto fredda e inizialmente nebbiosa per poi divenire soleggiata; tecnicamente le tante trote dell'impianto veneto sono state insidiate con piombini e coroncine da 2-4 grammi e razzetti da 4-5, per poi passare all'impiego di bombarde di tutte le dimensioni, da 8 a 40 grammi con affondabilita' 1-3 g. a seconda delle posizioni; buona la resa del lago in termini di catture effettuate, con una media pro capite di 37 trote cestinate.
38 penalita' complessive sono lo score finale della formazione capitanata da Ginetto Soffritti, icona assoluta di questa specialita'.
Quello cucito il 20 novembre sulle variopinte divise della Societa' guidata dal creatore e sviluppatore della mitica tremarella e, come detto, l'ottavo tricolore, che amplia una costellazione di Scudetti iniziata nel 1990 e che non ha eguali in Italia.
Per la societa' verbanese il 2011 si chiude senz'altro positivamente, con lo Scudetto piu' prezioso che affianca il 3 posto del podio nel Campionato Italiano a box con la squadra composta da Andrea Pasqua, Daniele Forzani Bocchio, Mirko Venturelli e Renzo Vergnasco oltre a svariati successi di tappa a squadre ed individuali in tutte le maggiori competizioni federali.
  
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
  
   
  

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 01/02/2012 @ 17:52:43, in TROTA IN LAGO, linkato 2476 volte)
TROTA LAGO, SUCCESSI DELLA FORMAZIONE ROMANA BLUE MARLIN TUBERTINI
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
 
Il Team Blue Marlin Tubertini e’ da anni ai vertici delle classifiche regionali, del Trofeo di Serie A/4 e ad oggi ha dato concreti segni di crescita agonistica che lo candidano a rientrare nel novero delle formazioni piu’ importanti del Paese nella Trota Lago.

Quello realizzato il 20 novembre scorso e’ stato l’ennesimo successo della mitica formazione romana nella specialita’ della Trota Lago. Un altro Titolo del Trofeo A/4 di quella specialita’ e’ andato ad arricchire un palmares di allori difficilmente riscontrabile in altri sodalizi italiani, palmares costituito, negli anni, tanto nella Trota Lago che nella Pesca al Colpo.
Il lago Gatti di Terni, teatro dell’ultima prova, ha visto trionfare il quartetto composto da Pietro Murciano, Recchia Felice, Consalvi Emanuele e Torriani Christian, che hanno impiegato tanto le tecniche tipiche della pesca a medio e corto raggio come bombardine, piombini e sonar da 3-4 grammi, che le pesanti bombarde da 25/30 grammi a bassa affondabilita’, a seconda delle varie zone su cui era articolato il campo gara.
Il successo nel Trofeo A/4 e’ stato bissato dal sodalizio romano anche dalla leadership nel Trofeo regionale di Trota Lago del Lazio con la squadra composta dal Presidente Stefano Cerrone, dal Direttore Tecnico Ferdinando Pasquali, Giacopello Gabriele e Cocozzella Fabio.
   
Articolo di Angelo Borgatti (giornalista di Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality e agonista del G.P.O. Imolese Tubertini)
  
 

 
 

Benvenuto 
Ci sono 282 Utenti collegati


Form Object


< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





14/12/2019 @ 01:14:45
script eseguito in 144 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM