\\ Home Page : Articolo : Stampa
LA MIA OLANDA - SPINNING
Di sipadan (del 16/02/2011 @ 23:03:12, in SPINNING, linkato 6125 volte)
 
 
La mia Olanda - Spinning
Articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
l'Olanda è una meta vicina e facile.
In un week end è possibile pescare in Olanda
un volo da Bologna ad Amsterdam con ritorno di solito sta sotto i 100 euro, il noleggio di un'auto per due o tre giorni divisa in due pure, dormire in un b&b 30-40b euro a notte.
Mangiare si mangia pure qui....
se portiamo canne travel stanno in valigia, forse pure le due pezzi, se vogliamo pescare con monopezzo prepariamoci a pagare 40-50 euro a tratta per il tubo da dividere in due o tre.
La pesca non è apparentemente emozionante, si pesca in piccoli canali (dal metro ai 10 metri di larghezza) a filo della strada in genere, con acqua non sempre meravigliosa, anzi a volte nera.
Ma i lucci ci sono, eccome e se pure io non ho mai preso pezzi over metro ci sono tanti pesci.
La pesca è di movimento, si pesca per un chilometro, poi via di nuovo in macchina a cercare dove mangia.
Ovvio che se si hanno indicazioni aiuta, in genere ci si può anche basare sul colore e trasparenza dell'acqua, con quel certo colore mangia.....con altri meno.
Forse l'Olanda è l'Italia di 70 anni fa per i lucci, i lucci sono più o meno dappertutto e occorre solo pescarli.
Una canna da 2 metri a 2,50, fino a 40 grammi, trecciato, con la tecnica che preferite (spinning o casting) poche esche non pesanti (a volte si pesca in mezzo metro d'acqua) e siamo a posto.
Io ci sono stato sempre col freddo per cui ero bello coperto, piove pure ogni tanto ma dopo un po diventa una gara con se stessi  per dimostrarsi più furbi dei pesci che stanno si un po qua e un po là ma non dappertutto, è bellissimo per es. pescare in mezzo ai parchi cittadini o in città.
Organizzatevi per fare la licenza, non è bello rischiare multe ed evitate i periodi in cui non si può pescare.
Ovvio che l'Olanda non è famosa per il cibo per cui si sopravvive ma qualche giorno si sopporta, io mangio in ristoranti orientali o nei pub
ottima birra, belle ragazze per i giovani (le signore dopo i 25 tendono a diventare fuori sagoma molto spesso : - ) ), quasi tutti parlano inglese e di norma sono socievoli, anche le ragazze ai pub spesso.
Preparatevi a tanti km a piedi, ma in piano e in bocca al lupo per questa meta davvero vicina

 
le esche più redditizie, come si vede dalle foto, sono
·        Spinner
·        Rotanti grossi alleggeriti, il classico martin 28 quasi senza peso, da costruirsi in genere
·        Mini swim bait o snodati se preferite
·        Minnow galleggianti non troppo affondanti
·        Microjerk
Con la gomma non abbiamo provato ne con i jig, ma perché no? E con più caldo pure con esche top water.
Insomma un viaggio che mi sento di consigliare, poca spesa tanta resa
 
Note non di pesca
Amsterdam a parte sexy shop e similari o negozi per sballo è una bellissima città
Non il top della sicurezza ma stando sui viali illuminati è davvero bella da girare
 
Sono da vedere le serre di fiori e da spendere qualche minuto a vedere i –purtroppo- rari mulini a vento, al più non in servizio.
Anche il mare arrivando alle dighe è da vedere, gli olandesi non lo amano perché gli hanno strappato le terre dove peschiamo, ma in passato ci hanno vissuto sopra come potenza marittima.
Vederlo in tempesta dalle dighe è indimenticabile.
 
Chi capisce l’olandese è bravo….. lingua ardua da capire ma l’inglese è parlato ovunque.
 
Articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]