GIOCHI MONDIALI DELLA PESCA SPORTIVA, CAMPIONATO DEL MONDO MASTER DI PESCA AL COLPO, L'ORO DEI VETERANI PASSA PER L'ARGENTO DI FIRENZE - GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 CARPFISHING... di Admin G.P.O.
 
"
La fantasia è più
importante della conoscenza

Albert Einstein
"
Seguici: 
Titolo
 
\\ Home Page : Articolo
Titolo
Ricordati di condividere questo articolo prima dei tuoi amici:

 
GIOCHI MONDIALI DELLA PESCA SPORTIVA, CAMPIONATO DEL MONDO MASTER DI PESCA AL COLPO, L'ORO DEI VETERANI PASSA PER L'ARGENTO DI FIRENZE
Di Admin G.P.O. (del 15/09/2011 @ 22:53:52, in CAMPIONATI MONDIALI, linkato 3400 volte)
GIOCHI MONDIALI DELLA PESCA, CAMPIONATO DEL MONDO MASTER DI PESCA AL COLPO
L'ORO DEI VETERANI PASSA PER L'ARGENTO DI FIRENZE
Articolo di Angelo Borgatti ( Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality)
dove l'argento rappresentato dalla livrea delle difficili alborelle del fiume toscano, per una volta tornate ad essere il pesce da gara per eccellenza.
Mentre a valle del famoso Ponte della Vittoria, sul campo gara del Terrapieno (Passerella) le Azzurre si impegnavano allo stremo in una gara tiratissima per arrivare a salire sul gradino pi alto del podio, a monte dello stesso i Veterans (definizione della Confederazione Internazionale della Pesca Sportiva per definire i nostri Master o Over 60) schierati sulla mitica sponda della Fonderia, portavano a compimento un piccolo capolavoro di strategia, tecnica e passione dominando entrambe le prove del loro Mondiale. Ho usato volutamente il verbo dominare per definire nella maniera pi chiara ed inequivocabile quanto accaduto il 2 ed il 3 settembre scorso, nel corso delle due prove che hanno portato all'assegnazione del titolo di nazione Campione del Mondo Master di Pesca al Colpo di questa terza edizione dei Giochi Mondiali della Pesca Sportiva. Vincere entrambe le manche con risultati schiaccianti come 10 e 9 penalit, lasciando i pari et del Belgio, secondi assoluti, a 15 punti di distanza, non si pu definire in altro modo che dominanti.
La Squadra
La formazione selezionata dai C.T. Massimo Ardenti ed Adriano Fumagalli era composta da campioni di provata esperienza quali Roberto Torri, Natale Bagarello, Luciano Bazza, Tino Pagliari e Piero Palai; a quest'ultimo toccato vestire in entrambe le giornate la scomoda maglia della Riserva ma non ha fatto mancare il proprio fondamentale apporto tecnico e morale ai compagni. La spedizione dei nostri Master era completata dalla fondamentale presenza istituzionale di Amilcare Tanzi, Dirigente Nazionale della Federazione e componente del Settore Acque Interne.
La Fonderia
I nostri Master avevano preso confidenza con il campo gara ben prima della settimana ufficiale dedicata alle prove, bens nel corso di varie competizioni e stage previsti nei mesi precedenti. Va anche detto che la presenza di due padroni di casa in squadra come Torri e Palai ha sicuramente aiutato a dirimere molti dubbi sulla strategie migliori da adottare su questo campo di gara. La semina di fine primavera di svariati quintali di carpette ed altro pesce bianco aveva inizialmente confuso in parte le idee, dal momento che nel corso delle prove precedenti si facevano anche discrete pescate di pesci di taglia che inficiavano il lavoro sulle alborelle. Con il passare delle settimane, per, questi pesci sono andai via via scemando, lasciando spazio sostanzialmente a due scelte tecniche: la pesca dellalborella e la ricerca della cattura di taglia con la roubaisienne alla massima distanza o, in alternativa, con la canna all'inglese verso il centro del fiume., scelta, questultima, utilizzata pressoch solo dagli anglosassoni. Le tante prove e test effettuati nel corso degli ultimi giorni, che avevano visto andare diminuendo le possibilit di cattura non solo delle grosse carpe o dei siluri, molto presenti nel fiume gigliato, ma anche del pesciolame rappresentato da piccoli channel e carpettine da qualche decina di grammi, unite alla naturale e storica attitudine dei nostri veterani alla pesca delle alborelle, che in prova arrivavano mediamente sempre almeno sui tre chili di questi pesci, non ha lasciato spazi a dubbi sulla impostazione di partenza: tutti sulle alborelle, convinti, pronti a cambiare pesca nel caso fossero subentrate troppe catture di taglia.
La prima prova
Il campo gara, allestito molto bene dai tanti volontari coordinati dalla Sezione di Firenze, si presenta ottimamente e con uno splendido colpo d'occhio. Sono stati predisposti 4 settori da undici concorrenti ciascuno, quante sono le Nazionali partecipanti al Mondiale. Dal sorteggio i nostri atleti vengono indirizzati sui seguenti picchetti: Torri A3, proprio alla fine del campo gara, vicino alla rampa d'accesso (ricordo che nelle manifestazioni internazionali si picchetta al contrario rispetto a quanto accade da noi, cio da valle e monte), Bagarello pescher sul picchetto B9, Pagliari C5 mentre Bazza ha in sorte il picchetto D1, il primo contro l'iniziale del campo gara, posto a monte del canaletto che si immette nel fiume, quindi decisamente un posto non buono. Al segnale di inizio, dopo la consueta pasturazione sulla linea della roubaisienne a m.11.50 (misura massima prevista per la categoria), i nostri iniziano subito l'opera di smistamento. Prima di proseguire, occorre precisare che le alborelle fiorentine vengono insidiate in maniera particolare rispetto all'impostazione classica di questa pesca, infatti la grande presenza di alborelle piccolissime e di fastidiose pseudorasbore (le micidiali trombette), obbliga a fare una pasturazione di richiamo per questi pesci, molto corta, con la pastura da alborelle molto morbida, mentre l'azione di pesca vera e propria si esplica su di una linea pi esterna (3.50/4 m.), con lenze nell'ordine di 4x18/4x20, alimentando con bigattini sfusi lanciati a mano con regolarit. In questo modo si seleziona la taglia delle alborelle e non mancano le occasionali catture di piccole carpette da 10/20 grammi, attirate a mezz'acqua dalla caduta delle larve. E evidente, quindi, come la capacit di gestire due linee di pasturazione, oltre alla precisione nella stessa, e la meccanica dell'azione di pesca, siano fondamentali, e solo chi ha una esperienza pluri decennale nella pesca alle alborelle come i nostri veterani pu garantirle. In questa scelta tattica non siamo stati soli, naturalmente, almeno francesi e portoghesi hanno tentato di copiarci, ma, permettetemi il campanilismo, non ce n'era per nessuno! La differenza nell'esecuzione, e nelle catture, apparsa subito evidente, ed i nostri non sono mai stati impensieriti in questa pesca da nessuno, arrivando ad annullare il gap anche con chi ha scelto la carta della pesca a roubaisienne alla ricerca del pesciolame. In questa situazione il lavoro gravoso toccato ai Commissari di sponda dei nostri Azzurri, a cui stata richiesta una particolare attenzione, vista la necessit di conteggiare le catture per i resoconti parziali dopo la prima e la seconda ora. Per l'occasione si sono rivisti all'opera degli ingegnosi conta pesci meccanici che qualche Commissario di sponda deve aver riesumato tra i propri ricordi, ma molto efficaci nel loro lavoro. La prima prova scorre senza troppe sorprese, anche se escono alcune grosse carpe che condizionano l'esito dei settori, ma comunque senza penalizzare troppo la gara degli Azzurri. Nel settore A Torri terzo dietro al Sud Africano che porta alla pesa una carpa di circa 4 chili, e cede una piazza all'ultimo di campo, che ha cercato i pesci, per soli 5 grammi!. Il settore B vede un bel secondo di Natale Bagarello alle spalle del belga Santermans, che, a spalla, gli sfila un pesce taglia xl. Di taglia xxxl sono i pesci che vengono guadinati nel settore C, dove il nostro Tino Pagliari non pu nulla contro gli oltre dieci chili di carpa che l'italo belga Franco Andreatta e il magiaro Zsiros mettono in nassa; per il parmense solo il quarto posto, alle spalle dell'inglese Marlow; gara molto bella e regolare per Lucianone Bazza, che vince alla grande il suo settore conteggiando quasi 600 alborelle, senza essere disturbato da particolari catture di taglia. Le lunghissime operazioni di pesatura finali decretano il netto successo degli Azzurri con sole 10 penalit e ottime chance anche per il podio individuale.
La seconda prova
La mattina di sabato 3 settembre trova i nostri, riconfermati in blocco dal C.T. Ardenti, concentrati e motivati, consci delle proprie possibilit di fare bene. Il sorteggio ha mandato Torri al picchetto A1, esterno di campo, Pagliari al B8, Bazza nel picchetto a fianco di quello del giorno precedente, al C11; Bagarello pescher al D5. Medesima impostazione del giorno precedente, con i nostri subito in pesca sulle alborelle, che per si dimostrano pi difficili e rognose di ieri, per cui sono necessari un po di minuti per prenderci le misure. Nel settore di Torri si trovano due dei pretendenti al titolo individuale, il belga Franco Andreatta ed il sud africano Van der Heever, che si sfidano alla ricerca delle carpe di taglia. Sar proprio litalo belga a spuntarla, per pochi etti, grazie ad una carpa da 4 chili. Per Torri ancora un terzo posto. Pagliari oggi si migliora, finendo terzo alle spalle dell'inglese Lancaster, autore di una bella cattura di una grossa carpa, e del francese Granados, unico che sia riuscito a tener testa agli italiani nella pesca delle alborelle. A Luciano Bazza la gara di sabato porta un secondo di settore dietro allinglese Dicky Carr, che centra una bella serie di pesciotti oltre ad una carpa. Successo di Bagarello nel settore D, dove ancora una volta non sono usciti pesci di taglia e nella sfida alle alborelle con il francese ed il portoghese ha fatto valere la taglia maggiore dei suoi pesci. Alla fine sono 9 penalit complessive, ancora meglio di ieri, e nuovo successo di giornata che significa anche oro finale a squadre. Nella graduatoria finale individuale il terzetto di nomi tutto italiano, peccato che il primo vesta per la casacca rossa del Belgio. infatti Andreatta l'unico che, in virt delle sue maxi catture, riesce a replicare il successo del giorno precedente e pu fregiarsi dell'oro individuale. Per i nostri Bagarello e Bazza, nell'ordine, la soddisfazione d'argento e di bronzo del podio individuale. Nelle parole del C.T. Ardenti, al termine, oltre alla grande gioia per uno splendido risultato complessivo, il grande rispetto ed ammirazione per i componenti di un gruppo di grandi atleti e, soprattutto, grandi uomini. La premiazione finale, assieme alle ragazze vincitrici del Mondiale Donne, una apoteosi azzurra impossibile da descrivere ma impressa a fuoco nel cuore di chi ha avuto la fortuna di esserci. Alla prossima, canne d'argento!
GIOCHI MONDIALI DELLA PESCA SPORTIVA PESCA AL COLPO
CAMPIONATO DEL MONDO MASTER
CLASSIFICA FINALE PER NAZIONI
1 Italia 10,0- 9,0 19,00
2 Belgio 18,0-16,0 34,00
3 Francia 18,0-19,0 37,00
4 Portogallo 20,0-17,0 37,00
5 Ungheria 24,0-19,0 43,00
6 Inghilterra 25,0-22,0 47,00
7 Slovenia 25,0-27,0 52,00
8 Olanda 24,0-34,0 58,00
9 Germania 35,0-30,5 65,50
10 Sud Africa 32,0-34,0 66,00
11 Finlandia 33,0-36,5 69,50
CLASSIFICA FINALE INDIVIDUALE
1 Andreatta Franco Belgio 2,00
2 Bagarello Natale Italia 3,00
3 Bazza Luciano Italia 3,00
4 Santermans Roger Belgio 4,00
5 Granados Gerard Francia 5,00
6 Zsiros Andreas Ungheria 6,00
7 Lancaster Terry Inghilterra 6,00
8 Torri Roberto Italia 6,00
9 Pagliari Celestino Italia 7,00
10 Coelho Jos Portogallo 8,00
11 Kutnjak Drago Slovenia 8,00
12 Ferreira Vieira Portogallo 8,00
13 Depoussargues Jean-Claude Francia 8,00
14 Kazy Csaba Ungheria 8,00
15 Carr Dicky Inghilterra 9,00
16 Bourson Serge Francia 9,00
17 Gomes Jos Portogallo 9,00
18 Ramsak Roman Slovenia 10,00
19 Van Eeden Nicolaas J Sud Africa 11,00
20 Pelgrim Theo Olanda 11,00
21 Moris Chrit Belgio 11,00
22 Costa Fernando Portogallo 12,00
23 Rudnay Attila Ungheria 13,00
24 Schneider Wolfgang Germania 14,00
25 Tapaninem Tapio Finlandia 14,00
26 Van Der Brugen Henny Olanda 14,00
27 Marlow Roger Inghilterra 14,00
28 Lannoy Gilles Francia 15,00
29 Ferner Jurgen Germania 15,00
30 Mauric Ferdinand Slovenia 16,00
31 V rszegi Jozsef Ungheria 16,00
32 Ansems henny Olanda 16,00
33 Frosch Willi Germania 17,00
34 Van Casteren Walter Belgio 17,00
35 Wever Lud Olanda 17,00
36 Kiviniemi Antero Finlandia 18,00
37 Taponen Juhani Finlandia 18,50
38 Aalto Timo Finlandia 19,00
39 Spencer Trevor Sud Africa 21,00
40 Venter Jacobus S Sud Africa 22,00
41 Van Der Heever Adrian Sud Africa 13,00
42 Kozeljnik Silvo Slovenia 18,00
43 Becker Karl-Heinz Germania 19,50
44 Slaymaker Don Inghilterra 20,00
45 Binge Stan Inghilterra 20,00
46 Geier Hans-Jrgen Germania 22,00
47 Zmejc Jozef Slovenia 22,00
Articolo di Angelo Borgatti ( Noi Pescatori, Pesca In, Tubertini High Quality)

 

 
I commenti sono disabilitati.

Benvenuto 
Ci sono 1561 Utenti collegati


Form Object


< febbraio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
 
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





18/02/2020 @ 01:47:07
script eseguito in 141 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM