GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 FERRUCCIO GABBA IN AZIONE AL 2° MEMORIAL VAN DEN EYNDE... di Admin G.P.O.
 
"
La forza è nelle differenze, non nelle similitudini

Stephen Covey (scrittore)
"
Seguici: 
Titolo
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine cronologico)
DI SEGUITO TUTTI GLI ARTICOLI DELLA SEZIONE RICHIESTA E PUBBLICATI SUL SITO IN ORDINE CRONOLOGICO
Titolo
Di angelo b. (del 21/11/2010 @ 20:10:17, in PESCA AL COLPO, linkato 2134 volte)

Nella foto "Bergonzoni Verter e Favalini Riccardo"


GARA DELLA SOLIDARIETA’ 2010

FAVALINI/BERGONZONI VINCONO LA GARA DELLA SOLIDARIETA’ 2010

articolo di Angelo Borgatti

… ma la vittoria principale è sicuramente quella di organizzatori e partecipanti, che tutti gli anni, in maniera sempre maggiore, dimostrano la propria solidarietà a chi è meno fortunato di loro!

Le tradizioni, quando sono buone, vanno mantenute e rispettate e quella della Gara della Solidarietà di Salvatore Ferrigno è ormai una tradizione, una buona tradizione che si rinnova da otto stagioni.

Ideata un po’ per caso e un po’ per scommessa nell’autunno 2003, questa bella iniziativa che abbina agonismo alieutico e solidarietà a favore dell’ANT (Associazione Nazionale Tumori) è andata via via crescendo ed ha trovato un consenso sempre maggiore tra gli agonisti della Pesca al Colpo, che si prenotano ormai un anno per l’altro per essere presenti e dare il proprio contributo.

Da quando poi il campo di gara di Ostellato, nella sua nuova sede della Covato, è tornato ad essere generoso con le sue tante breme, ecco che si rischia di non trovare posto se solo si attende un po’ nell’iscriversi.

E’ quanto è successo anche quest’anno, quando oltre alle 150 coppie presenti (capienza massima del campo gara) almeno altre 40/50 formazioni sono rimaste a secco per mancanza di posti già almeno tre mesi prima dello svolgimento.

La definizione “rimasti a secco”, comunque, non l’ho scelta a caso e mai come quest’anno definisce appieno quanto accaduto il 21 novembre scorso, quando il 300 agonisti di varie regioni dell’Italia del nord e del centro si sono schierati sulle sponde del Circondariale, per essere presenti all’evento e contendersi l’ambito monte premi, e sono stati letteralmente investiti da una perturbazione di vento e pioggia che ha sferzato gran parte dell’Italia settentrionale, rendendo particolarmente duro e difficile lo svolgimento della manifestazione. Se poi aggiungiamo che questa condizione meteo ha innegabilmente condizionato il comportamento delle breme, ecco che si completa il quadro di una giornata difficilissima sotto tutti i punti di vista. Non da meno, comunque, la grande maggioranza dei presenti ha onorato l’impegno ed è rimasta fino al termine delle bagnatissime quattro ore di gara previste.

Colpo d’occhio sicuramente suggestivo quello di Ostellato Covato prima dell’inizio delle ostilità piscatorie, con tanti bei nomi dell’agonismo di Elite e dei vari trofei di serie A come sempre presenti a questo appuntamento.

La gara, obbligatoriamente a tecnica roubaisienne, ha visto uno svolgimento classico per questo campo di gara, con una sostenuta pasturazione iniziale sulla linea dei 13 metri e con le breme che hanno iniziato quasi subito a farsi vedere. Peccato per la pioggia che, dopo poco l’inizio, si è aggiunta al vento e alla corrente del canale a peggiorare la vita dei pescatori e la pescosità del canale, di per se già difficoltosa in molti tratti.

Con il passare delle ore, le difficoltà sono aumentate, vuoi per il peggiorare delle condizioni vuoi per la difficoltà a gestire le roubaisienne sotto l’azione del vento.

Vincono questa 8^ edizione della Gara della Solidarietà Riccardo Favalini e Verter Bergonzoni del G.P.O. Tubertini di Bologna, che con oltre 19 chili di pescato regolano la coppia indipendente Paselli/Gallerani, seconda assoluta con oltre 15.000 punti; terzo gradino del podio per un’altra coppia del G.P.O. Tubertini, esattamente Francesco Minghelli e Glauco Tubertini che hanno vinto il loro settore sfiorando quota 12 chili. Pesi notevolissimi, considerando le enormi difficoltà create dal meteo, che fanno onore agli atleti che li hanno realizzati; purtroppo la regolarità non è certo il punto forte del campo gara di Ostellato Covato, e in queste condizioni meno che mai: diversi sono stati i pesi esigui, anche all’interno dello stesso settore, ma questo comunque non inficia il valore dei vincitori.

Precisa e puntuale l’organizzazione di tutta la manifestazione da parte di Ferrigno e del Team Bazza Minerva RossoBlù, che con il Presidente Paolo Rosini e Luciano e Maurizio Bazza in prima linea hanno messo all’opera una buona schiera di Soci che si sono prodigati affinché tutto filasse per il meglio.

Nel discorso finale prima delle premiazioni, svolte poco più di un’ora dopo il fine gara, il Presidente del Sodalizio bolognese Paolo Rosini ha ringraziato sia il promotore dell’iniziativa che il Team Bazza Minerva RossoBlu ed ha ricordato che in questa occasione sono stati devoluti all’ANT, per le tante iniziative di cura ai pazienti affetti da patologie tumorali organizzate da questa fondazione, 1500 euro frutto delle iscrizioni e donazioni dei partecipanti.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto da Salvatore Ferrigno anche a tutti coloro che, al di fuori del suo Sodalizio, hanno messo in secondo piano per una domenica i loro colori sociali e si sono adoperati affinché la manifestazione avesse il giusto risalto; nella fattispecie, la Sezione FIPSAS di Ferrara, Enrico Landi del GPO Tubertini per la fattiva collaborazione sin dalla prima edizione della manifestazione, il Villaggio Natura che ha ospitato il raduno, i siti Matchfishing e Pescagonismo per la divulgazione on line, Laura e Daniele Barbieri, oltre a tutti i presenti del Team Sarfix Crevalcore, per la fattiva collaborazione e, ancora, Lidia, Romeo, Sergio, Palmiro, Fabio, Carlo, Paolo, Maurizio e Luciano e tutta la Minerva RossoBlu Team Bazza, la Rivista Noi Pescatori e, immeritatamente, il sottoscritto per queste righe.

Arrivederci al prossimo anno, con la speranza che il tempo sia più clemente ma con la certezza che la solidarietà dei pescatori, ancora una volta, non mancherà…

Le interviste

Favalini Riccardo – G.P.O. Tubertini

Ricky, per te e per la tua Società un finale di stagione in crescendo, qui ad Ostellato. 

 

Oggi eri in coppia con uno dei grandi di questo sport, un certo Verter che sembrava volesse appendere la canna al chiodo o quasi, tornando a Bologna dopo una lunga carriera ad altissimi livelli a Firenze, ma che ruggisce ancora…

“Si, come hai detto, a noi del GPO Tubertini ci sta girando piuttosto bene ultimamente qui ad Ostellato. Lo scorso week end siamo saliti sul podio dell’Italian Master come terzi assoluti con la mia squadra e le altre nostre formazioni si sono tutte piazzate comunque bene. Il giorno dopo, nel Tubertini Day, il mio amico Carletto Pezzuto ha vinto la gara mentre Verter, Martelli, Minghelli ed altri si sono piazzati nelle prime posizioni. Oggi questa vittoria assoluta nostra ed il terzo posto del podio per Glauco Tubertini e Minghelli Francesco completano un tris veramente soddisfacente, mentre altre nostre coppie si sono piazzate nei settori. In queste gare noi cambiamo spesso le formazioni o le coppie ed oggi ero con Verter Bergonzoni. E si è visto! Pensa che non voleva neppure pescare per la pioggia ed il tempo pessimo e durante la gara si è anche fermato per un’ora perché non sopportava queste condizioni. Poi ha ripreso ed ha quasi fatto il mio peso! Lui ha una grande classe in questo sport e con la sua esperienza ci sta dando una grande mano, in tutto.

 E pensa che è lui a ringraziare noi perché lo portiamo a pescare, altrimenti avrebbe già smesso!”

 

 

Raccontaci come avete impostato la gara di oggi…

“Debbo innanzi tutto ammettere di avere avuto in sorte un picchetto sicuramente molto favorevole, e in queste condizioni non guasta! Abbiamo fatto un grosso fondo iniziale con una quindicina di palle di pastura scura e terra, farcita come al solito con bigattini morti. Poi per quasi mezza gara non abbiamo dato più nulla, visto che i pesci mangiavano, anche se le abboccate erano malamente visibili a causa del riflesso e delle onde. Poi abbiamo proseguito alimentando a scodella, non in maniera eccessiva ma con regolarità. Le mie lenza sono state nell’ordine di 0.50/0.75 perché l’acqua muoveva discretamente. Verter ha usato montature anche da 1 grammo, abbastanza aperte e tutte realizzate con piombi medio/piccoli. Il nostro appoggio sul fondo è sempre stato di 20/25 centimetri per stare ben fermi sulla pastura. Come ami abbiamo montato dei 18 e dei 20 della serie 2 opaca.”

8^ GARA DELLA SOLIDARIETA’

CLASSIFICA FINALE ASSOLUTI

1       Favalini - Bergonzoni                  GPO Imolese Tubertini                           19430

2       Paselli - Gallerani                                                                                  15220

3       Minghelli - Tubertini                    GPO Imolese Tubertini                           11850

4       Landi - Martelli                           GPO Imolese tubertini                             9860

5       Palazzi - Antonioli                      Le Aquile Colmic                                    8550

6       Melloni - Colato                         Team Sarfix                                            8200

7       Galletti - Milanesi                      Alto Panaro Sensas                                7960

8       Rangoni - Pontana                    SPS Nettuno                                           6570

9       Ferrigno - Riboli                        Team Bazza                                            6510

10      Battignani - Bocci                    APSD Grosseto Colmic                            5940

11      Aureli - Muccini                        APS Bollari Miramare                              5350

12      Fabbri - Zatti                            Città del Rubicone Daiwa                         5110

13      Guaraldo - Periotto                   SPS La Torre Maver                                4700

14      Frabetti - Bordin                       Castel Maggiore Hydra                            4040

15      Ridolfi - Ferioli                          Castel Maggiore Hydra                            3390

articolo di Angelo Borgatti

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 16/11/2010 @ 11:40:56, in ARCI PESCA, linkato 1172 volte)
CON LE ULTIME 4 PROVE SI E' CONCLUSO IL CAMPIONATO A.R.C.I. PESCA 2010
articolo di Danielli Stefano
 
Le ultime quattro prove del campionato A.R.C.I. , hanno sancito purtroppo per la nostra formazione un anno purtroppo deludente .
La quarta prova del campionato individuale provinciale svoltasi il 10/10 in un altrettanto deludente campo di gara ,come è diventato oggi ANITA , ha visto uno spiraglio di luce per la nostra compagine .
I due ottimi secondi posti ottenuti da Banzi e Fontana , hanno in parte bilanciato il risultato dei
due rimanenti della squadra ,Borghi con un 5° posto e Danielli con un 3° posto .
Altrettanto buona la 3° prova del provinciale BOX svoltosi il 17/10 in quel di Medelana .
 In queste gare , svolte per tutto il campionato stesso ,con la squadra divisa in due coppie poste in settori diversi, la squadra ha ottenuto 4 ottimi punti ,grazie ad 1° di settore ottenuto dalla coppia Borghi Rossella e Fontana Giovanni , che hanno ottenuto anche il peso assoluto della gara ,
e un 3° di settore ottenuto dalla coppia Banzi Giuliano e Danielli Stefano.
Nella quarta e ultima prova del campionato Provinciale a BOX svoltasi il 24/10 ad Anita ,una
sfortunata defezione della Borghi Rossella, per motivi di salute, ha costretto la squadra a presentarsi con soli due componenti che altro non hanno potuto fare che ottenere due ultimi posti
nei loro rispettivi settori, compromettendo così pesantemente la loro già poco rosea classifica .
Male anche la ultima prova del campionato Provinciale a coppie svoltasi il 31/10 ad Anita.
In un campo di gara dove in questo periodo la qualità delle catture fa la differenza , le nostre due
coppie hanno dovuto fare i conti con chi è stato più fortunato di loro .
La coppia Borghi – Fontana si è dovuta accontentare di un 3° di settore avendo accumulato poche catture . La coppia Banzi-Danielli   pur avendo accumulato un numero considerevole di catture
composte da Breme ,si è dovuta accontentare di un 4° posto avendo avuto nel loro settore concorrenti che con un numero molto minore di catture ,ma composte da Carassi di grossa taglia.
Tirando le somme , alla fine dei campionati la squadra ha ottenuto le seguenti classifiche
11° posto nel campionato Regionale BOX
45° posto nel campionato di Coppa Italia BOX
8° posto nel campionato Provinciale BOX
13° posto nel campionato Provinciale Individuale per Fontana Giovanni
16° posto nel campionato Provinciale Individuale per Borghi Rossella
21° posto nel campionato Provinciale Individuale per Banzi Giuliano
29° posto nel campionato Provinciale Individuale per Danielli Stefano
Non essendomi giunta la classifica finale del campionato Provinciale Coppie ,ne do notizia facendo
fede con la classifica valevole dopo la terza prova .
17° posto per la coppia Borghi-Fontana
25° posto per la coppia Banzi-Danielli
Con questo aggiornamento si conclude per questo anno, il notiziario che riguarda la squadra che
ha partecipato ai campionati A.R.C.I. Pesca F.I.S.A.
Sperando di esse stato all'altezza del mio compito di redattore e portavoce della nostra squadra,
do appuntamento a chi ha seguito le nostre avventure al prossimo hanno che ci vedrà di nuovo
impegnati nei campionati A.R.C.I. speriamo con risultati migliori.
 
Articolo di Danielli Stefano
responsabile del settore squadre A.R.C.I. Pesca
 
 
 
 
Titolo

CAMPIONATO REGIONALE E.R. TROTA IN LAGO - LAGHI SAPABA DI BOLOGNA - 15 NOVEMBRE 2009

Prova del regionale E.R. Trota in lago svoltasi il 15 novembre 2009 presso i laghi FIPSAS - SAPABA di Bologna

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 14/11/2010 @ 17:58:18, in SCRIVONO DI NOI, linkato 2030 volte)

A CARLO PEZZUTO IL TUBERTINI DAY 2010 SUL VALLE LEPRI
articolo di Alessandro Scarponi
 
Ostellato da piccolo paese tranquillo della bassa ferrarese in questo fine settimana ha raddoppiato la popolazione grazie alla pesca sportiva. Sabato 13 novembre è andato in scena l'Italian Master con 1300 persone coinvolte mentre domenica 14 novembre si è svolto il Tubertini Day edizione 2010.
L'azienda di Bologna ha chiamato a raccolta 250 fedelissimi sulle sponde del canale denominato Valle lepri (Ostellato vecchio) per una sfida all'ultima breme di stagione. Infatti tra pochi giorni questo tratto di canale verrà chiuso per essere riaperto il prossimo anno.
La pescosità non è stata alta nonostante tra le esche consentite ci fosse anche il fouillis ed il ver de vase. Probabilmente il pesce non è ancora abituato ad una forte pressione agonistica preferendo così stazionare al largo. In ogni caso la gara di pesca ha determinato vinti e vincitori con numerosi concorrenti che non sono riusciti a pesare per mancanza di pesce.
Per la cronaca il podio di questa gara è il seguente:
1 PEZZUTO Carlo ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 1 9,69
2 GABBA Ferruccio Lenza Emiliana (Tubertini) BO 1 9,13
3 BERGONZONI Verter ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO 1 7,95
----------------------------------------­---------------------------------------
Il canale Circondariale domenica 14 novembre ancora una volta è stato teatro di una manifestazione di pesca. Come altre aziende anche la Tubertini ha chiamato a raccolta i suoi fedelissimi per trascorrere insieme una giornata all'insegna della competizione e dell'amicizia.
Più che una gara è stato un ritrovo tra amici, in cui si è colta l'occasione per visionare le nuove attrezzature esposte dalla ditta Tubertini e mangiare ciò che di buono aveva preparato l'organizzatissima Pescatori Padovani!!!
Il pescato non è stato molto, ma sicuramente i pescatori che non si sono divertiti lungo il campo di gara lo hanno fatto al ristoro, dove oltre all'esposizione Tubertini ad attenderli c'erano panini di ogni genere, dolci e del buonissimo vino!!
 
 
Saluti a tutti. Paolo Bettella della Pescatori Padovani
 
 
L'azienda Tubertini ringrazia e invita tutti a partecipare all'edizione 2011.
 
articolo di Alessandro Scarponi
 
Guarda le foto dell'evento su Facebook (foto Stagni Giuseppe)
 
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 13/11/2010 @ 12:12:07, in SCRIVONO DI NOI, linkato 1706 volte)
Nella foto la squadra del G.P.O. Imolese Tubertini classificatasi terza assoluta
ITALIAN MASTER FANTASTICO!!!
Articolo di Alessandro Scarponi
 
Fantastico! Ostellato, Ostellato… un paese incredibile che ha ospitato nel suo canale la più grandiosa gara di pesca degli ultimi anni .
L’Italian Master ha cambiato, fin dalle luci dell’alba, il volto di una città, che per un giorno è rimasta sotto i riflettori della pesca al colpo, improvvisamente invasa da milletrecento persone tra pescatori e accompagnatori.
La festa della pesca al colpo è scoppiata nella piazza del paese dove le aziende Colmic, Tubertini, Maver e Trabucco si sono date appuntamento per esporre le novità in fatto di attrezzature.
Una festa nella festa perchè a questo grande evento sportivo è stata affiancata una sagra locale dedicata alla zucca.
L’Italian Master è stato un evento dal sapore internazionale che ha anticipato di qualche mese il prossimo Campionato del mondo per Nazioni.
Infatti tra fine agosto e inizio settembre 2011 Ostellato sarà un incredibile caleidoscopio di colori, bandiere, lingue, nazionalità diverse! il mondo della pesca al colpo si darà appuntamento proprio sulle rive del Circondariale che ha ospitato sabato 13 novembre 2010 il 1° Italian Master.
Come sempre in questi casi, la città designata per ospitare i mondiali si dovrà attrezzare, per dare un’immagine di efficienza e per poter ospitare al meglio atleti e spettatori.
Con questa iniziativa, Match Fishing e Pesca In, in collaborazione con la società Città del Rubicone Daiwa, sono riusciti a conquistare il consenso di tutti: Istituzioni locali e sportive, aziende del settore e pescatori.
Ma questo successo, sentendo il commento di molti, ha un segreto: per un giorno i pescatori “normali” hanno avuto la possibilità di pescare fianco a fianco con i campioni di fama mondiale, un modo decisamente elettrizzante per chiudere alla grande l’annata agonistica.
Infatti, non capita tutti i giorni pescare e guardare da vicino gente come Didier Delannoy, Steve Gardener, Tomas Romera, solo per citarne tre dal cognome straniero, e ancora altri come Gabba, Prandi, Carraro, Ballabeni, Casini, Milo, Defendi, Sorti, Trabucco, Falsini, Frigeri, Premoli e mi fermo qui ma potrei continuare ad elencarne ancora tanti, campioni che non hanno voluto mancare a questo grande appuntamento, a questa grande festa della pesca.
Tra le ore 18 del giorno 13 novembre 2010, chiusura dell’Italian Master, e l’inizio del suo percorso (primavera 2010), di acqua sotto i ponti ne è passata tanta.
Match Fishing e Pesca In si sono dovuti fare in quattro per riuscire a portare a termine l’evento nel modo migliore.
Ostacoli, problemi e scetticismi ce ne sono stati, come succede in tutte le cose che si fanno per la prima volta, ma nonostante tutto la voglia di fare qualcosa di nuovo, che in Italia nessuno aveva mai realizzato prima, era tanta e adesso possiamo dire che la scommessa è stata vinta.
Certamente se non fosse stata realizzata la nuova strada, lunga 5700 metri dalle botti al ponte, l’evento non sarebbe stato possibile.
Il campo di gara “vecchio” ha risposto alla grande e i pesi realizzati ne sono la conferma nonostante in alcuni tratti la profondità non supera gli 80 centimetri (zona botti).
Bella sorpresa anche il tratto denominato “cavalli” dove la pescosità è stata uniforme e abbondante e la conformazione dell’argine è piaciuta a tutti.
Ma se proprio si volesse trovare il pelo nell’uovo occorre rimarcare qualche problema: i carpisti pretendono giustamente di pescare e la stessa cosa quelli della pesca al colpo.
Ma dopo che un carpista ha pasturato per diversi giorni una postazione allontanarlo diventa difficile.
In futuro occorrerà gestire in modo più coordinato queste problematiche e le rispettive esigenze.
Chiediamo scusa a tutti i carpisti per i disagi che gli abbiamo arrecato.
Il tratto “cavalli” è bello ma qualche spina ce l’ha; la precarietà della carraia (ingresso piscina) rimane un vero tallone d’Achille con il rischio, in alcuni punti critici, di piantarsi con l’auto nel fango.
Diceva un lettore del centro Italia sul forum di Match Fishing in un articolo: “datecelo a noi Ostellato e la strada ve la asfaltiamo”.
Ecco noi crediamo che non sia necessario asfaltare la strada ma riparare alcuni punti critici, tanto da renderla transitabile, crediamo sia il minimo che si possa fare per accogliere ogni domenica centinaia di persone e farle transitare tranquille.
La Città del Rubicone, grandiosa per lo spirito di sacrificio offerto dai suoi soci a lavorare, per far transitare senza pericolo le auto in zona cavalli il giorno prima dell’Italian Master è stata costretta a comprare un camion di materiale stabilizzato e spargerlo dove serviva con tanto di badile e cariola.
La gara comunque si è fatta ed alla fine la festa è ben riuscita.
“Complimenti…., bravi…., avete fatto un capolavoro….”, questi sono solo alcuni dei tanti apprezzamenti arrivati a Pesca In, Match Fishing e Città del Rubicone; …..e ancora, “fatelo anche il prossimo anno…., quand’è che ci si può iscrivere per la 2° edizione?…, vorrei partecipare ancora perchè è stata una gara bellissima con le aziende in piazza….”.
Ecco queste sono le parole che riempiono di orgoglio e se ci sarà data la possibilità di organizzare anche il prossimo anno la 2° edizione dell’Italian Master abbiamo in serbo nuove idee che saranno apprezzate da tutti.
Il pesce durante la gara ha fatto la sua parte con catture sporadiche all’inizio ma più continue nella seconda parte di gara.
Gli agonisti hanno preferito iniziare la gara a roubaisienne per poi dedicarsi alla soluzione canna inglese al centro del canale dove sono stati catturati anche diversi carassi.
Per la cronaca la gara è stata vinta da Carraro Simone, Gabba Ferruccio, Ballabeni Umberto, Prandi Giuliano della squadra A della Lenza Emiliana Tubertini con 2 penalità i quali si aggiudicano, oltre al premio di settore 160 euro e il Trofeo PESCA IN e l’assegno da 1000 euro messo in palio dall’editore di Pesca In.
Complimenti anche alla seconda squadra classificata, il Team Bazza di Bologna di Gino Bacci, e alla squadra terza classificata il GPO Imolese Tubertini di Glauco Tubertini.
La prima coppia assoluta invece è rappresentata da Mora Francesco e Sassi Gianni della S.P.S. La Canalina Colmic RE i quali con KG. 23,500, si aggiudicano due carrelli da pesca elettrici offerti dalla ditta Antiche Pasture (modello “FISHING SLAVE”).
Durante le premiazioni Alessandro Scarponi ha chiamato sul podio anche la campionessa Simona Pollastri, reduce dal “miracolo” Sudafricano, la quale visibilmente commossa ha ricevuto dalla piazza una grande ovazione e tanto affetto per lei e tutte le ragazze.
Le premiazioni sono terminate verso sera con le luci accese a far brillare una già lucente giornata di pesca e di festa.
 
Per la migliore riuscita della FESTA DELLA PESCA, ITALIAN MASTER, hanno collaborato:
 
MATCH FISHING, PESCA IN – EDISERVICE, NOI PESCATORI, BAR RISTORO E OSTELLO CA’ ANITA, BAR MIKY OSTELLATO, TERRE DI MEZZO, CITTA’ DEL RUBICONE DAIWA, COMUNE DI OSTELLATO, FIPSAS FERRARA, TUBERTINI, COLMIC, TRABUCCO, MAVER PAIOLI, ANTICHE PASTURE, TUTTI I PESCATORI, STEFANO BASTIANACCI TG FIPSAS, LE CONDIZIONI METEO E IL PESCE DEL CIRCONDARIALE.
 
Arrivederci al prossimo anno.
 
Articolo di Alessandro Scarponi
Nella foto Pezzuto Carlo e Bergonzoni Verter del G.P.O.  Imolese Tubertini primi del settore AE con Kg 9.690
TUTTE LE COPPIE VINCENTI NEI SETTORI
 
VALLE LEPRI
 
SETTORE A (vicino botti)
Nizzoli Domenico – Zazzaroni Luca Vairone Maver RE b 16260
SETTORE B
Gris Alessandro – Montipo’ Claudio Alto Panaro Sensas Stonfo MO E 8970
SETTORE C
Staurenghi Maurizio – Iseppi Francesco Brixia Hydra BS B 7750
SETTORE D
Biscaro Sandro – Trevisan Mirco Team Sarfix Crevalcore BO C 4240
SETTORE E
Pezzica Michele – Garosi Daniele SPSD Vasca Azzurra Pappiana Tubertini PI A 5270
SETTORE F
Venturi Jader – Venturi Simone Team Sarfix Crevalcore BO F 4500
SETTORE G
Bolognesi Giuseppe – Frulloni Giovanni S.P.S. Bagnacavallese Colmic RA A 1570
SETTORE H
Genghini Cesare – Beldomenico Simone Bellaria – Rimini Diramare Hydra RN B 2870
SETTORE I
Favalini Riccardo – Belloni Mauro ASD G.P.O. Imolese Tubertini BO C 6910
SETTORE L
Bruni Alessandro – Defendi Stefano S.P.S. Ravanelli Trabucco CR A 7590
SETTORE M
Galletti Davide – Milanesi Giorgio Alto Panaro Sensas Stonfo MO B 3730
SETTORE N
Picchi Massimiliano – Monti Alessio Polisportiva Oltrarno Colmic FI B 11900
SETTORE O
Borgatti Fausto – Fraulini Alberto C.C.L. Pesca In Tubertini b 6810
SETTORE P
Della Casa Luca – Ferri Sauro Alto Panaro Sensas Stonfo MO F 7620
SETTORE Q
Gelli Andrea – Lazzeretti Gianni ASD L.P. Valdera L. Pontederese Colmic PI A 12570
SETTORE R
Bergami Fabio – Ferrigno Salvatore Faps Team Bazza BO A 10180
SETTORE S
Fiumi Fabio – Rabacchi Roberto C.C.L. Pesca In Tubertini A 7830
SETTORE T
Carraro Simone – Prandi Giuliano Lenza Emiliana Tubertini BO A 11990
SETTORE U
Bignami Enzo – Carata Marino A.S.D. Sasso Marconi Maver BO A 6450
SETTORE V
Ferraresi Mauro – Bergamini Giuseppe S.P.S. Saliceta Pianeta Pesca Milo MO B 3260
SETTORE Z
Pioli Luca – Bosatelli Michele Club Pesca Sport Salso Marlin Tubertini PR A 9030
SETTORE AA
Tubertini Glauco – Minghelli Francesco ASD G.P.O. Imolese Tubertini BO C 8590
SETTORE AB
Premoli Stefano – Schiesaro Giampaolo Polisportiva Oltrarno Colmic FI D 5760
SETTORE AC
Ballabeni Umberto – Gabba Ferruccio Lenza Emiliana Tubertini BO A 8360
SETTORE AD
Bacci Gino – Macchiavelli Loris Faps Team Bazza BO A 7230
SETTORE AE
Bergonzoni Verter – Pezzuto Carlo ASD G.P.O. Imolese Tubertini BO B 9690
SETTORE AF
Cavestro Davide – Accaria Cesare Cannisti Club Padova 96 Tubertini PD B 12900
SETTORE AG
Rassiga Stefano – Roncassaglia Marco ASD G.P.O. Imolese Tubertini BO A 14770
SETTORE AH
Coverini Emilio – Niccolini Silvano S.P.S. Il Tucano Colmic Nuova Europa RA A 10970
SETTORE AI
Giorgi Marino – Dovichi Massimo S.P.S. Il Serchio Maver LU A 10170
SETTORE AL
Corazza Marco – Polesi Andrea Lenza Emiliana Tubertini BO B 18010
SETTORE AM
Ognibene Marcello – Vezzalini Massimo A.S.D. Noi MO A 15830
SETTORE AN
Turrini Daniele – Della Corte Michele S.P.S. Saliceta Pianeta Pesca Milo MO B 8180
SETTORE AO (vicino ponte Ostellato)
Guicciardi Luca – Reggianini Massimo S.P.S. Saliceta Pianeta Pesca Milo MO A 11930
 
CAVALLI
 
SETTORE AP
Mora Francesco – Sassi Gianni S.P.S. La Canalina Colmic RE A 23500
SETTORE AQ
Bagnoli Giorgio – Gabba Maurizio Lenza Emiliana Tubertini BO D 13610
SETTORE AR
Mascheretti Ivano – Radaelli Davide Club Pescatori Dilettanti Albiatesi – MI A 14100
SETTORE AS
Azzali Stefano – Mare Pietro Castelletto Marlin Tubertini PR A 15610
SETTORE AT
Bologna Ercole – Fabbri Piero A.S.S. Amo Santarcangiolese Maver FO B 14480
SETTORE AU
Marini Pierpaolo – Pauselli Simone A.D.S. Aquafans Team Sensas Alcedo PG A 13760
SETTORE AV
Forni Fulvio – Bosi Stefano Team Sarfix Crevalcore BO A 16400
SETTORE AZ
Bragato Federico – Bragato Nicola L.S. Team Sandonà Fly VE A 12060
SETTORE BA
Garuti Claudio – Vecchi Mauro Team Sarfix Crevalcore BO C 11220
SETTORE BB (vicino ingresso piscina)
Melloni Gianluca – Zucchini Luigi Team Sarfix Crevalcore BO B 11510
 
PREMIAZIONE SQUADRE ASSOLUTE
 
1° Lenza Emiliana (Tubertini) BO (sq. A) 2 penalità kg. 20.350
2° Faps Team Bazza BO (sq. A) 2 penalità kg. 17.410
3° ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) BO (sq. C) 2 penalità kg. 15.500
4° Team Sarfix Crevalcore BO (sq. C) 2 penalità kg. 15.460
5° S.P.S. Saliceta (Pianeta Pesca Milo) MO (sq. B) 2 penalità kg. 11.440
 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 09/11/2010 @ 14:56:36, in PESCA IN MARE, linkato 2256 volte)

Responsabile Pesca in Mare Spuri Zampetti Lino 

 

Raccolta fotografica di una vacanza di pesca in Senegal fatta da alcuni nostri soci nel novembre 2009 presso il Lodge di Toubacouta (Africa Strike).

La pesca al Lodge di Africa Strike
Il centro pesca dispone di tre barche, veloci open di sette metri, a consolle centrale, 
Ogni barca, è stata espressamente studiata ed attrezzata per la pesca: è equipaggiata di portacanne, raffi, vasca del vivo, e una grande ghiacciaia Igloo.
Gli skipper di Africa Strike sono in assoluto le guide di pesca più esperte e qualificate della zona, conoscono alla perfezione ogni roccia, ogni canale ed ogni secca del Delta del Saloum
Abbiamo equipaggiato le nostre barche senza risparmio, con le attrezzature migliori che possiate immaginare: canne da 4 a 50 libbre progettate per il centro di pesca Africa Strike. Mulinelli rotanti con freno a leva e fissi 7500 SS e 5500 SS, nylon da 20 a 50 libbre (0,40-0,60), trecciati e multifibra, terminali in nylon e in acciaio, ami Mustad, esche artificiali .
Per il Surf Casting sono disponibili canne con mulinelli fissi e rotanti, picchetti ecc...
Tutte le attrezzature, comprese le minuterie, le esche naturali e artificiali sono a completa disposizione degli ospiti del centro di pesca, senza alcun sovrapprezzo. Questo per consentire ai nostri clienti di viaggiare liberi da bagagli ingombranti, e di poter pescare con attrezzature eccellenti e specifiche.
Le tecniche più redditizie sono la traina con gli artificiali, alla ricerca di barracuda, cubere, carangidi; la pesca col vivo, ai grossi predatori come cubere, squali violino, king threadfin; la pesca a fondo generica, con il vivo o con esche morte, a tutti i pesci di media taglia, (cernie, ombrine, cubere, threadfin e carangidi). Il Surf Casting rende bene soprattutto innescando il vivo; si prendono barracuda, ombrine, capitain, cubere, carangidi e squali violino.

 
Titolo
Di Admin G.P.O. (del 02/11/2010 @ 00:31:27, in PESCA IN MARE, linkato 2452 volte)

Vacanza di pesca nell'arcipelago delle Maldive di Sandro, Marco e Andrea del mese di novembre 2010 I ragazzi, hanno soggiornato nell'atollo di Ari e nell'isola di Palm Beah e, durante la loro vacanza, hanno praticato la pesca alla traina insidiando prede come il pesce vela (Marlin) catturandone ben 9 esemplari, Hanno anche praticato lo spinning, catturando numerosi carangidi dal peso ragguardevole di ben 20 kg. il filmato si riferisce alla zona dell'isola di Palm Beach e all'atollo di Ari nell'arcipelago delle Maldive

Le Maldive:

L'arcipelago dista 735 km da Sri Lanka ed è orientato in direzione nord-sud, estendendosi per 754 km in lunghezza e 188 in larghezza. È posizionato a cavallo dell'Equatore fra 7°6'N e 0°41'S e fra 72°31'E e 73° 48'E.

Compongono l'arcipelago 1.190 isole coralline poggiate su un basamento di roccia formatosi circa 60 milioni di anni fa, nel corso dell'emersione d'imponenti montagne dal fondo dell'Oceano Indiano.
Gli atolli naturali sono 26 più 1 artificiale ognuno è formato da diverse centinaia di isole, di cui solo alcune abitate. Nell'intero arcipelago, le isole abitate sono 202, di cui circa un'ottantina adibite a villaggi turistici; le rimanenti sono deserte e talvolta costituite solo da un banco di sabbia in emersione. L'isola più grande è Fua Mulaku, situata nell'atollo di Gnaviyani, nel sud dell'arcipelago.
Le isole sono situate sia all'interno degli atolli sia lungo la barriera oceanica che delimita l'atollo separandolo dalle profonde acque oceaniche e proteggendo le acque interne dalle mareggiate. Le barriere oceaniche sono interrotte da canali detti pass (kandu in dhivehi) che permettono il ricambio delle acque interne dell'atollo, determinando però forti correnti in entrata e in uscita, specialmente durante le maree. In aggiunta a ciò, quasi tutte le isole sono circondate da una propria barriera corallina che racchiude una laguna.
Le isole sono formate da una base di sabbia bianca risultante dall'erosione delle barriere coralline ad opera del mare, ma anche di alcune specie ittiche (come il pesce pappagallo o il pesce balestra titano) che mangiano il corallo per restituirlo sotto forma di sabbia insieme con le feci; l'elevazione massima è di 2 m s.l.m., non vi sono sorgenti d'acqua dolce e solo nelle isole di dimensioni maggiori è possibile scavare pozzi per raccogliere l'acqua filtrata dagli strati di sabbia. Nell'isola di Fua Mulaku si trovano laghi di acqua dolce.
Il clima delle Maldive è di carattere monsonico. Il monsone secco s'instaura da dicembre ad aprile ed è caratterizzato da piogge deboli e poco frequenti; inoltre il cielo risulta mediamente più limpido. Il monsone umido, da maggio a novembre, porta piogge torrenziali più frequenti che possono durare alcune ore e talvolta giorni interi; il cielo risulta più spesso velato o soggetto a passaggi nuvolosi. Il vento è generalmente a regime di brezza debole (5-10 nodi), ma può divenire moderato (15-20 nodi) anche per giorni o settimane, specialmente nei periodi di cambio del monsone; raramente i picchi superano i 40-50 nodi e il più delle volte ciò avviene prima di una breve pioggia torrenziale. Poiché sono situate nella fascia tropicale equatoriale, le Maldive non sono soggette agli uragani.
La temperatura oscilla tra i 26° e i 31 °C tutto l'anno, con escursioni termiche giornaliere e notturne molto contenute; la minima temperatura mai registrata fu di 17,2 °C l'11 aprile 1978, mentre la più alta, 36,8 °C, fu raggiunta il 19 maggio 1991. Il mese più caldo è aprile, anche se i più secchi e soleggiati risultano febbraio e marzo; tuttavia la costante presenza della brezza monsonica attenua la sensazione di calore, rendendo il clima molto piacevole. La temperatura dell'acqua oscilla fra i 28-29 °C delle acque extralagunari e i 30-32 °C delle lagune; inoltre all'interno degli atolli il termoclino è pressoché nullo.
Le massime precipitazioni si verificano nei mesi fra maggio e dicembre (200-250 mm/mese), mentre in febbraio e marzo sono molto ridotte (50-80 mm/mese); gennaio e aprile sono mesi di transizione, con precipitazioni che variano di anno in anno (intorno ai 160 mm/mese). In corrispondenza del cambio del monsone (metà maggio e fine novembre) si producono spesso violenti acquazzoni o temporali, con venti intensi costanti o a raffica che possono durare diversi giorni.

 
Pagine: 1

Benvenuto 
Ci sono 1658 Utenti collegati


Form Object


< novembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





15/11/2018 @ 08:16:22
script eseguito in 154 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM