A PESCA CON I ROTANTI (O CUCCHIAINI) - SPINNING - GPO IMOLESE TUBERTINI - LA POLISPORTIVA DELLA PESCA

 
 

Immagine
 Borghi Rossella Team A.R.C.I. del G.P.O. Imolese Tubertini... di Admin G.P.O.
 
"
La pesca è una filosofia, un modo di affrontare la vita.

Hemingway
"
Seguici: 
Titolo
 
\\ Home Page : Articolo
Titolo
Ricordati di condividere questo articolo prima dei tuoi amici:

 
A PESCA CON I ROTANTI (O CUCCHIAINI) - SPINNING
Di sipadan (del 05/04/2011 @ 21:05:18, in SPINNING, linkato 20862 volte)
 
A PESCA CON I ROTANTI (O CUCCHIAINI) - SPINNING
Articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 
I rotanti sono gli artificiali più diffusi, tra i meno costosi e certamente i più usati.
Con i rotanti si possono prendere quasi tutti i predatori:
  • trote e similari
  • cavedani
  • aspi
  • persici
  • lucci
  • perca
  • bass
  • siluri
credo facciano eccezione le cheppie che molto raramente sono adescabili con i rotanti.
È un’esca facile da usare, facile da gestire molto versatile, va da pochi grammi a quasi 50 grammi, da misure minime a esche (tandem a doppia paletta) che sfiorano i 20 cm.
La prima differenza evidente è tra i cucchiaini con cavalierino (tra questi mepps e vibrax sono tra i più diffusi) e cucchiaini con la paletta sull’asse.
Cucchiaini "tipo Martin"
Come già accennato, hanno la paletta inserita direttamente nell'asse e un corpo che può essere a forma di goccia nei martin classici oppure più affusolato, in vecchi modelli  ormai rarissimi che ci dovremo costruire da soli.
Un piombo più concentrato, come nel primo caso, ha la peculiarità di tenere meglio il fondo in corrente, a differenza di uno più allungato che ha la peculiarità di ridurre ulteriormente l'angolo di rotazione tra la paletta e l'asse producendo ancora meno attrito durante il recupero e dimostrando una immediatezza di azione ancora più marcata, tali modelli possono fare la differenza in lago o in riserva quando le trote mangiano nei primi strati di acqua su recuperi lentissimi oppure in torrente nei tratti no-kill dove il pesce è abituato alle esche tradizionali e occorre cercare qualcosa di "innovativo" per stimolarne l'attacco.
I Martin in generale sono artificiali molto immediati, con un'immediatezza di azione riscontrabile probabilmente solo nel minnow, iniziano infatti a sfarfallare non appena toccano l'acqua e proprio per il fatto di avere la paletta inserita direttamente nell'asse hanno come conseguenza un angolo di rotazione inferiore rispetto ai Mepps che ne determina un minore attrito in fase di recupero ed una migliore tenuta del fondo.
Sono penalizzati nel lancio in quanto la pala non si può “ribaltare” e fa più attrito riducendo la lunghezza massima del lancio
 
Cucchiaini "tipo Mepps"
La paletta inserita nell'asse tramite il cavalierino, consente a questa tipologia di cucchiaini una maggior distanza di lancio, proprio per il fatto che in tale fase quest'ultima viene proiettata in avanti. Non è però l'unica differenza rispetto ai modelli descritti precedentemente, in quanto è anche riscontrabile un maggior numero di vibrazioni in acqua, dovute al fatto che la paletta ruota più velocemente. Quest'ultima può essere di forma allungata, cosiddetta a "foglia di salice", oppure più tondeggiante, con la differenza che la prima tiene meglio in fondo, particolare che si rivela utile in torrente per scandagliare le buchette più profonde.
Peraltro ha una minore reattività e si può perdere qualcosa prima che inizi a ruotare.
La configurabilità
Le pale sull’asse (Martin) sono di un tipo solo e di 6-7 dimensioni per cui qui si può giocare solo su queste variabili, comuni a tutti i rotanti
 
  • dimensione pala
  • peso corpo
  • colore pala
  • colore corpo
  • decoro pala
  • decoro corpo
  • ancoretta/amo singolo con o senza antialga
  • eventuali trailer (realizzazione di una moschina in pelo, fiocco di lana, gomma, bucktail)
 
Le pale con cavalierino sono di tanti tipi e si sommano a tutte le variabili disponibili per i martin, posso avere pale del tipo
  •  colorado a forma di uovo molto rastremato in punta più indicato per gli spinner che i rotanti

 

 

 

 

  •  indiana  più affusolate, però con minori usi (perca, salmoni)

 

 

 

 

 

 

  •  french (francesi) anche qui più o meno allungate , quelle estremamente allungate sono tipiche della pesca del salmone, di fatto è il tipo di pala più diffuso per tutti i predatori

 

 

 

 

 

 

  

 

  • willow (a salice) più o meno panciuta, le più panciute sono indicate per spinnerbait o grossi bucktail con grandissime code, le più snelle adatte a tenere il fondo in corrente.

 

 

 

 

 

  •  Pale speciali piatte VELTIC con piume e pale più o meno piatte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •  Tutti gli altri, tra tutti i vibrax che si differenziano essenzialmente per il corpo fatto in due pezzi, on corpo pesante contenuto in una campanella che genera rumore al recupero

 

  

 

 

 

  •  Ovviamente esistono infiniti tipi possibili di pale…  per bordo o finitura o forma 
  •  
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
I TANDEM
Un caso a parte è rappresentato dai tandem ovvero cucchiaini con 2 (o più) pale
 
 
Quale colore?
Non è sempre possibile stabilire quale colore è gradito al pesce in una determinata circostanza e spesso le giornate si risolvono grazie all'esperienza del pescatore e alle numerose prove che è consigliabile fare qualora non si vedano attacchi, tuttavia qualche regola di base è possibile definirla.
l'argento e l'oro sono le tipologie più utilizzate in assoluto e tendenzialmente permettono catture in ogni situazione, diciamo che con acque limpide in giornate soleggiate è consigliabile impiegare colori scuri e opachi, perchè i riflessi di una paletta argentata potrebbero disturbare il pesce, mentre con una maggiore nuvolosità possono rivelarsi più efficaci tinte più accese, come l'argento, l'oro o i colori fluorescenti, di cui se ne consiglia l'impiego anche in acque torbide.
Il pesce, almeno da noi, impara e specie con il rilascio del pescato (peraltro dovuto, anche se la legge non lo impone) diventa più sospettoso e spesso colori nuovi possono portare a successi.
Io ho avuto successo col nero (che in realtà è un classico), col verde (il martin rana toro), il bianco, giallo e rosso.
Sinceramente credo poco che i decori del corpo siano percepibili e personalmente credo che pure il colore del corpo conti poco.
E i decori sulla pala li vedo del tutto inutili, salvo che servano a modificarne il colpo d’occhio.
In genere sui miei rotanti colorati qualche segno c’è, ma solo per ricordare a chi li ho prestati di restituirli.
Utilizziamo il trailer
Per aumentare il numero di vibrazioni emesse in acqua ed ottenere un maggior potere catturante o smuovere pesci particolarmente apatici è possibile arricchire il cucchiaino (Mepps o Martin) con un trailer, che può essere una moschetta montata sull'amo o in alternativa un falcetto in gomma di dimensione adeguata a quella dell'amo impiegato.
Oppure su grosse pale una codona in bucktail
Parliamo dell’uso
Dividiamo subito per semplicità in
  • Grossi predatori
  • Piccoli predatori
Discriminando tra i primi con lucci, siluri, grossi perca e tra i secondi il resto.
Per i grossi predatori occorre creare un’esca di grande volume, ma non necessariamente di grande peso.
Quasi tutti i produttori lo sanno e a fianco del modello standard spesso ne vendono un modello alleggerito per pescare a galla, in poca acqua o sopra ostacoli sommersi.
L’altro modo di realizzare questo sistema è incrementare il galleggiamento con grossi bucktail in coda che non si bagnino troppo e grandi pale che muovano molta acqua, pagando il prezzo di minore gittata per poco peso e cattiva aerodinamica.
Per esempio in olanda è il trionfo dei rotanti alleggeriti pescando in pochissima acqua molto spesso, ma con lucci più che discreti.
Per intenderci la lana rossa tipica dei modelli da lucci serve all’opposto, fa peso per lanciare meglio e appesantire il cucchiaino.
Per es. Marin 15, 20,28, mepps/vibrax dal 3 in su fino alla misura massima (5-6-7-8)
L’altra via per grossi predatori, in genere di corrente (grosse trote), e di fare esche non immense ma pesanti e in grado di reggere forti correnti.
Se cresco la pala cresce l’attrito, qualunque rotante decida di usare.
Esistono dunque serie di rotanti modificati (i primi sono di Eugenio Avico credo, li fa anche Giardini) con pala piccolo e corpo più pesante, di norma sono definiti “Avico”.
Gli americani per i salmoni seguono una linea diversa, crescono decisamente il peso adottando pale willow o french molto allungate dal 5 in su , spesso con corpo tipo vibrax, ma di recente stanno seguendo questa linea che per me è molto più redditizia
 
Per i piccoli predatori molto dipende da dove pescate, nelle alpi spesso servono rotanti Avico, da me l’opposto in molti casi è indispensabile, ovvero pala grande e corpo alleggerito, pensando che se con grosse pale il peso lo mette la pala e magari l’ancoretta dressata di lana qui occorre provare la lanciabilità, che si otterrà con canne da ultraleggero.
Ovvio che nei nostri piccoli torrenti si passi a misure piccole, dall’1 al 4-6 dei martin all’1 e 2 di mepps/vibrax.
Nel mio gilet passo da martin alleggeriti quasi senza peso a martin avico del numero 12 con pala 9, che uso nelle alpi o nel fondovalle.
A volte sull’appennino usare un martin 6 o un mepps 3 è utile in primavera, non credo sinceramente selezioni le trote grosse ma consente di pescare nelle buche e nei correntoni.
I limiti dei rotanti
Ovviamente anche i rotanti hanno dei limiti.
Non sono indicati in grandissima profondità, il loro uso spesso li rende inutili in caduta e se molto pesanti sono facilmente incagliabili sul fondo.
Se usati in fortissima corrente generano grande resistenza sul filo e non sempre reggono il fondo.
Non sono efficacissimi sui bass in generale, forse perché molto sfruttati in passato, su aspi e perca oltre che sul quasi nullo effetto sulle cheppie.
I punti di forza dei rotanti
Si trovano di infiniti modelli, taglie, pesi e troveremo sempre qualcosa adatto alle nostre acque.
Sono “facili” da usare anche per i principianti, si lanciano bene e costano relativamente poco.
Sono la soluzione ideale per chi inizia a misurarsi con cavedani e trote e spesso sono ancora validi a lucci anche se un po “dimenticati” a favore di altre esche.
Non richiedono attrezzatura specifica o iper tecnologica.
A salmoni sono ancora il top, peccato in Italia non abbiamo salmoni.
Indicazioni –ovviamente generiche- di uso
Io all’apertura della trota, specie in lago, uso spesso i vibrax che essendo un po meno comuni possono dare qualche piccolo vantaggio.
Per il resto dell’anno nell’appennino privilegio martin o similari (li costruisco…) dal 6-9 dell’apertura all’1-2 di piena estate, spesso alleggerito e con piombi filiformi per dare movimenti particolari.
Dove trovo acqua che corre davvero spesso uso i pochi veltic rimastimi, alternandoli con i mepps.
In realtà si trovano giorni in cui un tipo di pala si fa preferire (e non so perché) mentre sono molti di più i giorni in cui prevale una combinazione di colori.
Io oso spesso, in torrenti infrascati, oltre a oro e argento il bianco e giallo, in piena luce nero e verde nero e in condizioni intermedie il “rana toro” e il rosso.
Ovvio che spesso risulti vincente l’argento , ma è anche quello più usato……
 
Articolo di Mauro Maccagnani [sipadan]
 

 

 
I commenti sono disabilitati.

Benvenuto 
Ci sono 1685 Utenti collegati


Form Object


< gennaio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

RICORDATI DI CONDIVIDERE QUESTA PAGINA CON I TUOI MIGLIORI AMICI SU:



Titolo
ARCI PESCA (31)
ATTIVITA' SOCIALI E RICREATIVE (7)
CAMPIONATI MONDIALI (7)
CARPFISHING (29)
CURIOSITA' (20)
DOCUMENTI (9)
EVENTI (24)
FIUMI ITALIANI (2)
GARE AD INVITO (20)
ITINERARI (19)
LEDGERING FEEDER (6)
NEWS G.P.O. (9)
PASTURE e ATTREZZATURA (10)
PERSONAGGI (2)
PESCA A MOSCA (1)
PESCA AL COLPO (73)
PESCA IN FIUME (5)
PESCA IN MARE (6)
REGOLAMENTI (1)
SCRIVONO DI NOI (16)
SPECIE ITTICHE (30)
SPINNING (60)
TECNICHE (5)
TEMATICHE AMBIENTALI (25)
TROTA IN LAGO (12)

Catalogati per mese:
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020

Gli articoli piu' cliccati

Titolo

VIDEO GPO CHANNEL IN PRIMO PIANO


 


Titolo
VI PIACCIONO I NOSTRI ARTICOLI?

 NON POSSO STARNE SENZA!
 MOLTISSIMO
 MOLTO
 ABBASTANZA
 COSI' COSI'
 NON MI ESPRIMO
 POCO
 POCHISSIMO
 LI ODIO!





28/01/2020 @ 07:57:52
script eseguito in 125 ms


Ambiente e natura



 

Segnalato da
Web Directory Gratuita

Segnalato da:
www.aggiungisito.it

Googlerank, pagerank di Google

Segnalato su: Aristotele, motore di ricerca Italiano

Click Web

METEO DA 3BMETEO.COM