GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 Roncassaglia Marco al primo Meeting dell'amicizia 2012 laghi CSAA di Bentivoglio, Bologna... di Admin G.P.O.
 
"
La fantasia è più
importante della conoscenza

Albert Einstein
"
Seguici: 
Titolo
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine cronologico)
DI SEGUITO TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE RICHIESTA E PUBBLICATI SUL SITO IN ORDINE CRONOLOGICO
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 28/05/2012 @ 18:53:59, in PESCA AL COLPO, linkato 2611 volte)
I VECCHI LEONI MORDONO ANCORA, AI LAGHI BOSCHETTO DI BOLOGNA
Articolo di Mauro Maccagnani (sipadan)
 
Dopo tanto tempo vengo coinvolto in una gara a roubasienne al laghetto del Boschetto con gli amici del Guernelli e dei CDC dipendenti comunali, a squadre di tre e
Immemori di alcuni trascorsi (col mio amico Vic avevo vinto la gara qualche volta in passato....) fanno una tris con me, il Vic e un amico.
Ci sorteggiano in angolo della sponda piu’ bruttina (al Boschetto, tra i due laghi lato lago dei bass) e in tanti iniziano a ridere non appena mi presento con l'auto ingombra all'inverosimile.
Caricare l’auto e’ stata una impresa dopo avere perso la pratica di chi fa gare, mi va un pomeriggio per decidere che mettere, sul come ho caricato poniamo un pietoso velo, sembrava un trasloco di un museo.
In effetti non c’era poi tanto
Panchetto in legno massello e pedana, praticamente “a sorpresa” cosa c’era dentro
2 roubasienne, una “storica” e una da carpodromo con pompa autocostruita
3 guadini
Un rullo
3 pali (non si sa mai)
Meganassa
Vaschette varie
Bigatti, mais, lombrichi
Ombrellone
Giacca impermeabile
Stracci
Varie ed eventuali
 
20-25 minuti per il panchetto da livellare, una volta in 3-4 minuti lo centravo, ora tra la regolazione dei piedini (micrometrica) e delle gambe (a scatti) sembra di costruire lo shuttle
20 minuti per rifare al volo 2 elastici (su 3 usati, acc.....) o meglio sostituire il nodo allo stonfo (lo fa il Vic che e’ piu’ pratico….tranne che su quello che giudico perfetto) visto che la rouby e’ nella sacca da un anno
40 secondi per tentare di recuperare una montatura o due e provarle, salvo poi farne un paio al volo
poi apro una stesa di 3 punte (1 a galla) e qualche pezzo della roubasienne vecchia se mangia sotto, ma la pesca “sotto” mi schifa e potevo risparmiare la fatica.
l'ironia raggiunge il massimo quando sul panchetto di legno autocostruito campeggia l'ombrellone prestatomi dal mio amico Strike.
e’ bicolore per l’eta’ e con forellini per l'uso.. ma salvera’ me e i bigatti dall’acqua salvo far pisciare addosso gli astanti per le comiche a inguadinare il pesce con un guadino corto e elastico della rouby cher si riveleranno lunghi per 4 pezzi e corti per 3.
Si vedono molti sorrisetti.... dai vicini
Per fortuna mi aiutano i compagni di squadra coi testoni piu’ grossi perché ovviamente ho montato un guadino piuttosto corto e non trovo piu’ il palo da 3 metri.. che era dentro la sacca della canna messa in macchina perché “minaccia” di piovere.
E a sprazzi piovera’ da terrore.
Il terzo del gruppo fa l'angolo vicino, il Vic in mezzo a 14 metri (pezzo della rouby dietro) pesca piu’ lontano di me che sono a 14.5 tutto fuori .. misteri delle rouby.....
Rouby sul rullino un metro avanti alla pedana, blocco posteriore, filo in tensione
si vedono roubasienne che su 15 metri calano 3 mm, la mia cala almeno 30 cm e ha una conformazione a banana e gia’ si piega con la sonda.
Nb. 10 minuti se ne vanno a montare la sacchettina di rete nuova per fermare i pezzi delle rouby al posto della vecchia forchetta…. Chiave inglese e via con un raccordo, tutte attivita’ da fare sul campo gara che minaccia pioggia .
Pronti, via e sulle altre sponde partono tra uno squasso di pioggia e l'altro.
I sorrisi calano perché abbiamo i gatti americani sotto e con i gatti io e il Vic siamo leoni vecchi ma in forma.
Inizio io con gatti che si auto ferrano con la rouby ferma col filo in tensione , poi visto un classico amo 8 o 10 filo 20 o 18 vengono reinlameti e tirati vicino
qui iniziano le comiche per guadinarli stante l’ingombro dell’ombrellone e l’elastico a questo punto lungo – un 0,14 - fino a che:
1- spacco l'amo
2 - spacco l'amo di nuovo
3 - passo al 20-8 (filo 20 amo 8)
4 - spacco il filo
5 - spacco il filo
6 - spacco l'elastico (il galleggiante stava gia’ insiema dal punto 3 con l'attack) sul mostro di lock ness, suppongo
mezzora di terrore, sembrava di non ritrovare l'acqua, gli altri si rifanno sotto tutti.
All’inizio ho spaccato un amo del 12 o 14, poi tutta la serie di rotture e’ dovuta a pesci davvero potenti che puntano il centro lago dritto , cui e’ difficile opporsi.
Poi obiettivamente delle montature sono del 2007, altre del 2009.. quindi “storiche” ma non avevo ne tempo ne voglia di rifarle.
Prima del 2013 dovro’ rifare tutto, da quando ho lasciato le gare ho regalato un bel po di montature agli amici…
Si vedono molti sorrisetti.... visto che sono ai box e fatico a ripartire e molti si rincuorano
per fortuna l'uomo nell'angolo, al contrario di altri in altri anni (nelle tris ci danno di norma un terzo componente non abilissimo) , fa il suo sporco mestiere e 13 kg quasi li fa alla fine.
Scatta l'ultima ora, sempre a 14,5, sempre una sfiondata ogni 5 minuti si riparte con qualche gobbetta, che fa morale
Perché siano passate visto che pesco sempre a lombrico non e’ dato sapere, ma sono bene accette, forse si fa piu’ peso con le gobbe, che faccio sempre fatica a guadinare perche’ con l’elastico del 16 sono corto.
Ovvio non avevamo uno stonfo di ricambio e la punta della prima ora e mezzo e’ in attesa…fina alla prossima gara. Converra’ che la sistemi a breve.
Poi la classe dei gatti cresce fino a capoccioni grossi e sugli avversari scende un po di paura…. Che sara’ motivata.
riesco a chiudere l'ombrellone (benedetto!!!) e guadino quasi normalmente chiacchierando con gli spettatori..
tanto la meta’ si inlama da sola
sul finale non mangia gran che tranne che per me e il Vic che chiudiamo sul finegara con due pesci in contemporanea..
gravi danni alle montature, galleggianti rabberciati, minuti ai box, ami e montature rotte
se non avessimo avuto lo stop a meta’ gara saremmo primi assoluti, mancano 4-5 kg
pero’ capisco che in molti credono di vincere, io sono convinto di essere davanti ai vicini non di un soffio ma l'altro angolo non lo so
assoluto a 45 kg circa.
Pesano il nostro settore
23 - 23.05 - 24 poi pesano me e il Vic e facciamo quasi 28 kg.. non ci stanno piu’ pesci nella mastella
piu’ quasi 13 del terzo uomo.... bravissimo
PRIMI! dovrei dire di nuovo perche se ho sotto i gatti.... vinco di solito
 
il segreto?
per me che ho pescato a 14,5 fisso pastura con un kg di bigatti quasi continua, pesca con i lombrichi, filo 18 o 20, amo dal 14 o 12 a inizio gara all'8 di fine gara. elastico 14 prima, 16 poi, galleggianti da 0,7 a 0,75 piombati a 30 cm dal fondo.
Ovvio che con una canna da carpe si deve puntare piu’ sulla potenza che sulla rapidita’.
Perché a 14,5 vi chiederete?
Perché a destra il primo dell’altra squadra aveva una 13 e lo tenevo pasturato lungo dove non arrivava, se no forse a 13 si pescava meglio e piu’ veloci.
il Vic che tecnicamente e’ meglio pesca piu’ tecnico e leggero, direi meno appoggiato ma ha una canna vecchia ma validissima, rigida e reattiva.
E ne ha preso come me a grandi linee, rompendo piu’ spesso pero’
il terzo del gruppo pesca sotto con elastico cavo e 25/8 in diretta, 50 cm di acqua... vai di forza.
Il bello di avere una tris di amici e’ che ci si fa forza, si parla, ci si aiuta.
Anni fa abbiamo perso un assoluto sul pesce che mangiava in coppia perché io prendeva a 7 e il mio compagno andava a 14, io lo raggiungevo e lui tornava indietro divertendoci pure poco.
Se invece si e’ affiatati si fa gioco di squadra cercando, nei limiti del possibile di pescare dove tutti arrivano o proteggere l’interno pescando in modo tale da prendere pesci magari mettendo in difficolta’ gli esterni delle altre squadre, in fin dei conti e’ sempre una gara.
Oltre ai premi ho pure vinto che il Vic presto mi rifara’ elastici e stonfo
Speriamo si dimentichino da qui all'anno prossimo, se no dubito ci facciano rifare la squadra di"vecchi leoni"
Il Vic e’ bravo ma tra lavoro, casini e il viaggio a lucci non riesce piu’ a fare tutte le gare per cui va in serie B o C.
Io pesco una volta l’anno e non ho mai, neppure quando lo facevo seriamente, neppure sfiorato di vincere il campionato sociale.
Tecnicamente il Vic ha una canna dell’eta’ del ferro, io una del neolitico e una piu’ vecchia.
Quindi i “vecchi” piu’ per l’eta’ per questo.
Sul “leoni” in effetti questa gara la vinciamo ogni tanto, specie se passano i gattoni.
 
per quanto in societa’ dipendenti comunali siamo quasi giovani
 
visto che nessuno credeva usassi di solito la roubasienne una volta l'anno sono venuti a vedere e nella sacca c'era il biglietto del 2011......
 
negli anni "belli" nel pomeriggio sulla gara di briscola vincevamo qualcosa, ma quest'anno il culo si e’ estinto in mattinata e non vedendo briscole ci eliminano.
Ci accontentiamo del pezzo di prosciutto, salsiccia e pasta e ci diamo appuntamento, male che vada a giugno 2013, sperando nel caso che l’ombrellone resista un altro anno.
 
Articolo di Mauro Maccagnani (sipadan)
 
 
 
MAPPA INTERATTIVA DEI LAGHI BOSCHETTO DI BOLOGNA
 
 
  

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 13/05/2012 @ 08:58:50, in ARCI PESCA, linkato 2287 volte)
MEDELANA A LEDGERING PROVINCIALE ARCI PESCA FISA DI BOLOGNA
SECONDA PROVA INDIVIDUALE 2012
Articolo di Danielli Stefano
  
Il sei Maggio a Medelana si e svolta la seconda prova del Provinciale individuale con tecnica a
Ledgering.
In questo campo di gara che non si puo certo dire comodo, la quantita delle catture ha compensato questo disagio.
Infatti ,considerando che la tecnica usata non e certo la piu consona a questo campo di gara, conuna media di 2-2,5 Kg. di catture si puo certamente dire che la gara ha soddisfatto i pescatori.
Soddisfazione che ha visto sorridere anche i componenti il nostro TeamA.R.C.I.
E' infatti con un pescato di Kg.1,800 che la Borghi Rossella si e classificata prima nel suo settore,
stesso risultato, ma a pari merito, per Danielli Stefano con un peso di Kg. 1,480.
Secondo posto di settore per Fontana Giovanni con un peso di Kg.2,340.
Meno fortunato il nostro quarto componente Banzi Giuliano, piccoli pescegattohanno reso difficile la pesca nel suo settore ,con molte toccate fastidiose e poche catture che hanno relegato fuori podio il nostro compagno.
La resa in fatto di catture si e comunque svolta nella stessa zona di pesca congeniale alla
Rubaisienne , appena giu dal primo gradino vicino a sponda,cercando sempre di essere precisi nella
pasturazione.
Alcuni hanno tentato miglior fortuna pescando a meta del canale ,in cerca di una carpa ,magari di
teglia, ma sono rimasti delusi , alcuni grossi Siluri che stazionavano in zona mostrando la loro schiena sulla sponda opposta hanno reso difficile sperare in altre catture.
Anche il Carassio si e reso latitante, probabilmente per la stessa ragione, come pure la Anguilla.
Prossimo appuntamento il 6 Giugno a Ostellato per la seconda prova del Regionale BOX .
 
  
Redatto da Danielli Stefano responsabile del settore A.R.C.I. pesca per il G.P.O. Imolese
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
 
 
  
 
  
  

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 09/05/2012 @ 21:31:30, in SPINNING, linkato 2348 volte)
SPINNING, LA SVEZIA, VASTERVIK
Articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
Qui c’è un bellissimo camp di pesca al luccio, non comodissimo da raggiungere ma molto valido
http://www.vastervikfishing.com/
 
 
Vastervik e a sud di Stoccolma e si raggiunge a basso costo con Ryanair da Bergamo (non da Bologna).
Si arriva in un piccolo aeroporto e si fanno 200 km circa in auto, alla fine si raggiunge il camp, noi avevamo due station wagon quasi nuove.
Sono centinaia di bungalow, posti tenda e camper spesso giganteschi con strutture veramente grandi in cui fanno le ferie in tutto il nord europa.
Per dire c’era gia’ parecchia gente in tenda(belle grandi) e in camper.
Poi c’è la struttura di pesca con 20 barche, molte da due posti con 15 cavalli e qualcuna da 3 con 25 cavalli.
 
 
Belle sicure, fanno 10 nodi (qualcuna è piu’ stabile ma piu’ lenta), bevono il giusto e sono quasi 5 metri.
Si fa un’assicurazione all inclusive che copre i danni (salvo l’elica, rigarla costa 100 euro, malridurla 300……), da diritto a 20 litri di benzina al giorno (ma non se ne consumano tanti) e alla tuta termica in neoprene e nylon, ingombrante ma calda e impermeabile.
Con il blocco si ha pure gps cartografico e ecoscandaglio, indispensabili assieme a tanta attenzione a non fare danni sui bassifondali.
Si pesca in un’area di 20-30km per lato, in mare, il Baltico.
Si può pure arrivare piu’ lontano, ma il gps non arriva fin la’ e muoversi senza la mappa interattiva che indica scogli e secche è da brivido.
In ogni caso si hanno disponibili almeno migliaia di isole e scogli, bassifondi, km di canneto, che possono soddisfare tutti.
 
  
La sistemazione è in bungalow modello IKEA, di svariate capacita’.
Noi eravamo in 6 in un bungalow (3 camere, 2 piani) e 3 in un altro uguale.
Belli, riscaldati, con letti singoli, cucina e divani.
Per andare alla barca serviva l’auto ma con piu’ di 20 canne, mulinelli, borse, viveri e bere servivano, eccome.
Una station portava le canne e 4 persone, l’altra il resto e 5 persone.
Come tempo abbiamo preso un variabile, quasi bello, mai pioggia, sempre vento teso e freddo specie se da nord (russia - mar polare).
Temperature da sottozero la notte a rari 25 gradi, da morire con la tuta addosso.
Di norma 5-15 gradi che con la velocita’ della barca erano sentiti come zero o poco piu’.
Di fatto sono strinato in faccia, dal sole.
C’è pure chi sembra un procione, nero con il segno bianco degli occhiali
Arrivati al camp caffè e biscotti e via verso il mare, facendo massima attenzione ai bassi fondali.
Anni fa si andava di cartina, su un’area molto piu’ ridotta e di sguardi a prua, adesso col gps si va un po piu’ tranquilli, indica le rotte certe e ha la funzione che riporta a “casa”.
Con 4 barche ci siamo subito divisi, ciascuno seguendo le sue idee.
 
   
I due ragazzi che hanno pescato per lo piu’ a mosca e che saranno premiati da un 110 cm, e svariate prese di piccoli, pescano per lo piu’ sui bassi fondali.
Qui si ha l’idea che la pesca a mosca sia meno invasiva, ma non è facile dalla barca.
Altri puntano al luccione con grosse gomme (bull dawg), altri ai jerk.
Poi magari ci si incrocia ogni tanto, salvo i moschisti che sono sempre stati gli ultimi a rientrare.
Il clima ci assiste, salvo il freddo, perché qui narrano che il vento aiuti la pesca e qui il vento di solito c’è.
Siamo sfortunati come periodo, forse per una frega tardiva e un po troppo prolungata che rende i lucci svogliati, infatti non ne prendiamo tanti ma ne vediamo davvero tantissimi.
Anche il freddo non aiuta per quanto siamo stati messi piu’ a dura prova col caldo, visto la tuta monopezzo, ma il caldo è stato un solo giorno dopo una gelata notturna.
Il posto è incantevole, sembra un immenso lago, in cui si alternano profonde buche, canneti, scogli e affioramenti, basso fondali, praterie di alghe, foresta che entra in mare.
Alcune baie sono cristalline vedendo il fondo in metri d’acqua, altre velate, altre fangose, alcune con alghe (di tutti i tipi) altre su roccia, ce ne è per tutti.
Se ci si stanca si va facilmente a riva a rilassarsi in molti posti e si trovano posti assolutamente isolati.
Non tutti perché qui quasi ogni scoglio ha una casa , credo estiva, sopra ma riempire tutte le isole non è possibile, neanche trasferendo la’ noi italiani.
I pro del viaggio sono parecchi:
non costa troppo
ben organizzabile, belle barche e bei motori (quando un motore ha ceduto hanno recuperato la barca portandone un’altra da 8 miglia..)
buona sistemazione
si trova tutto, dalle canne alle esche
i contro
non si mangia divinamente fuori e spesso conviene farsi da mangiare perdendo un po di tempo
da Bologna è scomodo (io sono partito e arrivato a Bergamo)
l’ultimo giorno si parte tardi e si perde di fatto
 
gli esiti miei sono stati pochi pesci, ma dal gruppo sono usciti 4 o 5 metri, un 107 e un 110……
 
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
 
 
 
 

 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 09/05/2012 @ 19:00:22, in PESCA AL COLPO, linkato 1812 volte)
DOMENICA DI SUCCESSI PER LA GARISTI DARIO TUBERTINI DI FERRARA
6 MAGGIO 2012, CAVO LAMA E OSTELLATO
Articolo di Angelo Borgatti
   
Quella del 6 maggio scorso è stata certamente una domenica molto positiva per i colori della Garisti Dario di Ferrara; due formazioni del sodalizio estense, infatti, sono salite sui podi del Trofeo di serie B Emilia Romagna Est e del trofeo di serie C Promozionale di Ferrara.
   
Cominciamo dalla vittoria al fotofinish nella prima prova del Regionale E.R Est 2012 disputata sui campi gara di Ponte Ascona/Ponte Ceccona e Ponte Ferro/Ponte Samice, naturalmente in Cavo Lama (Mo).
Mirco Campanella, Michele Sitta, Felice Bortolini e Balboni Giuseppe hanno scritto il proprio nome e quello della Garisti Dario nella cronaca di tappa, come prima formazione assoluta di giornata grazie agli 8 punti complessivi realizzati sul difficile campo di gara modenese. Determinante per salire sul gradino più alto del podio anche il primo assoluto realizzato da Mirco Campanella a Ponte Ascona con oltre 6600 punti, frutto di una bella pescata a roubaisienne a 13 metri ma con alcune particolarità. Questo peso importante ha consentito alla Garisti Dario di prevalere per il maggior peso, a parità di piazzamenti, sulla seconda classificata del Circolo Il Pescatore.
E’ dello stesso Campanella il racconto della sua gara: “Sono stato sorteggiato al n° 8 dell’ultimo settore. Ho fatto un piccolo fondo di pastura con un mix di Fondo Big gialla Tubertini ed Hi Pro Carp Van den Eynde, posate a scodella sulla linea della 11.50 e due piccole palline di bigattini incollati al Quarzo naturale Tubertini con della arabica Rubber sotto la punta a 13 metri. La partenza non è stata esaltante e sotto la punta, come si pesca di solito in Lama, non ho visto un segno di vita. Ho tentato allora la carta di allungarmi almeno un metro in fuori, con poco appoggio, ed ho iniziato a vedere delle mangiate con una certa regolarità di bei carassi. Ho alimentato con regolarità ma senza forzare, con piccole palline di bigattini in colla e sporadicamente di pastura, sempre più corta. I pesci sono rimasti quasi tutta la gara al limite della zona pasturata ma hanno continuato a mangiare.”
   
Vuoi dirmi quali materiali hai usato per la tua pescata?
“Avevo preparato delle lenze da 0.50 a 2 grammi con dei Pro 97 montati su delle linee dello 0.12 del PiùPiù di Tubertini. I finali che ho montato sono stati degli spezzoni di PiùPiù di 20cm. dello 0.10 che legavano degli ami del 18 e del 20 della serie 2.”
   
E’ la volta della formazione che si è classificata seconda nella concomitante 1^ prova del Trofeo di serie C Promozionale della FIPSAS Ferrara. La gara si è svolta sul Campo Vecchio di Ostellato, nel tratto finale, ed è stata una gara prevalentemente svolta all’inglese. Dalle parole dello stesso Dario, titolare del negozio Dario Pesca Sport il racconto della bella gara dei suoi “ragazzi”, che di Ostellato conoscono veramente gran parte dei segreti.
“Innanzi tutto è giusto ricordare i nomi dei componenti la squadra che ci ha dato questa bella soddisfazione. Sono tutti agonisti di grande esperienza, che hanno calcato campionati anche di serie superiore ma che, per motivi di comodità e contenimento dei costi, hanno deciso da qualche anno di gareggiare vicino a casa ma senza diminuire il proprio impegno: Gianni Morelli, Adamo Corsi, Michele Ardizzoni e Adriano Leprotti.”
   
Il campo di gara di Ostellato è nell’occhio del ciclone in questi tempi per la resa a ritmi ridotti. Com’è stata impostata la gara di Ostellato dai tuoi uomini?
“I ragazzi hanno deciso una tattica piuttosto aggressiva, alla ricerca dei pesci di taglia, che ad Ostellato ci sono e possono stravolgere spesso il risultato della gara. La gara l’hanno impostata esclusivamente all’inglese, sulla lunga distanza, pasturando con un mix di Fondo Big Tubertini gialla per carassi con della Catch di Van den Eynde per scurirla e farla lavorare in fretta. Dentro hanno messo anche qualche bigattino stirato. Come match rod hanno montato delle T Match e delle T Match2 da m. 4.50, su cui hanno montato i nuovi Pro 110 e i classici Pro 33 con il fischione da 25/30 g. Come ami noi scegliamo la Serie 26 di Tubertini nelle misure 14/16 per innescare anche un fiocco di bigattini presentato appoggiato sul fondo, nella zona pasturata.”
 
Articolo di Angelo Borgatti
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 09/05/2012 @ 18:27:07, in PESCA AL COLPO, linkato 1791 volte)
LA CREVALCORE TUBERTINI SUL PODIO NELLA COPPA ITALIA 2012
CAVO LAMA, 1 MAGGIO 2012
Articolo di Angelo Borgatti
  
Il primo di maggio, sul Centrale del Cavo Lama, si e tenuta la prova unica che ha attribuito la Coppa Italia 2012 di Pesca al Colpo. Un Cavo Lama un po sotto tono, probabilmente anche per l'improvvisa recrudescenza di maltempo dopo una settimana dalle temperature quasi estive, ha messo a dura prova i quasi 200 agonisti qualificati allo svolgimento della gara modenese. Un campo di gara dalla scarsa pescosita' ha messo in risalto le capacita' di agonisti esperti ed affermati come quelli del Team Crevalcore Tubertini che, giocando quasi in casa, hanno saputo realizzare sole 10 penalita' complessive; accanto alla classica pesca a roubaisienne, quella del primo maggio e stata una gara spesso giocata anche con la tecnica inglese, svolta presso la sponda opposta o sulla tre quarti del canale.
  
Daniele Barbieri: ero in prima zona e la mia gara e stata tutta all'inglese perche' sulla roubaisenne non c'era pesca. So che in 3^ e 4^ zona invece hanno preso i carassi anche con la canna ad innesti. Io faccio il primo con meno di 1700 punti frutto di una ventina di carassietti pescati con pazienza vicino alla sponda opposta, con un Galleggiante Tubertini PRO 69 da 14g montato su di una T-Match Elite da 4,50m. Come pasturazione ho impiegato la Tubertini Gold Medal Yellow e Gold Medal Brown in parti uguali, preparate molto morbide per farle lavorare a mezz'acqua.
Oltre a me la squadra era composta da Matteo Zuccherin (sesto), Gianluca Melloni (primo) e Livio Ceroni (secondo) che hanno alternato inglese e roubaisienne.
  
Articolo di Angelo Borgatti
  

 
  
  

 
Pagine: 1

Benvenuto 
Ci sono 1672 Utenti collegati


Form Object


< novembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





15/11/2018 @ 08:16:58
script eseguito in 560 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM