\\ Home Page : Articolo : Stampa
CANNE DA LUCCI (E CARRELLATA SU ALTRE SPECIE BASS ESCLUSI)
Di Admin G.P.O. (del 02/11/2012 @ 18:30:17, in SPINNING, linkato 11017 volte)
CANNE DA LUCCI (e carrellata su altri pesci bass esclusi)
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
Sul luccio ho una certa esperienza
Lo pesco dal 2000 con costanza e ho sperimentato l’evoluzione rapidissima delle attrezzature, almeno fino a poco fa.
Come tutti sanno il luccio se grosso può mettere in crisi l’attrezzatura che oltre ai classici componenti ha in più il cavetto.
Non riprendo un recente articolo cui vi rimando, ma il luccio si fa SEMPRE col cavetto
Nel 2000 era normale fare tutti i lucci con una canna da 2,70 a spinning, range di lancio 10-40 grammi magari con un mulinello taglia 4000 e nylon del 30-35.
Si prendevano i lucci? Si! E più di adesso (ce ne erano molti di più)
Perché ora, anticipando un po, pesco a casting con una canna di circa 2 metri che lancia da 30 a 70-100 grammi (2 – 3 once) , trecciato da 65 libbre?
Non perché ci sono pesci più grossi ma perché:
1 – si pesca con meno fatica
2 – si pesca con esche molto diverse
 
Chi ha pescato il luccio a spinning ha provato una pesca molto dura fisicamente, con esche grosse lo spinning non è il massimo salvo mettere in campo eccellenti mulinelli taglia 5000 non velocissimi, a bobina larghissima.
In passato l’esca principe era il martin 15-20-28 (di questi pesi) o l’ondulante da 30 grammi che si tirano ancora bene con un mulinello taglia 4000, però quando si sale si esche che non siano più di 9 o 13 cm ma di 20 o 25 cm (o oltre) per 100 grammi si entra nella pura fatica.
La pesca del luccio a spinning ha ancora un perché per es. nella pesca veloce con la rana che io ancora faccio a spinning con una canna da salmoni da 2.60 per 40 grammi.
 
Digressione – le stesse canne che in Italia erano usate per i lucci da sempre in America sono usate per i salmoni con esche paragonabili (ondulanti e rotanti da 15 grammi) e mulinelli 4000 o 5000.
Quindi non c’era niente di sbagliato, ma questi combo affaticano parecchio e hanno senso in correnti da gestire bene (le stesse canne ex lucci ora servono da grosse marmorate per stare in Italia) mentre i lucci accettano anche acque più placide.
In effetti i più grossi lucci in Italia e all’estero li ho presi a spinning con spinner e canne del genere, ma con grande fatica nella pesca.
Accorciando la canna cala la fatica ma non di troppo la fatica insita nell’accoppiata esche grosse, trecciato, mulinello da spinning che costringe a piegare a 90 gradi il filo per avvolgerlo sulla bobina.
  Sul fatto di usare il trecciato invece del nylon mi pare banale, un nylon del 35-40 è quasi ingestibile (specie a spinning), fa spire e tiene molto meno di un trecciato di pari diametro.
Sui mulinelli da casting non ci sono limiti, si può caricare senza sforzo 65 o 80 libbre, a spinning spesso un 50 libbre non eccellente è grosso, ma si gestisce.
 
Perché allora si passa al casting? Perché SI FA MENO FATICA! E consente, se ci interessa, di lanciare esche enormi e pesanti e soprattutto di recuperarle senza tremendi sforzi.
Ovvio che la linea di punta della pesca al luccio, spesso all’estero porta all’uso di esche, in genere di gomma fino e oltre mezzo chilo… qui si usano già canne da casting da 2,70 ma è una pesca veramente estrema.
 
Con canne da 2 metri si arriva a lanciare, con attrezzature ben gestibili, fino a 6 once (sfiorano i 200 grammi) e a usare esche come:
·        I jerk
·        I grosso top water
·        Grosse gomme
·        Topi e altre imitazioni
·        Minnow/crank da 20 cm e oltre
 
Per gli usi normali, limitando le esche che usiamo normalmente ai 70-80 grammi possiamo usare una bella canna da 2 o 3 once (60-90 grammi).
Se ci limitiamo ai 50 grammi con una bella canna da 1,5 once con cui possiamo fare quasi tutto.
Ovvio con un mulinello da casting (rotante) da lucci, ovvero più capiente e robusto di uno ultraleggero da bass.
Se serve usare i jerk vuole veloce, maggiore di 6:1, se non li usiamo anche più lento è accettabile.
 
Di norma non convinco mai nessuno prima dell’acquisto dell’attrezzatura a spinning, ma chi pesca spesso il luccio dopo uno o due anni è a casting.
Se si vuole iniziare raccomando caldamente questa scelta.
Tra l’altro il casting non è difficile da fare con esche da luccio, pesanti, è molto più complesso con canne e mulinelli leggeri , ed esche leggere, da bass.
Riepilogando
Canna da 2 metri (6,6) fino 2,10 da 1,5 a 3 once di capacità di lancio
Trecciato da 65 libbre
Mulinello da casting taglia 200/300 shimano
CAVETTO!
 
Altri pesci
Metto qui dopo aver trattato trote e cavedani l’accoppiata che vedo meglio per altre canne per altri pesci
 
Aspi, io li faccio se piccoli come i cavedani e se grandi con canne leggere da lucci.
Qui lo spinning ha ancora senso, magari con canne da 2,40 da 40 grammi di capacità di lancio
Stesso discorso vale per i perca.
E per le cheppie che dopo anni passati a ricordare ai pescatori il passato (animali da 4 kg non erano rari) tornano in pochi fiumi con bei pesci, ma fattibilissimi con attrezzi da cavedani grossi o da aspi, al 99% a spinning.
Per i persici assolutamente l’attrezzatura da cavedani.
Concludo con una pesca che non faccio, i siluri
Questi si possono fare con attrezzatura da lucci, magari accettando lo sforzo a spinning per poter gestire canne più lunghe.
Ma per la mia piccola esperienza un siluro fino al metro si prende con quasi tutte le attrezzature se correttamente dimensionate, oltre sono big fish che richiedono attrezzi specifici
 
Resta l’attrezzatura da bass che è molto difficile da compendiare.
Il bass è un pesce “normale” ma i bassmen no e usano canne diverse, una per ogni stile di pesca, casting e spinning.
Con canne a disposizione per poter pescare con il peso ottimale, con la rigidità ottimale.
Io proverò a breve a trattare il caso del principiante con due canne a disposizione.
Per trote e cavedani è possibile avere 1 o 2 canne con un mulinello, per i lucci forse per iniziare ne basta 1, per i bass è un po più difficile
Ovvio che con l’esperienza e la passione vi troverete con un armadio pieno di canne ed esche… J è impossibile resistere se si è malati di pesca e la pesca al bass è la peggiore tra le malattie.
 
articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
 
 
 
 
RACCOLTA FOTOGRAFICA DI UNO SPLENDIDO VIAGGIO DI PESCA FATTO DA MAURO MACCAGNANI A PESCA DI LUCCI IN CANADA